Servizi - 111079-2015

31/03/2015    S63    - - Servizi - Avviso di gara - Procedura aperta 

Italia-Nardò: Servizi connessi ai rifiuti urbani e domestici

2015/S 063-111079

Bando di gara

Servizi

Direttiva 2004/18/CE

Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice

I.1)Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Ambito Raccolta Ottimale n. 6 — Città di Nardò (capofila)
Piazza Cesare Battisti 1
Punti di contatto: Ufficio comune di ARO tel. +39 0833838371 — tel. +39 3486055956 — fax +39 0833567238 PEC: protocollo@pecnardo.it
All'attenzione di: Ufficio comune di ARO
73048 Nardò (LE)
Italia
Telefono: +39 0833838311

Indirizzi internet:

Indirizzo generale dell'amministrazione aggiudicatrice: http://www.comune.nardo.le.it

Indirizzo del profilo di committente: http://www.aro6lecce.it

Accesso elettronico alle informazioni: http://www.aro6lecce.it

Ulteriori informazioni sono disponibili presso: Comune di Nardò
Piazza Cesare Battisti 1
Punti di contatto: Ufficio di Segreteria Generale — 1° piano
73048 Nardò (LE)
Italia
Posta elettronica: protocollo@pecnardo.it

Il capitolato d'oneri e la documentazione complementare (inclusi i documenti per il dialogo competitivo e per il sistema dinamico di acquisizione) sono disponibili presso: Comune di Nardò
Piazza Cesare Battisti 1
Punti di contatto: Ufficio di Segreteria Generale — 1° piano
73048 Nardò (LE)
Italia
Posta elettronica: protocollo@pecnardo.it

Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate a: Comune di Nardò — Ufficio comune dell'ARO 6/LE
Piazza Cesare Battisti 1
Punti di contatto: Ufficio Protocollo
73048 Nardò (LE)
Italia

I.2)Tipo di amministrazione aggiudicatrice
Autorità regionale o locale
I.3)Principali settori di attività
Servizi generali delle amministrazioni pubbliche
Ambiente
I.4)Concessione di un appalto a nome di altre amministrazioni aggiudicatrici

Sezione II: Oggetto dell'appalto

II.1)Descrizione
II.1.1)Denominazione conferita all'appalto dall'amministrazione aggiudicatrice:
Servizi di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani, compresi quelli assimilabili agli urbani, nel territorio dei comuni dell'A.R.O. 6/LE. — C.I.G. 618272848C.
II.1.2)Tipo di appalto e luogo di consegna o di esecuzione
Servizi
Categoria di servizi n. 16: Servizi di smaltimento dei rifiuti solidi e delle acque reflue, servizi igienico-sanitari e simili
Luogo principale di esecuzione dei lavori, di consegna delle forniture o di prestazione dei servizi: Territorio dei Comuni dell'A.R.O. n. 6/LE (Nardò, Alezio, Aradeo, Collepasso, Galatone, Neviano, Sannicola, Seclì e Tuglie).

Codice NUTS ITF45

II.1.3)Informazioni sugli appalti pubblici, l'accordo quadro o il sistema dinamico di acquisizione (SDA)
L'avviso riguarda un appalto pubblico
II.1.4)Informazioni relative all'accordo quadro
II.1.5)Breve descrizione dell'appalto o degli acquisti
L'appalto prevede l'esecuzione del servizio integrato di raccolta dei rifiuti solidi urbani e assimilati agli urbani, il trasporto agli impianti di selezione/recupero/smaltimento, lo spazzamento di strade e aree pubbliche, nonché gli ulteriori servizi di igiene urbana e accessori previsti nel Progetto di «Organizzazione dei servizi di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani nel territorio dell'A.R.O. n. 6 della Provincia di Lecce» approvato dell'Assemblea dell'ARO con la deliberazione n. 14 del 12.11.2014, aggiornato come da determinazione n. 6 del 9.12.2014 dell'Ufficio comune di ARO.
II.1.6)Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

90500000, 90511000, 90511200, 90511100, 90512000, 90610000

II.1.7)Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
II.1.8)Lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: no
II.1.9)Informazioni sulle varianti
Ammissibilità di varianti: sì
II.2)Quantitativo o entità dell'appalto
II.2.1)Quantitativo o entità totale:
Il valore complessivo posto a base dell'appalto, riferito ai 9 anni di durata e all'intero territorio dell'ARO, per l'espletamento dei servizi posti in gara, è di 106 968 057,27 EUR (centosei milioni novecentosessantottomilaecinquantasette/27) — IVA esclusa — di cui:
a) 103 884 522,36 — da assoggettare al ribasso — per i 9 canoni annuali riferiti ai servizi posti in gara, al netto della voce di cui alla successiva lettera c);
b) 373 082,41 EUR per oneri di sicurezza non soggetti al ribasso di gara;
c) 2 710 452,50 — da assoggettare al ribasso — presunti totali (riferiti ai 9 anni contrattuali) per il solo servizio di trasporto presso l'impianto individuato fuori provincia, comunque in ambito regionale, per i rifiuti identificati con i CER 20.01.08 e CER 20.02.01; detto servizio verrà effettuato sino all'avvio del relativo impianto di bacino in ambito provinciale. Per tale ragione l'importo di 2 710 452,50 EUR è presunto e massimo realizzabile durante il periodo contrattuale atteso che la liquidazione di tale servizio verrà effettuata in base alla effettiva esecuzione del trasporto fuori territorio provinciale.
I suddetti importi sono da intendersi tutti IVA esclusa e non sono comprensivi dei costi di trattamento e/o smaltimento dei rifiuti che restano a carico delle amministrazioni comunali facenti parte dell'ARO.
I suddetti importi complessivi sono suddivisi in canoni annuali ripartiti tra i singoli comuni dell'ARO 6/LE come meglio descritto nel disciplinare di gara e nella determinazione n. 6 del 9.12.2014 dell'Ufficio comune di ARO.
II.2.2)Opzioni
Opzioni: no
II.2.3)Informazioni sui rinnovi
L'appalto è oggetto di rinnovo: no
II.3)Durata dell'appalto o termine di esecuzione
Durata in mesi: 108 (dall'aggiudicazione dell'appalto)

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)Condizioni relative all'appalto
III.1.1)Cauzioni e garanzie richieste:
Art. 75 e 113 del Decreto Legislativo n. 163/2006, come da disciplinare di gara e da Capitolato Speciale d'Appalto e di seguito sintetizzate:
a) Concorrenti: garanzia provvisoria di 2 139 361,15 EUR (pari al 2 % dell'importo dell'appalto) ex art. 75 del D.Lgs. n. 163 del 2006, mediante cauzione con versamento in contanti in tesoreria o fideiussione conforme allo schema 1.1 approvato con D.M. n. 123 del 2004, integrata dalla clausola esplicita di rinuncia all'eccezione di cui all'articolo 1957, comma 2, del codice civile, corredata dall'impegno di un fideiussore al rilascio della cauzione definitiva; la cauzione dovrà garantire, inoltre, il pagamento della sanzione pecuniaria ex art. 38, comma 2-bis), del D.Lgs. n. 163/2006 nella misura pari a 50 000 EUR (cinquantamila);
b) Aggiudicatario: cauzione definitiva ex art. 113 del D.Lgs. n. 163 del 2006 non inferiore al 10 % dell'importo del contratto, incrementabile in funzione dell'offerta, mediante fideiussione conforme allo schema 1.2 approvato con D.M. n. 123 del 2004, integrata dalla clausola esplicita di rinuncia all'eccezione di cui all'articolo 1957, comma 2, del codice civile;
c) Aggiudicatario: polizza assicurativa per rischi di responsabilità civile verso terzi con l'espressa rinuncia, da parte della Compagnia assicuratrice, ad azioni di rivalsa nei confronti della stazione appaltante per tutti i rischi, nessuno escluso, derivanti dall'attività di gestione dei servizi in appalto con i seguenti massimali, riferiti ad ogni sinistro causato:
— per capitali, interessi e spese di sinistro: RTC ed RCO pari a 2 100 000 EUR (due milioni centomila),
— per ogni persona deceduta o che abbia lesioni personali: RTC ed RCO pari a 1 500 000 EUR (un milione cinquecentomila),
— per danneggiamenti a cose o animali: RCT pari a 1 500 000 EUR (un milione cinquecentomila).
L'importo della cauzione provvisoria di cui alla lettera a) e della cauzione definitiva di cui alla lettera b) è ridotto del 50 % (cinquanta per cento) per i concorrenti ai quali sia stata rilasciata, da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, la certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie EN ISO 9000.
III.1.2)Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:
Fondi di bilancio dei comuni dell'A.R.O. n. 6/LE.
III.1.3)Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto:
Tutte quelle previste dall'ordinamento. Sia raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario mediante atto di mandato collettivo speciale e irrevocabile ex art. 37, commi 15, 16 e 17, del D.Lgs. n. 163/2006, sia società, anche consortile, tra imprese riunite, ex art. 276 del D.P.R. n. 207/2010.
III.1.4)Altre condizioni particolari
III.2)Condizioni di partecipazione
III.2.1)Situazione personale degli operatori economici, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: 1) Iscrizione alla C.C.I.A.A. o altro registro ufficiale per i concorrenti stabiliti in altri paesi della U.E.
2) Requisiti di ordine generale e assenza cause di esclusione ex art. 38, comma 1, del D.Lgs. n. 163 del 2006, alle condizioni di cui ai commi successivi della stessa norma, dichiarati come da disciplinare di gara:
a) Fallimento, liquidazione coatta, concordato preventivo, salvo il caso di cui all'articolo 186-bis del Regio Decreto 16.3.1942, n. 267, ovvero procedimento in corso per la dichiarazione di una di tali situazioni;
b) Pendenza procedimento per l'applicazione di una misura di prevenzione o di una delle cause ostative di cui rispettivamente all'art. 6 e all'art. 67 del D.Lgs. n. 159 del 2011;
c) Sentenza di condanna passata in giudicato, o decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'art. 444 c.p.p., per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale; è comunque causa di esclusione la condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un'organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all'art. 45, paragrafo 1, Direttiva CE 2004/18;
d) Violazione del divieto di intestazione fiduciaria posto all'art. 17 della Legge n. 55 del 1990;
e) Gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro, risultanti dai dati in possesso dell'Osservatorio dell'Autorità;
f) Grave negligenza o malafede nell'esecuzione delle prestazioni affidate dalla stazione appaltante che bandisce la gara o errore grave nell'esercizio dell'attività professionale accertato con qualsiasi mezzo di prova da parte della stazione appaltante;
g) Violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti;
h) Iscrizione nel casellario informatico delle imprese, istituito presso l'Osservatorio dell'Autorità, per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione in merito a requisiti e condizioni rilevanti per la partecipazione a procedure di gara e per l'affidamento dei subappalti;
i) Violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui sono stabiliti;
l) Non essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla Legge n. 68 del 1999;
m) Sanzione di interdizione di cui all'art. 9, comma 2, lettera c) del D.Lgs. n. 231 del 2001 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione, compresi i provvedimenti interdittivi di cui all'art. 14, comma 1, D.Lgs. n. 81 del 2008;
n) Iscrizione nel casellario informatico, istituito presso l'Osservatorio dell'Autorità, per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione ai fini del rilascio dell'attestazione SOA nell'anno precedente la pubblicazione del bando;
o) Vittime dei reati di concussione o estorsione, aggravati per associazione mafiosa, che non hanno denunciato i fatti all'autorità giudiziaria, emergente dagli indizi a base della richiesta di rinvio a giudizio formulata nell'anno antecedente alla pubblicazione del bando di gara;
p) Situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile o altra relazione, anche di fatto, con altro partecipante alla stessa procedura di gara, che comporti l'imputazione delle offerte ad un unico centro decisionale, alle condizioni di cui all'art. 38, comma 2, del D.Lgs. n. 163/2006.
3) Condizioni di cui al punto 2), lettera c), anche per soggetti cessati dalla carica nell'anno precedente la data di pubblicazione del bando (ex art. 38, comma 1, lett. c), del D.Lgs. n. 163 del 2006).
4) Assenza di partecipazione plurima ex artt. 36, comma 5, e 37, comma 7, del D.Lgs. n. 163 del 2006.
5) In relazione all'articolo 1-bis, comma 14, della Legge 18.10.2001, n.383, assenza o avvenuta conclusione dei piani individuali di emersione.
6) Insussistenza delle condizioni di cui all'art. 53, comma 16-ter, del D.Lgs. n. 165/2001 che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione o di ulteriori divieti, ai sensi della normativa vigente, a contrattare con la pubblica amministrazione.
III.2.2)Capacità economica e finanziaria
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: 1) Idonee dichiarazioni bancarie, almeno 2, rilasciate da istituti bancari o intermediari autorizzati ai sensi del D.Lgs. n. 385/1993.
2) Realizzazione di un fatturato globale di impresa, riferito agli ultimi 3 esercizi antecedenti la data di pubblicazione del bando, che alla medesima data risultano depositati, non inferiore a 42 787 222,92 EUR (IVA esclusa), da intendersi come cifra complessiva realizzata nel periodo. Realizzazione di un fatturato specifico per servizi analoghi a quelli in appalto, riferito agli ultimi 3 esercizi antecedenti la data di pubblicazione del bando, che alla medesima data risultano depositati, non inferiore a 35 656 019,10 EUR (IVA esclusa), da intendersi quale cifra complessiva realizzata nel periodo.
In caso di Raggruppamenti Temporanei di Imprese/Consorzi, i predetti requisiti dovranno essere posseduti da ciascun raggruppato/consorziato secondo le previsioni contenute nel disciplinare di gara.
III.2.3)Capacità tecnica
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti:
1) Iscrizione Albo Nazionale Gestori Ambientali ex D.M. 3.6.2014 n. 120, almeno per le seguenti categorie e relativa classe minimale: categoria 1 classe C (compresa attività di spazzamento meccanizzato e gestione dei centri di raccolta rifiuti urbani); categoria 4 classe D; categoria 5 classe D.
2) Elenco dei principali servizi di spazzamento stradale e di raccolta dei rifiuti solidi urbani eseguiti, per almeno 24 mesi in maniera continuativa negli ultimi 3 anni antecedenti la data di pubblicazione del bando di gara sulla G.U.R.I., in favore di uno o più comuni la cui popolazione complessiva sia pari ad almeno 80 000 abitanti residenti alla data del 31.12.2014 (corrispondente approssimativamente alla popolazione dell'ARO 6/LE), di cui almeno un comune, servito per non meno di 24 mesi in maniera continuativa nel predetto triennio, avente popolazione pari o superiore a 30 000 abitanti residenti alla data del 31.12.2014 (corrispondente approssimativamente agli abitanti del Comune più popoloso dell'ARO 6/LE). Ferme restando le specificazioni contenute nel disciplinare di gara, il possesso del requisito dovrà essere dimostrato mediante attestazione rilasciata dalle amministrazioni interessate recante (con riferimento al periodo suindicato): la denominazione del committente/del comune servito; l'oggetto (tipologia) del/i servizio/i; il numero di abitanti residenti al 31.12.2014; la data di inizio del servizio e quella di fine, oppure la specificazione che il servizio è in corso di espletamento alla data di pubblicazione del bando.
3) Possesso delle certificazioni del sistema di qualità della serie europea UNI EN ISO 9001 e UNI EN ISO 14001 afferenti l'oggetto principale dell'appalto (servizi raccolta e trasporto RSU/servizi igiene urbana).
In caso di Raggruppamenti Temporanei di Imprese/Consorzi, i predetti requisiti dovranno essere posseduti da ciascun raggruppato/consorziato secondo le previsioni contenute nel disciplinare di gara.
III.2.4)Informazioni concernenti appalti riservati
III.3)Condizioni relative agli appalti di servizi
III.3.1)Informazioni relative ad una particolare professione
La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione: sì
Citare la corrispondente disposizione legislativa, regolamentare o amministrativa applicabile: La prestazione dei servizi di cui alla presente procedura aperta è riservata ai soggetti iscritti all'Albo Nazionale Gestori Ambientali ex D.M. 3.6.2014 n. 120 almeno per le seguenti categorie e relativa classe minimale: categoria 1 classe C (compresa attività di spazzamento meccanizzato e gestione dei centri di raccolta rifiuti urbani); categoria 4 classe D; categoria 5 classe D.
III.3.2)Personale responsabile dell'esecuzione del servizio

Sezione IV: Procedura

IV.1)Tipo di procedura
IV.1.1)Tipo di procedura
Aperta
IV.1.2)Limiti al numero di operatori che saranno invitati a presentare un’offerta
IV.1.3)Riduzione del numero di operatori durante il negoziato o il dialogo
IV.2)Criteri di aggiudicazione
IV.2.1)Criteri di aggiudicazione

Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati di seguito

1. Criteri qualitativi (discrezionali). Ponderazione 80

2. Criterio quantitativo (vincolato). Ponderazione 20

IV.2.2)Informazioni sull'asta elettronica
IV.3)Informazioni di carattere amministrativo
IV.3.1)Numero di riferimento attribuito al dossier dall’amministrazione aggiudicatrice:
CIG 618272848C
IV.3.2)Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto
no
IV.3.3)Condizioni per ottenere il capitolato d'oneri e documenti complementari o il documento descrittivo
Documenti a pagamento: no
IV.3.4)Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
5.6.2015 - 13:00
IV.3.5)Data di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare
IV.3.6)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione
italiano.
IV.3.7)Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta
in giorni: 270 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte)
IV.3.8)Modalità di apertura delle offerte

Luogo:

Presso la Sala consiliare del Comune di Nardò in Piazza Cesare Battisti 1.

Persone ammesse ad assistere all'apertura delle offerte: sì
Informazioni complementari sulle persone ammesse e la procedura di apertura: Rappresentanti dei concorrenti, in numero massimo di 2 (due) persone per ciascuno; i soggetti muniti di delega o procura, o dotati di rappresentanza legale o direttori tecnici dei concorrenti, come risultanti dalla documentazione presentata, possono chiedere di verbalizzare le proprie osservazioni.

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)Informazioni sulla periodicità
VI.2)Informazioni sui fondi dell'Unione europea
VI.3)Informazioni complementari
A) Appalto indetto con determinazione n. 01 del 19.3.2015 dell'Ufficio comune di ARO (art. 55, comma 3, D.Lgs. n. 163 /2006);
b.1) Tutta la documentazione amministrativa deve essere inserita nel plico di invio ma non nelle buste dell'offerta tecnica e/o dell'offerta economica;
b.2) Offerta tecnica, in apposita busta interna al plico e contrassegnata dalla dicitura «B — offerta tecnica», contenente la proposta progettuale esecutiva, richiesta dal presente bando di gara, con le proposte di varianti migliorative relative agli elementi di valutazione di cui al precedente punto IV.2) che, comunque, non possono comportare aumento di spesa;
b.3) Offerta economica, in apposita busta interna al plico e contrassegnata dalla dicitura «C — offerta economica», mediante ribasso percentuale sull'importo a base di gara. Il ribasso si applica sugli importi di cui alle lettere a) e c) del precedente punto II.7), nonché ai canoni annuali di competenza dei singoli comuni dell'ARO come da disciplinare di gara. In ogni caso non sono soggetti a ribasso gli oneri di sicurezza. L'offerta deve riportare inoltre, ai sensi dell'art. 87, comma 4, secondo periodo, del D.Lgs. n. 163/2006, l'incidenza o l'importo degli oneri per la sicurezza aziendali propri dell'offerente, quale componente interna dell'offerta;
c) La valutazione dei documenti costituenti l'offerta tecnica, che avverrà secondo il metodo aggregativo compensatore di cui all'allegato «P» al D.P.R. n. 207/2010, sarà affidata ad un'apposita commissione giudicatrice, nominata ai sensi e con le modalità di cui al combinato disposto dell'art. 84 del D.Lgs. n. 163/2006 e dell'art. 282 del D.P.R. n. 207/2010;
d) L'appalto verrà aggiudicato anche in presenza di una sola offerta valida (art. 55, comma 4, D.Lgs. n. 163 del 2006);
e) Obbligo per i raggruppamenti temporanei e consorzi ordinari di dichiarare l'impegno a costituirsi e di indicare le parti di servizio da affidare a ciascun operatore economico raggruppato o consorziato (art. 37, commi 4 e 8, del D.Lgs. n. 163 del 2006);
f) Obbligo per i consorzi stabili, qualora non eseguano i servizi in proprio, di indicare i consorziati esecutori e, per questi ultimi, dichiarazioni possesso requisiti di cui al punto III.2.1) (artt. 36 e 37, comma 7, del D.Lgs. n. 163 del 2006);
g) Indicazione del domicilio eletto per le comunicazioni, dell'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) e del numero di fax per le predette comunicazioni (art. 79, comma 5-quinquies, del D.Lgs. n. 163 del 2006);

h) Pagamento di 500 EUR, in favore dell'Autorità Nazionale Anti Corruzione (già Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici), con versamento on-line al portale http://contributi.avcp.it previa registrazione, mediante carta di credito Visa, MasterCard, Diners, American Express oppure in contanti, muniti del modello di pagamento rilasciato dal Servizio di riscossione, presso i punti vendita dei tabaccai lottisti abilitati al pagamento di bollettini, indicando codice fiscale ed il CIG (618272848C);

i) Obbligo di dichiarazione di avere esaminato gli elaborati progettuali, di essersi recati sui luoghi di esecuzione del servizio, di conoscere e aver preso atto e tenuto conto di tutte le condizioni locali e contrattuali, con obbligo di sopralluogo assistito in sito attestato dalla Stazione appaltante;
l) Allegazione del «PASSOE» di cui all'art. 2, comma 3, lettera b), della deliberazione dell'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici n. 111 del 20.12.2012 e successive modificazioni;
m) Ogni informazione, specificazione, limiti e modalità di partecipazione, di presentazione della documentazione per l'ammissione e dell'offerta, nonché modalità di espletamento e di aggiudicazione della gara, sono indicate nel disciplinare di gara che è parte integrante e sostanziale del presente bando;

n) Documentazione progettuale completa e ogni altro documento complementare, compresi il disciplinare di gara e i modelli per le dichiarazioni da rendere per la partecipazione alla gara, disponibili sul «Profilo committente», con accesso gratuito, libero, diretto e completo, all'indirizzo internet http://www.aro6lecce.it e, in parte, disponibile anche sul sito web del Comune capofila www.comune.nardo.le.it (art. 70, comma 9, del D.Lgs. n. 163 del 2006);

o) Controversie contrattuali non composte secondo l'art. 239 e l'art. 240 (laddove applicabile) del D.Lgs. n. 163/2006 saranno deferite all'Autorità giudiziaria, con esclusione della competenza arbitrale, il cui foro competente è quello di Lecce.
Il contratto non conterrà la clausola compromissoria di cui all'art. 241, comma 1-bis, del D.Lgs. n. 163/2006;
p) Responsabile del procedimento: arch. Martire Imperiale, Responsabile Ufficio comune di ARO, recapiti: telefono +39 3486055956; fax +39 0833567238.

E-mail: aro6@comune.nardo.le.it

Tutti i documenti sono visionabili ed acquisibili anche presso l'ufficio di Segreteria Generale del Comune di Nardò, ubicato al 1° piano della Residenza municipale sita in Piazza Cesare Battisti 1 — 73048 Nardò (LE) — Italia.
q) Elenco dei referenti per il sopralluogo assistito presso i comuni interessati:
— Comune di Nardò: ing. Piero Formoso,
— Comune di Alezio: arch. Massimo Guerrieri,
— Comune di Aradeo: ing. Salvatore Donadei,
— Comune di Collepasso: arch. Fernando Montagna,
— Comune di Galatone: ing. Luca Migliaccio,
— Comune di Neviano: ing. Rocco Alessandro Verona,
— Comune di Sannicola: arch. Gianpaolo Miglietta,
— Comune di Seclì: geom. Mario Carluccio,
— Comune di Tuglie: arch. Fiorella Petruzzi.

Recapiti, giorni e orari di disponibilità ad effettuare il sopralluogo, disponibili sul Profilo committente (URL) http://www.aro6lecce.it

Ammissibilità delle varianti: è ammessa la presentazione di varianti migliorative dei servizi in appalto ex art. 76 del Decreto Legislativo n. 163/2006. I soggetti partecipanti dovranno produrre, su supporto cartaceo, un progetto esecutivo completo e dettagliato, redatto in originale ed in lingua italiana, indicante le modalità di esecuzione dei servizi offerti per ognuno dei comuni dell'A.R.O. n. 6/LE.
Il progetto dovrà contenere i seguenti elaborati minimi indicativi:
a) Elaborati tecnico-descrittivi:
— modalità di esecuzione della raccolta integrata dei rifiuti solidi urbani ed assimilati agli urbani,
— modalità di esecuzione degli ulteriori servizi igiene urbana e dei servizi complementari e di supporto,
— schede o tabelle riepilogative dei servizi con indicazione del personale e dei relativi livelli, nonché dei mezzi ed attrezzature impiegati per ogni servizio,
— descrizione dell'attività di comunicazione/rapporto con l'utenza e con la stazione appaltante,
— descrizione e/o schede tecniche dei mezzi, delle attrezzature e dei materiali proposti che verranno impiegati;
b) elaborati grafici in opportuna scala a supporto delle relazioni tecniche.
Il Progetto posto a base di gara, approvato con la Delibera n. 14 del 12.11.2014 dall'Assemblea dell'ARO, aggiornato come da determinazione n. 6 del 9.12.2014, contiene le prescrizioni minime per lo svolgimento dei servizi nei comune dell'A.R.O. n. 6/LE. Pertanto, nel predisporre gli elaborati descrittivi e quelli grafici i concorrenti dovranno evidenziare le proposte migliorative con riferimento specifico a quanto indicato nei criteri di valutazione delle offerte di cui al paragrafo 18.1) del disciplinare di gara.
Condizioni per ottenere il capitolato speciale di appalto, la documentazione complementare ed eventuali chiarimenti:
La documentazione in formato elettronico, le informazioni complementari e gli eventuali chiarimenti possono essere richiesti, fino a 20 giorni prima della scadenza del termine per la presentazione delle offerte.
Modalità di apertura delle offerte: l'apertura delle offerte avverrà nel rispetto del disciplinare di gara, in seduta pubblica, presso la Sala consiliare del Comune di Nardò in Piazza Cesare Battisti 1, nel giorno e nell'orario che verrà comunicato, almeno 3 giorni prima, alla PEC o al fax indicato sul plico presentato da ciascun concorrente.
VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso

Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia — sezione staccata di Lecce
Via Rubichi 23/A
73100 Lecce
Italia
Telefono: +39 0832276511
Indirizzo internet: https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/cdsintra/Organizzazione/Tribunaliamministrativiregionali/lecce/index.html

VI.4.2)Presentazione di ricorsi
Informazioni precise sui termini di presentazione dei ricorsi: Previa eventuale comunicazione di voler proporre ricorso giurisdizionale:
a) Entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente bando sulla G.U.R.I. per motivi che ostano alla partecipazione;
b) Entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento di esclusione;
c) Entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento di aggiudicazione.
VI.4.3)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione dei ricorsi
VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
26.3.2015