Servizi - 174410-2016

Mostra versione ridotta

21/05/2016    S97    Servizi - Avviso di gara - Procedura aperta 

Italia-Roma: Servizi di ricerca e sviluppo sperimentale

2016/S 097-174410

Bando di gara

Servizi

Direttiva 2004/18/CE

Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice

I.1)Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Denominazione ufficiale: Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Dipartimento per la Formazione Superiore e per la Ricerca Direzione generale per il coordinamento, la promozione e la valorizzazione della ricerca — Ufficio IV
Indirizzo postale: Michele Carcani 61
Città: Roma
Codice postale: 00153
Paese: Italia
Persona di contatto: Agenzia per l'Italia Digitale (AgID)
All'attenzione di: Area affari giuridici e contratti — Servizio strategie di procurement e innovazione del mercato
Posta elettronica: pcpmiur.bando01@agid.gov.it

Indirizzi internet:

Indirizzo generale dell'amministrazione aggiudicatrice: http://www.istruzione.it/

Indirizzo del profilo di committente: http://www.agid.gov.it/

Accesso elettronico alle informazioni: http://www.agid.gov.it/early-warning

Ulteriori informazioni sono disponibili presso:
Denominazione ufficiale: Agenzia per l'Italia Digitale
Indirizzo postale: Via Liszt 21
Città: Roma
Codice postale: 00144
Paese: Italia

Il capitolato d'oneri e la documentazione complementare (inclusi i documenti per il dialogo competitivo e per il sistema dinamico di acquisizione) sono disponibili presso:
I punti di contatto sopra indicati

Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate a:
I punti di contatto sopra indicati

I.2)Tipo di amministrazione aggiudicatrice
Ministero o qualsiasi altra autorità nazionale o federale, inclusi gli uffici a livello locale o regionale
I.3)Principali settori di attività
Istruzione
Altro: ricerca e sviluppo
I.4)Concessione di un appalto a nome di altre amministrazioni aggiudicatrici

L'amministrazione aggiudicatrice acquista per conto di altre amministrazioni aggiudicatrici: sì

Denominazione ufficiale: Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Lecce
Indirizzo postale: Viale Grassi 86
Città: Lecce
Codice postale: 73100
Paese: Italia

Denominazione ufficiale: Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Caserta
Indirizzo postale: Via Giovanni Falcone
Città: Caserta
Codice postale: 81100
Paese: Italia

Denominazione ufficiale: Dipartimento della Protezione Civile della Regione Sicilia
Indirizzo postale: Via Gaetano Abela 5
Città: Palermo
Codice postale: 90141 Palermo
Paese: Italia

Sezione II: Oggetto dell'appalto

II.1)Descrizione
II.1.1)Denominazione conferita all'appalto dall'amministrazione aggiudicatrice:
Early warning dell'emergenza e gestione efficace del soccorso (Appalto pre-commerciale).
II.1.2)Tipo di appalto e luogo di consegna o di esecuzione
Servizi
Categoria di servizi n. 8: Servizi di ricerca e sviluppo
Luogo principale di esecuzione dei lavori, di consegna delle forniture o di prestazione dei servizi: Le attività di ricerca e sviluppo devono essere realizzate per almeno il 70 % nei Paesi membri dell'Unione Europea. Le attività di sviluppo sperimentale devono essere realizzate presso le amministrazioni beneficiarie individuate negli allegati A, come da codici NUTS sotto elencati.

Codice NUTS ITF45,ITF31,ITG1

II.1.3)Informazioni sugli appalti pubblici, l'accordo quadro o il sistema dinamico di acquisizione (SDA)
L'avviso riguarda un appalto pubblico
II.1.4)Informazioni relative all'accordo quadro
II.1.5)Breve descrizione dell'appalto o degli acquisti
Il presente bando è relativo all'aggiudicazione di più Accordi Quadro per l'esecuzione di attività di ricerca e sviluppo in accordo con le Specifiche Tecniche (Allegati IIIa-c) e gli altri Allegati al bando.
Oggetto dell'appalto è la realizzazione di servizi di Ricerca e Sviluppo finalizzati alla individuazione, definizione e valutazione di soluzioni per la realizzazione di sistemi di monitoraggio multi-parametrico e correlazione di eventi multimodali per l'allertamento preventivo dei disastri naturali (early warning) e l'organizzazione rapida degli interventi di emergenza. I servizi richiesti includono attività di sviluppo sperimentale. Le soluzioni proposte devono possedere caratteristiche di sistematicità, consentire un incremento significativo della resilienza dei sistemi territoriali, migliorare significativamente la tempestività e l'efficacia degli intervento di soccorso, dimostrare la sua efficacia nell'ambito del Sistema Nazionale di Protezione Civile.
La presente gara di appalto pre-commerciale è strutturata in 2 (due) lotti, e per ciascuno di essi è previsto un Accordo Quadro per la realizzazione di servizi di ricerca e sviluppo:
— Lotto 1: «Monitoraggio in tempo reale dei fenomeni franosi» — CIG: 6657852945
— Lotto 2: «Supporto alle decisioni nella gestione del soccorso» — CIG: 6657905503
— Lotto 1 — Monitoraggio in tempo reale dei fenomeni franosi (CIG: 6657852945): le soluzioni debbono consentire l'early warning dell'emergenza in modo economicamente sostenibile nel tempo attraverso un innovativo approccio metodologico sistemico finalizzato ad incrementare la resilienza dei sistemi territoriali a fronte di elevati livelli di pericolosità geomorfologica e di eventi pluviometrici estremi che provocano dissesti di aree caratterizzate da versanti anche molto acclivi e ricadenti in zone ad elevato rischio sismico. La soluzione dovrà portare alla definizione di specifici protocolli di monitoraggio multiparametrico della suscettività al dissesto dei versanti con la definizione di soglie di early warning.
— Lotto 2 — Supporto alle decisioni nella gestione del soccorso (CIG: 6657905503): le soluzioni dovranno ridurre i tempi (tempestività) e aumentare l'efficacia del soccorso per mezzo di un utile supporto operativo per la risposta all'emergenza e la gestione ottimale dell'intervento, attraverso opportune elaborazioni ed estrazioni di conoscenza, anche in tempo reale, a partire da dati e informazioni multifonte e multimodali.
Informazioni complementari:
Il presente bando di gara si riferisce ad un «Appalto pre-commerciale» (PCP), come individuato dalla Comunicazione della Commissione Europea n. 799/2007.
I risultati delle attività di Ricerca e Sviluppo (R&S) non appartengono esclusivamente all'Amministrazione aggiudicatrice (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca); la gestione dei diritti di proprietà intellettuale (DPI) derivanti dall'attività di R&S sarà oggetto di negoziazione preventiva tra Amministrazione aggiudicatrice, Amministrazioni beneficiarie, Fornitori e le altre amministrazioni pubbliche individuate nell'Allegato.
Ai sensi dell'articolo 19, comma 1, lett. f) del Codice degli Appalti (D.Lgs. n. 163/2006), la presente procedura di gara è esclusa dall'ambito oggettivo di applicazione del medesimo Codice, a eccezione dei principi generali in esso contenuti.
La procedura di gara è articolata in fasi successive, che comprendono una valutazione dopo ciascuna fase che ha lo scopo di selezionare progressivamente le soluzioni migliori tra quelle proposte dai concorrenti. All'esito di ciascuna fase l'Amministrazione aggiudicatrice aggiudicherà l'accesso alla fase successiva a una parte dei concorrenti; pertanto il numero dei concorrenti diminuirà progressivamente da una fase all'altra, al fine di selezionare coloro i quali rispondano meglio alle sfide tecniche definite.
Gli aggiudicatari di ciascun lotto procederanno:
— nella Fase 1 (Disegno della soluzione e pianificazione esecutiva), alla progettazione della soluzione. La fase uno prevede un minimo di 4 (quattro) e un massimo di 8 (otto) aggiudicatari;
— nella Fase 2 (Sviluppo sperimentale), allo sviluppo ed all'integrazione del prototipo. La fase due potrà prevedere un minimo di 3 (tre) e un massimo di 5 (cinque) aggiudicatari;
— nella Fase 3 (Sviluppo sperimentale e produzione di quantità limitate di prodotti), allo sviluppo sperimentale e alla produzione di quantità limitate di primi prodotti o servizi. La fase tre prevede un numero massimo di concorrenti che sarà individuato sino alla concorrenza dell'importo stabilito per la fase 3, di cui al paragrafo 4 dell'Allegato I — Disciplinare di Gara e comunque non superiore ad un numero di 3 (tre).
Si precisa che qualora pervenissero offerte non ritenute valide dalla commissione di valutazione, in virtù dei principi economicità ed efficacia del procedimento amministrativo, si potrà comunque procedere all'aggiudicazione della fase 3 di ciascun lotto anche in presenza di una sola offerta valida.
Le fasi saranno regolate da un contratto quadro, stipulato tra l'Amministrazione aggiudicatrice e gli Aggiudicatari della Fase 1; per ciascuna fase potrà essere stipulato un contratto di dettaglio, subordinato al contratto quadro. Il contratto quadro relativo alla presente procedura non è riconducibile all'istituto dell'Accordo quadro di cui al D.Lgs. n. 163/2006.
II.1.6)Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

73100000, 75250000, 90721800

II.1.7)Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
L'appalto è disciplinato dall'accordo sugli appalti pubblici (AAP): no
II.1.8)Lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: sì
Le offerte vanno presentate per uno o più lotti
II.1.9)Informazioni sulle varianti
Ammissibilità di varianti: no
II.2)Quantitativo o entità dell'appalto
II.2.1)Quantitativo o entità totale:
L'importo globale massimo disponibile per la realizzazione del progetto è pari a 6 322,814 EUR (esclusa IVA).
L'importo massimo spendibile per ciascun lotto è il seguente:
Lotto 1, 3 876 731,92 EUR
Lotto 2, 2 446 082,17 EUR
L'importo massimo spendibile per ciascuna fase (Lotto 1 + Lottto 2) è il seguente:
Fase 1, 600 000 EUR
Fase 2, 2 800 000 EUR
Fase 3, 2 922 814,09 EUR.
II.2.2)Opzioni
Opzioni: no
II.2.3)Informazioni sui rinnovi
L'appalto è oggetto di rinnovo: no
II.3)Durata dell'appalto o termine di esecuzione
Durata in mesi: 30 (dall'aggiudicazione dell'appalto)

Informazioni sui lotti

Lotto n.: 1 Denominazione: Monitoraggio in tempo reale dei fenomeni franosi
1)Breve descrizione
Si richiedono soluzioni innovative o con carattere di originalità, al seguente problema sfidante:
Consentire l'early warning dell'emergenza in modo economicamente sostenibile nel tempo attraverso un innovativo approccio metodologico sistemico finalizzato ad incrementare la resilienza dei sistemi territoriali a fronte di elevati livelli di pericolosità geomorfologica e di eventi pluviometrici estremi che provocano dissesti di aree caratterizzate da versanti anche molto acclivi e ricadenti in zone ad elevato rischio sismico. La soluzione dovrà portare alla definizione di specifici protocolli di monitoraggio multiparametrico della suscettività al dissesto dei versanti con la definizione di soglie di early warning.
L'implementazione delle soluzioni potrà essere una composizione, ad esempio e non limitatamente a, di qualunque tipo di tool, software, procedura, contributo umano, integrazione di flussi informativi e basi di conoscenza interni ed esterni al sistema informativo dei soggetti beneficiari, sensori, dispositivi di interazione uomo-macchina, che possa realizzare una risposta efficace ed efficiente alla sfida posta.
2)Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

73100000, 75250000, 90721800

3)Quantitativo o entità
Ai fini dell'appalto, per un singolo intero progetto di ricerca e sviluppo (quindi per ciascun aggiudicatario) gli importi a base di gara per ogni singola fase sono pari a:
— 40 000 EUR, I.V.A. esclusa, per la prima fase;
— 360 000 EUR, I.V.A. esclusa, per la seconda fase;
— 878 366 EUR, I.V.A. esclusa, per la terza fase.
Valore stimato, IVA esclusa: 3 876 731,92 EUR
4)Indicazione di una durata diversa dell'appalto o di una data diversa di inizio/conclusione
5)Ulteriori informazioni sui lotti
Lotto n.: 2 Denominazione: Supporto alle decisioni nella gestione del soccorso
1)Breve descrizione
Si richiedono soluzioni innovative o con carattere di originalità, al seguente problema sfidante:
Ridurre i tempi (tempestività) e aumentare l'efficacia dell'intervento di soccorso per mezzo di un utile supporto operativo per la risposta all'emergenza e la gestione ottimale dell'intervento, attraverso opportune elaborazioni ed estrazioni di conoscenza, anche in tempo reale, a partire da dati e informazioni multifonte e multimodali.
L'implementazione delle soluzioni potrà essere una composizione, ad esempio e non limitatamente a, di qualunque tipo di tool, software, procedura, contributo umano, integrazione di flussi informativi e basi di conoscenza interni ed esterni al sistema informativo dei soggetti beneficiari, sensori, dispositivi di interazione uomo-macchina, che possa realizzare una risposta efficace ed efficiente alla sfida posta.
2)Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

73100000, 75250000, 90721800

3)Quantitativo o entità
Ai fini dell'appalto, per un singolo intero progetto di ricerca e sviluppo (quindi per ciascun aggiudicatario) gli importi a base di gara per ogni singola fase sono pari a:
— 35 000 EUR, I.V.A. esclusa, per la prima fase;
— 200 000 EUR, I.V.A. esclusa, per la seconda fase;
— 583 041 EUR, I.V.A. esclusa, per la terza fase.
Valore stimato, IVA esclusa: 2 446 082,17 EUR
4)Indicazione di una durata diversa dell'appalto o di una data diversa di inizio/conclusione
5)Ulteriori informazioni sui lotti

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)Condizioni relative all'appalto
III.1.1)Cauzioni e garanzie richieste:
Ai fini della stipula dell'Accordo Quadro e dei relativi Atti esecutivi, le imprese aggiudicatarie di ogni lotto dovranno effettuare, a garanzia delle obbligazioni assunte con l'Accordo Quadro, la costituzione di una cauzione definitiva di valore pari al 2 % dell'importo contrattualizzato, e ciò per ciascuna fase per la quale l'impresa risulterà aggiudicataria
La costituzione della cauzione può avvenire tramite fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari iscritti nell'albo di cui all'art. 106 del d.lgs. 1.9.1993, n. 385 che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie e che sono sottoposti a revisione contabile da parte di una società di revisione iscritta nell'albo previsto dall'art. 161 del d.lgs. 24.2.1998, n. 58.
La costituzione della cauzione può avvenire altresì in contanti, anche mediante bonifico bancario o in titoli del debito pubblico o garantiti dallo Stato al corso del giorno del deposito, a titolo di pegno a favore della Stazione Appaltante.
Tutti i dettagli sono descritti nella Sezione 17 dell'Allegato I — Disciplinare di Gara.
III.1.2)Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:
III.1.3)Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto:
Per la presentazione dell'offerta, ai raggruppamenti non viene richiesto di assumere una forma giuridica specifica; tuttavia, la richiesta di assumere una forma specifica verrà formulata ai gruppi selezionati in sede di aggiudicazione dell'Accordo quadro, nella misura in cui tale modifica sia necessaria per la corretta esecuzione dell'appalto.
III.1.4)Altre condizioni particolari
III.2)Condizioni di partecipazione
III.2.1)Situazione personale degli operatori economici, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: Gli operatori economici ammessi a partecipare alla gara sono quelli aventi sede in uno Stato Membro U.E., aventi sede in un Paese firmatario dell'Accordo dell'Organizzazione Mondiale del Commercio sugli Appalti pubblici (Agreement of Government Procurement — GPA) o aventi sede in un paese non firmatario del GPA, sono ammessi a partecipare alla gara.
Le Università pubbliche e Centri di ricerca pubblici sono ammessi a partecipare alla presente gara, sia in forma individuale, sia quali operatori economici con idoneità plurisoggettiva.
Gli operatori economici aventi sede, residenza o domicilio nei paesi inseriti nelle c.d. «black list» di cui al decreto del Ministro delle finanze del 4.5.1999 e al decreto del Ministro dell'economia e delle finanze del 21.11.2001 devono essere in possesso, pena l'esclusione dalla gara, dell'autorizzazione rilasciata ai sensi del d.m. 14.12.2010 del Ministero dell'economia e delle finanze emanato ai sensi dell'art. 37 del d.l. 3.5.2010, n. 78.
Gli operatori economici sono ammessi a presentare le offerte sia in forma individuale, sia in forma di consorzio o associazione di concorrenti.
Per ciascuna fase, almeno il 70 % del valore dei servizi di Ricerca e Sviluppo dovrà essere svolto all'interno degli Stati membri dell'Unione europea.
Gli operatori economici con sede legale fuori dal territorio italiano possono partecipare alla presente gara secondo le medesime condizioni previste per le imprese italiane.
Agli operatori economici è richiesto di produrre la documentazione conformemente alle normative vigenti nei rispettivi Paesi, idonea a dimostrare l'assenza delle cause di esclusione definite al paragrafo 7 dell'Allegato I — Disciplinare di gara.
Gli operatori economici con idoneità individuale, ai sensi dell'articolo 34, comma 1 del Codice dei contratti pubblici, ammessi a presentare offerte, sono:
a) imprenditori individuali anche artigiani, società commerciali, società cooperative.
b) consorzi tra società cooperative e consorzi tra imprese artigiane;
c) consorzi stabili;
I candidati o concorrenti che, in base alla normativa dello Stato nel quale sono stabiliti, sono autorizzati a svolgere la prestazione dei servizi oggetto di questa gara d'appalto, sono ammessi a presentare offerte per la presente gara.
Gli operatori economici con idoneità plurisoggettiva, ai sensi dell'articolo 34, comma 1 del Codice, ammessi a presentare offerte:
d) raggruppamenti temporanei di concorrenti;
e) consorzi ordinari di concorrenti;
e-bis) le aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete;
f) gruppo europeo di interesse economico (G.E.I.E.);
f-bis) operatori economici con sede in uno Stati membri dell'Unione Europea diverso dall'Italia, alle condizioni di cui all'art. 47 del Codice nonché del presente disciplinare di gara;
g) operatori che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell'art. 37, comma 8, del Codice dei contratti pubblici;
h) operatori che intendano stipulare un «Accordo consortile per la realizzazione di attività di ricerca e sviluppo» ai sensi del Regolamento CE n. 1906/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 18.12.2006, art. 24, e con il quale si individua, tra l'altro, il ruolo di Coordinatore di uno degli operatori.
Tutti i dettagli sulla documentazione da presentare sono descritti nella sezione 6 dell'Allegato I — Disciplinare di gara.
III.2.2)Capacità economica e finanziaria
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: Dichiarazione sostitutiva certificante il possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria.
III.2.3)Capacità tecnica
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti:
Affidavit e certificazione di auto-esecuzione.
Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti:
Il concorrente attesta di aver realizzato, negli ultimi 3 anni antecedenti a decorrere dalla data di pubblicazione dell'Avviso, uno o più progetti dal contenuto riconducibile all'area di competenza individuata dal documento descrittivo «Specifiche tecniche», Allegato III a detto Avviso, per un valore globale complessivo non inferiore a 50 000 EUR (cinquantamila/00), IVA esclusa.
In caso di RTI o consorzi ordinari da costituirsi o GEIE o aggregazione di imprese di rete, la suddetta dichiarazione sostitutiva (Allegato E al disciplinare) deve essere presentata distintamente per ogni impresa raggruppata.
In caso di Consorzio di imprese la suddetta dichiarazione sostitutiva deve essere presentata direttamente dal consorzio.
III.2.4)Informazioni concernenti appalti riservati
III.3)Condizioni relative agli appalti di servizi
III.3.1)Informazioni relative ad una particolare professione
La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione: no
III.3.2)Personale responsabile dell'esecuzione del servizio
Le persone giuridiche devono indicare il nome e le qualifiche professionali del personale incaricato della prestazione del servizio: no

Sezione IV: Procedura

IV.1)Tipo di procedura
IV.1.1)Tipo di procedura
Aperta
IV.1.2)Limiti al numero di operatori che saranno invitati a presentare un’offerta
IV.1.3)Riduzione del numero di operatori durante il negoziato o il dialogo
IV.2)Criteri di aggiudicazione
IV.2.1)Criteri di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati nel capitolato d'oneri, nell’invito a presentare offerte o a negoziare oppure nel documento descrittivo
IV.2.2)Informazioni sull'asta elettronica
Ricorso ad un'asta elettronica: no
IV.3)Informazioni di carattere amministrativo
IV.3.1)Numero di riferimento attribuito al dossier dall’amministrazione aggiudicatrice:
6391437
IV.3.2)Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto

Avviso di preinformazione

Numero dell'avviso nella GUUE: 2015/S 208-377772 del 27.10.2015

IV.3.3)Condizioni per ottenere il capitolato d'oneri e documenti complementari o il documento descrittivo
Documenti a pagamento: no
IV.3.4)Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
26.7.2016 - 12:00
IV.3.5)Data di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare
IV.3.6)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione
italiano.
IV.3.7)Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta
in giorni: 180 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte)
IV.3.8)Modalità di apertura delle offerte
Data: 29.7.2016 - 10:30

Luogo:

Agenzia per l'Italia Digitale — Via Liszt 21 — 00144 Roma Italia.

Persone ammesse ad assistere all'apertura delle offerte: sì

Informazioni complementari sulle persone ammesse e la procedura di apertura: Apertura: Le sessioni del comitato di gestione sono aperte al pubblico. Una persona responsabile di ogni concorrente può assistere alle sedute. Il nome della persona, in considerazione delle procedure per l'accesso di terzi ai locali AGID, deve essere comunicato via e-mail all'indirizzo pcpmiur.bando01@agid.gov.it all'attenzione dell'Area affari giuridici e contratti, Servizio strategie di procurement e innovazione del mercato

entro il giorno precedente la data della sessione, con un documento di identificazione con fotografia.
L'accesso e la presenza del rappresentante dell'offerente nei locali in cui le procedure di gara si svolgeranno sono sottoposti al rispetto delle procedure di accesso AGID e norme di sicurezza, e a mostrare un documento di riconoscimento in originale.
Il responsabile del concorrente dovrà pervenire presso la sede AGID almeno 10 minuti prima dell'inizio di ogni sessione aperta al pubblico, al fine di consentire al personale AGID per procedere alla sua identificazione.

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)Informazioni sulla periodicità
Si tratta di un appalto periodico: no
VI.2)Informazioni sui fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
VI.3)Informazioni complementari
Elenco dei documenti:
Sono parte integrante del presente Bando di gara:
Allegato I — DIsciplinare di gara
Allegato II — Schema di Accordo QUadro per attività di ricerca e sviluppo
Allegato IIIa,b,c — Specifiche tecniche
Allegato IV — Schema di offerta tecnica.
VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso

Denominazione ufficiale: Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio
Indirizzo postale: Via Flaminia 189
Città: Roma
Codice postale: 00196
Paese: Italia
Posta elettronica: tarrm-segrprotocolloamm@ga-cert.it
Telefono: +39 6328721

VI.4.2)Presentazione di ricorsi
VI.4.3)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione dei ricorsi

Denominazione ufficiale: Avvocatura Generale dello Stato
Indirizzo postale: Via dei Portoghesi 12
Città: Roma
Codice postale: 00186
Paese: Italia
Posta elettronica: roma@mailcert.avvocaturastato.it
Telefono: +39 0668291
Fax: +39 0696514000
Indirizzo internet: http://www.avvocaturastato.it/

VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
18.5.2016