Forniture - 265178-2021

26/05/2021    S100

Italia-Roma: Attrezzature ferroviarie

2021/S 100-265178

Bando di gara – Servizi di pubblica utilità

Forniture

Base giuridica:
Direttiva 2014/25/UE

Sezione I: Ente aggiudicatore

I.1)Denominazione e indirizzi
Denominazione ufficiale: Rete Ferroviaria Italiana SpA — Direzione acquisti — Sede di Roma
Indirizzo postale: via dello Scalo Prenestino 25
Città: Roma
Codice NUTS: IT Italia
Codice postale: 00159
Paese: Italia
E-mail: b.paradisi@rfi.it
Tel.: +39 0647308834
Fax: +39 0647308843
Indirizzi Internet:
Indirizzo principale: www.gare.rfi.it
I.3)Comunicazione
L'accesso ai documenti di gara è limitato. Ulteriori informazioni sono disponibili presso: www.acquistionlinerfi.it
Ulteriori informazioni sono disponibili presso l'indirizzo sopraindicato
Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate al seguente indirizzo:
Denominazione ufficiale: www.acquistionlinerfi.it (mediante upload on line)
Città: Roma
Paese: Italia
E-mail: b.paradisi@rfi.it
Codice NUTS: ITI43 Roma
Indirizzi Internet:
Indirizzo principale: www.acquistionlinerfi.it
I.6)Principali settori di attività
Servizi ferroviari

Sezione II: Oggetto

II.1)Entità dell'appalto
II.1.1)Denominazione:

Fornitura di «fune sintetica per stralli di punto fisso»

Numero di riferimento: DAC.0069.2021
II.1.2)Codice CPV principale
34940000 Attrezzature ferroviarie
II.1.3)Tipo di appalto
Forniture
II.1.4)Breve descrizione:

Lotto n. 1: CIG: 8747032726 — importo posto a base di gara: 455 400,00 EUR, al netto IVA.

Lotto n. 2: CIG: 8747042F64 — importo posto a base di gara: 455 400,00 EUR, al netto IVA.

Rilevata la natura delle prestazioni non si rende necessario procedere alla redazione del documento unico di valutazione dei rischi da interferenza (DUVRI) e pertanto non sono stati individuati oneri da interferenza.

Gli importi di cui sopra sono comprensivi di qualsiasi forma di eventuali opzioni o rinnovi del contratto (cfr. punto II.2.7), nonché l’opzione di cui al punto II.2.11).

La fornitura dovrà essere effettuata nel rispetto di quanto previsto dalla normativa tecnica posta a base di gara richiamata nell’art. 23 dello schema di contratto allegato al disciplinare di gara.

In questa procedura di gara si procederà ai sensi dell’art. 133, comma 8 del D.Lgs. n. 50/2016

II.1.5)Valore totale stimato
Valore, IVA esclusa: 910 800.00 EUR
II.1.6)Informazioni relative ai lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: sì
Le offerte vanno presentate per tutti i lotti
Numero massimo di lotti che possono essere aggiudicati a un offerente: 1
L'amministrazione aggiudicatrice si riserva la facoltà di aggiudicare i contratti d'appalto combinando i seguenti lotti o gruppi di lotti:

La fornitura è suddivisa in due lotti aggiudicabili solo separatamente, quindi ciascun concorrente potrà presentare offerta per uno o per entrambi i lotti in gara ma potrà aggiudicarsi uno solo di essi. RFI si riserva, in caso di presenza di una sola offerta valida, di aggiudicare i due lotti al medesimo concorrente, sempre che detta offerta venga ritenuta congrua e conveniente per RFI stessa.

II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

DAC.0069.2021. Fornitura di «fune sintetica per stralli di punto fisso». Lotto n. 1: CIG: 8747032726

Lotto n.: 1
II.2.2)Codici CPV supplementari
34940000 Attrezzature ferroviarie
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITZ Extra-Regio NUTS 1
Luogo principale di esecuzione:

luogo principale di esecuzione: ambito nazionale

II.2.4)Descrizione dell'appalto:

Fornitura di «fune sintetica per stralli di punto fisso» — DAC.0069.2021.

Ai sensi dell'art. 95, comma 4, lett. b) del D.Lgs. n. 50/2016, si evidenzia che la presente gara ha ad oggetto la fornitura di materiali con caratteristiche standardizzate, in quanto prodotti sulla base del disegno e della norma CEI EN 50345 posti a base di gara che descrivono compiutamente tutte le caratteristiche del prodotto.

La stazione appaltante per l’affidamento e l’esecuzione delle prestazioni oggetto della presente gara procede in deroga ai sensi dell’art. 2, comma 4 del D.Lgs. del 16.7.2020, n. 76 come convertito, con modificazioni, in legge dell'11.9.2020, n. 120. In attuazione di tale disposizione, le previsioni del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i. comunque richiamate nella documentazione a base di gara devono intendersi, pertanto, applicabili in quanto previste dal citato art. 2, comma 4 e/o necessarie ad assicurare la speditezza e semplificazione della procedura di gara, nonché la corretta e celere conduzione dell’appalto.

Tutte le prestazioni oggetto dell’appalto sono ascrivibili alle prestazioni principali; pertanto non è possibile la partecipazione di concorrenti plurisoggetti di cui all’art. 45, comma 2, lett d), e), f) e g) del D.Lgs. n. 50/2016 s.m. di natura verticale o mista, ma esclusivamente di tipo orizzontale.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
I criteri indicati di seguito
Prezzo
II.2.6)Valore stimato
Valore, IVA esclusa: 455 400.00 EUR
II.2.7)Durata del contratto d'appalto, dell'accordo quadro o del sistema dinamico di acquisizione
Durata in mesi: 36
Il contratto d'appalto è oggetto di rinnovo: no
II.2.10)Informazioni sulle varianti
Sono autorizzate varianti: no
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: sì
Descrizione delle opzioni:

È prevista l’opzione di proroga di cui all’art. 106, comma 11 del D.Lgs. n. 50/2016 s.m. (cfr. art. 7bis, comma 2 dello schema di contratto).

Vedi, inoltre, quanto previsto all’art. 25 dello schema di contratto.

II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

DAC.0069.2021: Fornitura di «fune sintetica per stralli di punto fisso». Lotto n. 2: CIG: 8747042F64

Lotto n.: 2
II.2.2)Codici CPV supplementari
34940000 Attrezzature ferroviarie
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITZ Extra-Regio NUTS 1
Luogo principale di esecuzione:

luogo principale di esecuzione: ambito nazionale

II.2.4)Descrizione dell'appalto:

Fornitura di «fune sintetica per stralli di punto fisso» — DAC.0069.2021.

Ai sensi dell'art. 95, comma 4, lett. b) del D.Lgs. n. 50/2016, si evidenzia che la presente gara ha ad oggetto la fornitura di materiali con caratteristiche standardizzate, in quanto prodotti sulla base del disegno e della norma CEI EN 50345 posti a base di gara che descrivono compiutamente tutte le caratteristiche del prodotto.

La stazione appaltante per l’affidamento e l’esecuzione delle prestazioni oggetto della presente gara procede in deroga ai sensi dell’art. 2, comma 4 del D.Lgs. del 16.7.2020, n. 76 come convertito, con modificazioni, in legge dell'11.9.2020, n. 120. In attuazione di tale disposizione, le previsioni del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i. comunque richiamate nella documentazione a base di gara devono intendersi, pertanto, applicabili in quanto previste dal citato art. 2, comma 4 e/o necessarie ad assicurare la speditezza e semplificazione della procedura di gara, nonché la corretta e celere conduzione dell’appalto.

Tutte le prestazioni oggetto dell’appalto sono ascrivibili alle prestazioni principali; pertanto non è possibile la partecipazione di concorrenti plurisoggetti di cui all’art. 45 comma 2 lett d), e), f) e g) del D.Lgs. n. 50/2016 s.m. di natura verticale o mista, ma esclusivamente di tipo orizzontale.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
I criteri indicati di seguito
Prezzo
II.2.6)Valore stimato
Valore, IVA esclusa: 455 400.00 EUR
II.2.7)Durata del contratto d'appalto, dell'accordo quadro o del sistema dinamico di acquisizione
Durata in mesi: 36
Il contratto d'appalto è oggetto di rinnovo: no
II.2.10)Informazioni sulle varianti
Sono autorizzate varianti: no
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: sì
Descrizione delle opzioni:

È prevista l’opzione di proroga di cui all’art. 106, comma 11 del D.Lgs. n. 50/2016 s.m. (cfr. art. 7bis, comma 2 dello schema di contratto).

Vedi, inoltre, quanto previsto all’art. 25 dello schema di contratto.

II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)Condizioni di partecipazione
III.1.1)Abilitazione all’esercizio dell’attività professionale, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale
Elenco e breve descrizione delle condizioni:

Iscrizione in un registro commerciale (CCIAA).

Gli operatori economici, se cittadini italiani o di altro Stato membro residenti in ITALIA, devono essere iscritti nel registro della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura o nel registro delle commissioni provinciali per l'artigianato per attività analoghe a quelle oggetto del presente appalto. Al soggetto di altro Stato membro non residente in ITALIA, è richiesta la prova dell’iscrizione, secondo le modalità vigenti nello Stato di residenza, in uno dei registri professionali o commerciali di cui all'allegato XVI al D.Lgs. n. 50/2016, mediante dichiarazione giurata o secondo le modalità vigenti nello Stato membro nel quale è stabilito ovvero mediante attestazione, sotto la propria responsabilità, che il certificato prodotto è stato rilasciato da uno dei registri professionali o commerciali istituiti nel Paese in cui è residente.

In caso di concorrenti plurisoggettivi di cui all’art. 45, comma 2, lettere d), e) f) e g) del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m., il requisito di cui al presente punto, dovrà essere posseduto da ciascuna impresa costituente detti concorrenti. In caso di consorzi di cui all’art. 45, comma 2, lettere b) e c) del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m., gli eventuali soggetti indicati per l’esecuzione dovranno possedere detto requisito.

Il requisito di cui al presente punto deve intendersi come requisito di idoneità e quindi non può essere oggetto di avvalimento, posto che la richiesta iscrizione è necessaria in quanto il soggetto partecipante deve operare nel settore di riferimento.

III.1.2)Capacità economica e finanziaria
Elenco e breve descrizione dei criteri di selezione:

Indice finanziario (da dichiarare nel DGUE).

Il concorrente per essere ammesso alla gara deve essere in possesso del requisito indicati ai paragrafi II.3.1) e II.3.2.) della «Procedura di valutazione economico finanziaria di un operatore economico RFI DAC PS IFS 005 D» di cui è possibile prendere visione sul sito Internet dell’ente aggiudicatore: www.rfi.it seguendo il percorso — fornitori e gare — regole e documentazione — procedure di valutazione economico finanziaria e Vendor Rating.

Il valore minimo accettabile del punteggio sintetico finale è pari a 18. A tal fine il concorrente, sull'ultimo bilancio approvato e depositato presso la CCIAA, dovrà eseguire l'autovalutazione economico finanziaria in base alla procedura sopra indicata utilizzando, per la comparazione, uno dei seguenti indici di riferimento:

— (cod. ident. 7555 — criterio 1) Bilanci in forma ordinaria, abbreviata, con il dettaglio dei crediti e dei debiti in nota integrativa, bilanci IAS\IFRS: Roa (3,18 %); Cash Flow/Totale attivo (5,26 %); liquidità corrente (110,21 %); patrimonio netto/debiti (26,72 %); copertura delle immobilizzazioni (65,74 %); debiti tributari e previdenziali/totale attivo (4,59 %); indebitamento bancario (23,28 %); oneri finanziari\ricavi (0,85 %),

— (cod. ident. 7555 — criterio 2) Bilanci differenti dal precedente criterio 1): Roa (3,18 %); ricavi/totale attivo (93,57 %); liquidità corrente (110,21 %); patrimonio netto/debiti (26,72 %); grado di liquidità dell’attivo (61,15 %); esigibilità del passivo (61,03 %); costo del personale/ricavi (23,87 %); oneri finanziari\ricavi (0,85 %).

Si precisa che nel DGUE occorre barrare nella seconda colonna relativamente al possesso del «PSF ≥ 18» il campo «sì» o «no», e nello spazio «data di chiusura bilancio» occorre indicare la data di chiusura del bilancio utilizzato per verificare il suddetto valore.

In caso di avvalimento del requisito di cui al presente punto III.1.2) trova applicazione quanto espressamente previsto alla lettera E del disciplinare di gara.

In caso di partecipazione di concorrenti plurisoggettivi di cui all’art. 45, comma 1, lett. d), e), f) e g) del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m. detto requisito, non essendo un requisito frazionabile, dovrà essere posseduto da ciascuno dei soggetti costituenti il medesimo concorrente plurisoggettivo. In caso di operatori economici di cui all’art. 45, comma 2, lettere b) e c) del D.Lgs. n. 50/2016 s.m. si rimanda a quanto disposto all’art. 47 dello stesso decreto.

III.1.3)Capacità professionale e tecnica
Elenco e breve descrizione dei criteri di selezione:

a) mezzi di produzione, meglio indicati nel DGUE.

Il concorrente, per partecipare alla presente procedura, deve disporre dei mezzi indicati nel DGUE presso il proprio stabilimento di produzione o, in caso di avvalimento di uno o più mezzi, presso lo stabilimento dell’ausiliaria.

Il possesso del suddetto requisito dovrà essere dichiarato nell’apposita area presente nella dichiarazione DGUE;

b) certificazione di qualità ISO 9001.

Il concorrente, per partecipare alla presente procedura, dovrà possedere un certificato di riconoscimento di conformità del Sistema di gestione per la qualità alla norma UNI-EN ISO 9001, per le attività di produzione inerenti quanto oggetto di gara, rilasciato da un organismo certificatore accreditato da un ente aderente all'EA (European Accreditation of Certification) e/o all'IAF (International Accreditation Forum), sottoscrittore degli accordi di mutuo riconoscimento (MLA o MRA). In ITALIA l'ente di accreditamento è Accredia (già Sincert).

Il possesso del suddetto certificato dovrà essere dichiarato nell’apposita area presente nella dichiarazione DGUE.

Con riferimento alle sopra citate certificazioni di qualità, trovano applicazione le disposizioni di cui all’art. 87 del D.Lgs. n. 50/2016.

Relativamente alla certificazione di cui al punto III.1.3), lettera b) del presente bando di gara si procederà a verificare che il/i sito/i oggetto del processo di certificazione sia/siano effettivamente quello/i indicato/i nel DGUE sezione C (capacità tecniche e professionali) quali siti destinati alla produzione e collaudo della fornitura. Qualora i siti certificati non siano quelli indicati il concorrente verrà escluso dalle successive fasi di gara.

In caso di partecipazione di concorrenti plurisoggettivi di cui all’art. 45, comma 1, lett. d), e), f) e g) del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m. i requisiti di cui ai punti III.1.3 a) e b) del presente bando di gara dovranno essere posseduti da ciascuno dei soggetti costituenti il medesimo concorrente plurisoggettivo.

Al riguardo si precisa che, relativamente al requisito di cui al punto III.1.3, lett. a), è necessario che tutti gli equipaggiamenti, meglio indicati alla parte IV, lett. C del DGUE, siano nella disponibilità di ogni impresa costituente il concorrente plurisoggettivo, affinché le stesse siano tutte in grado di svolgere compiutamente l’unica prestazione oggetto dell’appalto nella sua interezza (intero ciclo produttivo), anche se ognuna per la propria quota % di esecuzione. Relativamente al requisito di cui al punto III.1.3), lett. b) si precisa che lo stesso non risulta frazionabile.

In caso di operatori economici di cui all’art. 45, comma 2, lettere b) e c) del D.Lgs. n. 50/2016 s.m. si rimanda a quanto disposto all’art. 47 dello stesso decreto.

In caso di avvalimento dei requisiti di cui al presente punto III.1.3), lett. a) e b) trova applicazione quanto espressamente previsto alla lettera E del disciplinare di gara. Si evidenzia infine che anche in caso di avvalimento infragruppo è necessario presentare il contratto di avvalimento.

III.1.4)Norme e criteri oggettivi di partecipazione
Elenco e breve descrizione delle norme e dei criteri:

— sopralluogo obbligatorio: non previsto,

— soggetti ammessi alla gara: v. punto D del disciplinare,

— documentazione necessaria per la gara: v. punto D del disciplinare,

— condizioni di partecipazione e relative verifiche: v. punto D del disciplinare,

— soccorso istruttorio: v. punto D del disciplinare,

— subappalto: la natura e le caratteristiche della fornitura richiesta non consentono l’affidamento in subappalto, che pertanto risulta non applicabile. v. punto E del disciplinare,

— avvalimento: v. punto E del disciplinare,

— verifica dell’offerta anomala: v. punto J del disciplinare,

— spese di stipula: v. punto M del disciplinare,

— spese di pubblicazione su GURI e quotidiani: v. punto R del disciplinare.

III.1.6)Cauzioni e garanzie richieste:

Cauzione provvisoria: l’offerta dei concorrenti deve essere corredata da cauzione provvisoria, di importo e nelle modalità definite al punto F.1) del disciplinare di gara.

Cauzione definitiva: all’atto della stipulazione del contratto l’aggiudicatario deve presentare la garanzia definitiva nella misura del 5 % dell'importo complessivo netto del contratto, secondo le modalità e i contenuti specificati al punto F.2) del disciplinare di gara. La mancata costituzione della garanzia definitiva determina la decadenza dell'affidamento, l’escussione della garanzia provvisoria e permette alla stazione appaltante di aggiudicare l'appalto al concorrente che segue nella graduatoria.

NB: L’importo della cauzione provvisoria come definita al punto F.1) del disciplinare e della definitiva sono stati già ridotti del 50 % in quanto i concorrenti per partecipare alla procedura di gara devono essere in possesso della Certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000.

III.1.7)Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:

L’appalto è finanziato con fondi della stazione appaltante.

I prezzi che risulteranno dall’aggiudicazione della procedura resteranno fissi e invariati per i primi 24 mesi; dal primo giorno lavorativo utile del terzo anno di validità del contratto i prezzi saranno oggetto di revisione secondo quanto previsto dall’articolo 7 dello schema di contratto.

Il contratto è soggetto agli obblighi in tema di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della L. n. 136/2010.

I corrispettivi d’appalto verranno liquidati secondo le modalità indicate nello schema di contratto posto a base di gara.

III.2)Condizioni relative al contratto d'appalto
III.2.2)Condizioni di esecuzione del contratto d'appalto:

Le condizioni della fornitura sono contenute nello schema di contratto e relativi allegati, nonché negli atti in esso richiamati.

Sezione IV: Procedura

IV.1)Descrizione
IV.1.1)Tipo di procedura
Procedura aperta
IV.1.3)Informazioni su un accordo quadro o un sistema dinamico di acquisizione
IV.1.8)Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
L'appalto è disciplinato dall'accordo sugli appalti pubblici: sì
IV.2)Informazioni di carattere amministrativo
IV.2.2)Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
Data: 21/06/2021
Ora locale: 12:00
IV.2.3)Data stimata di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare
IV.2.4)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione:
Italiano
IV.2.6)Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta
Durata in mesi: 6 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte)
IV.2.7)Modalità di apertura delle offerte
Data: 23/06/2021
Ora locale: 10:30
Luogo:

Per ogni informazione sulla modalità di apertura delle offerte, si rinvia al punto K del disciplinare di gara.

La data di apertura delle offerte indicata potrà subire variazioni, in ogni caso RFI avrà cura di avvisare i concorrenti circa l'eventuale modifica, tramite la funzione di messaggistica del portale acquisti.

Informazioni relative alle persone ammesse e alla procedura di apertura:

RFI SpA intende esaminare le offerte prima della verifica dell’idoneità degli offerenti. In tal caso, troveranno applicazione le disposizioni di cui all’art. 133, comma 8 del D.Lgs. n. 50/2016.

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)Informazioni relative alla rinnovabilità
Si tratta di un appalto rinnovabile: no
VI.3)Informazioni complementari:

Chiarimenti:

Eventuali richieste di chiarimenti dovranno essere inoltrate entro il giorno 1.6.2021, ore 17:00 tramite l’area messaggistica del portale acquisti.

Adempimenti tecnici preventivi alla fornitura:

La fornitura oggetto del presente bando di gara è sottoposta al preventivo conseguimento del certificato di idoneità tecnica del prodotto rilasciato dalla struttura tecnica competente di RFI, secondo le modalità e i tempi previsti all’art. 23 bis dello schema di contratto.

Si precisa inoltre quanto segue:

— gli operatori economici non in possesso di attestato di idoneità tecnica, come sopra definito, alla data di scadenza della presentazione delle offerte, potranno presentare offerta per uno o per entrambi i lotti oggetto di gara, essendo la presente procedura aperta alla partecipazione di qualsiasi concorrente, sia in possesso che non in possesso dell’idoneità tecnica (sempre che lo stesso sia in possesso di tutti gli altri requisiti richiesti dal presente bando),

— in caso di partecipazione di concorrenti plurisoggettivi, qualora anche uno solo dei soggetti costituenti detti concorrenti sia privo dell’attestato di idoneità tecnica del prodotto, a seguito della stipula del contratto, la fornitura potrà avere corso solo al momento in cui anche i soggetti privi di detta idoneità tecnica la ottengano, nei modi e termini previsti dallo schema di contratto posto a base di gara.

Verifica dei requisiti economici e tecnici:

Il concorrente, con la presentazione dell’offerta, è a conoscenza che RFI potrà effettuare controlli sulla veridicità delle dichiarazioni/certificazioni presentate, anche mediante la richiesta di documentazione attestante quanto dichiarato. A titolo esemplificativo e non esaustivo potranno essere effettuati presso l’amministrazione o l’ente competente, accertamenti sulle dichiarazioni/certificazioni presentate (ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n. 445/2000) o nel caso di verifica dei requisiti tecnici, potrà essere effettuata, a cura di incaricati di RFI, una visita ispettiva presso il sito di produzione sopra menzionato.

VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso
Denominazione ufficiale: Tribunale amministrativo regionale del Lazio — Sede di Roma
Indirizzo postale: via Flaminia 189
Città: Roma
Codice postale: 00196
Paese: Italia
Tel.: +39 06328721
Fax: +39 0632872315
Indirizzo Internet: https://www.giustizia-amministrativa.it
VI.4.3)Procedure di ricorso
Informazioni dettagliate sui termini di presentazione dei ricorsi:

Proposizione del ricorso innanzi al tribunale amministrativo regionale competente entro 30 giorni dalla data della pubblicazione del bando ovvero dalla piena conoscenza dell'atto ritenuto lesivo.

VI.4.4)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulle procedure di ricorso
Denominazione ufficiale: TAR del Lazio
Città: Roma
Paese: Italia
VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
21/05/2021