Servizi - 273820-2019

12/06/2019    S111    - - Servizi - Avviso di gara - Procedura aperta 

Italia-Bergamo: Servizi di smaltimento fanghi

2019/S 111-273820

Bando di gara – Servizi di pubblica utilità

Servizi

Legal Basis:

Direttiva 2014/25/UE

Sezione I: Ente aggiudicatore

I.1)Denominazione e indirizzi
Uniacque S.p.A.
Via delle Canovine 21
Bergamo
24126
Italia
Persona di contatto: Ing. Giuseppe Gorzio
Tel.: +39 0353070111
E-mail: gare@pec.uniacque.bg.it
Fax: +39 0353070110
Codice NUTS: ITC46

Indirizzi Internet:

Indirizzo principale: http://portaleappalti.uniacque.bg.it/portale

Indirizzo del profilo di committente: www.uniacque.bg.it

I.2)Appalto congiunto
I.3)Comunicazione
I documenti di gara sono disponibili per un accesso gratuito, illimitato e diretto presso: http://portaleappalti.uniacque.bg.it/portale/index.php/bandi
Ulteriori informazioni sono disponibili presso l'indirizzo sopraindicato
Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate in versione elettronica: http://portaleappalti.uniacque.bg.it/portale/index.php/bandi
Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate all'indirizzo sopraindicato
La comunicazione elettronica richiede l'utilizzo di strumenti e dispositivi che in genere non sono disponibili. Questi strumenti e dispositivi sono disponibili per un accesso gratuito, illimitato e diretto presso: http://portaleappalti.uniacque.bg.it/portale/index.php/registrazione
I.6)Principali settori di attività
Altre attività: Servizio idrico integrato

Sezione II: Oggetto

II.1)Entità dell'appalto
II.1.1)Denominazione:

Servizio biennale di recupero/smaltimento e trasporto dei fanghi prodotti dagli impianti di depurazione gestiti da Uniacque sul territorio della Provincia di Bergamo anni 2019-2020.

Numero di riferimento: 7449120
II.1.2)Codice CPV principale
90513900
II.1.3)Tipo di appalto
Servizi
II.1.4)Breve descrizione:

L'appalto ha quale oggetto l’erogazione dei servizi di recupero/smaltimento finale dei fanghi biologici, il nolo dei cassoni, il prelievo dei fanghi dai siti di produzione, il trasporto dei fanghi agli impianti di destino e l'esecuzione delle analisi del rifiuto. I fanghi sono prodotti presso gli impianti di depurazione gestiti da Uniacque ed è classificato come speciale non pericoloso ai sensi dell’art. 184 del decreto legislativo n. 152/2006 e s.m.i. In particolare, è definito con il codice EER 19 08 05 «fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane» (stato fisico: fangoso palabile). Le caratteristiche dei fanghi sono tali da renderli idonei al recupero od allo smaltimento. Il servizio è divisibile in parti principali e parti secondarie secondo il seguente elenco:

— recupero/smaltimento fanghi (principale),

— servizio di noleggio dei cassoni coperti (secondaria),

— servizio di carico e trasporto dei fanghi (secondaria)

— servizio analisi fanghi (secondaria).

II.1.5)Valore totale stimato
Valore, IVA esclusa: 12 672 000.00 EUR
II.1.6)Informazioni relative ai lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: sì
Le offerte vanno presentate per tutti i lotti
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

Servizio biennale di recupero/smaltimento e trasporto dei fanghi prodotti dagli impianti di depurazione gestiti da Uniacque sul territorio della Provincia di Bergamo. CIG: 7924362E61.

Lotto n.: 1
II.2.2)Codici CPV supplementari
90513900
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITC46
Luogo principale di esecuzione:

I fanghi sono prodotti presso gli impianti di depurazione gestiti dalla società Uniacque.

II.2.4)Descrizione dell'appalto:

Il «Lotto 1» riguarda il recupero/smaltimento dei fanghi prodotti presso gli impianti di depurazione presenti nei comuni di: Bagnatica, Bolgare, Boltiere, Calcinate, Calcio, Chiuduno, Cividate al Piano, Costa Volpino, Covo, Fontanella, Ghisalba, Gorlago, Grassobbio, Grumello del Monte, Lurano, Martinengo, Mornico al Serio, Palosco, Trescore Balneario, Valbrembo.

L'appalto riguarda l’erogazione dei servizi di recupero/smaltimento finale dei fanghi biologici, il nolo dei cassoni, il prelievo dei fanghi dai luoghi di produzione, il trasporto dei fanghi ai siti di destino e l’esecuzione delle relative analisi dei fanghi. Il rifiuto oggetto dell'appalto è classificato come speciale non pericoloso ai sensi dell’art. 184 del decreto legislativo n. 152/2006 e s.m.i. ed è definito con il codice EER 19 08 05 «fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane» (stato fisico: fangoso palabile).

Il quantitativo annuo presunto in tonnellate è 16 500,00 suddiviso come segue:

— fango «conforme» (i cui parametri sono adeguati ai limiti di ammissibilità agli impianti di trattamento e successivo utilizzo a beneficio dell’agricoltura, riportati nella tabella 5.1 contenuta nella D.G.R. Lombardia n. X/2031 del 1.7.2014): 12 500,00 t/anno,

— fango «non conforme»: 4 000,00 t/anno.

L’importo complessivo biennale per il lotto 1, stimato a base di gara ammonta a 6 336 000,00 EUR, IVA di legge esclusa, di cui 0,00 EUR quali costi per la sicurezza ed è così determinato:

— importo biennale a misura: 5 280 000,00 EUR,

— costi della sicurezza: 0,00 EUR,

— eventuale estensione contrattuale nel limite del 20 %: 1 056 000,00 EUR.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
I criteri indicati di seguito
Prezzo
II.2.6)Valore stimato
Valore, IVA esclusa: 6 336 000.00 EUR
II.2.7)Durata del contratto d'appalto, dell'accordo quadro o del sistema dinamico di acquisizione
Durata in mesi: 24
Il contratto d'appalto è oggetto di rinnovo: no
II.2.10)Informazioni sulle varianti
Sono autorizzate varianti: no
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: sì
Descrizione delle opzioni:

La stazione appaltante si riserva la facoltà di ridurre o di aumentare entro il limite del 20 %, le quantità di fango biologico soggette a recupero/smaltimento e conseguentemente le prestazioni contrattuali, alle medesime condizioni (condizioni e prezzi), in relazione anche all’eventuale possibilità di procedere alla sperimentazione di processi di trattamento dei fanghi stessi presso gli impianti o presso altri siti; si precisa che ciascuna annualità non sarà cumulabile alla successiva.

Importo dell'eventuale estensione contrattuale nel limite del 20 %: 1 056 000,00 EUR.

II.2.12)Informazioni relative ai cataloghi elettronici
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari

Il servizio è divisibile in parti principali e secondarie:

— recupero/smaltimento fanghi (principale),

— servizio noleggio dei cassoni coperti (secondaria),

— servizio di carico e trasporto dei fanghi (secondaria),

— servizio analisi fanghi (secondaria).

È previsto l'aggiornamento del prezzo di aggiudicazione, dal secondo anno, applicando l'indice ISTAT FOI senza tabacchi riferito all’anno precedente.

II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

Servizio biennale di recupero/smaltimento e trasporto dei fanghi prodotti dagli impianti di depurazione gestiti da Uniacque sul territorio della Provincia di Bergamo. Lotto 2: CIG: 79243769F0.

Lotto n.: 2
II.2.2)Codici CPV supplementari
90513900
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITC46
Luogo principale di esecuzione:

I fanghi sono prodotti presso gli impianti di depurazione gestiti dalla società Uniacque.

II.2.4)Descrizione dell'appalto:

Il “Lotto 2” riguarda il recupero/smaltimento dei fanghi prodotti presso gli impianti di depurazione presenti nei comuni di: BERGAMO, CASNIGO, CLUSONE, COLERE, COLOGNO AL SERIO, ONORE, PONTE NOSSA, RANICA, ROVETTA, SELVINO, STROZZA, VILLA D'OGNA, ZOGNO.

L'appalto riguarda l’erogazione dei servizi di recupero/smaltimento finale dei fanghi biologici, il nolo dei cassoni, il prelievo dei fanghi dai luoghi di produzione, il trasporto dei fanghi ai siti di destino e l’esecuzione delle relative analisi dei fanghi. Il rifiuto oggetto dell'appalto è classificato come speciale non pericoloso ai sensi dell’art. 184 del Decreto Legislativo n. 152/2006 e s.m.i. ed è definito con il codice EER 19 08 05 “fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane” (stato fisico: fangoso palabile).

Il quantitativo annuo presunto in tonnellate è di 16.500,00 suddiviso come segue:

— fango “conforme” (i cui parametri sono adeguati ai limiti di ammissibilità agli impianti di trattamento e successivo utilizzo a beneficio dell’agricoltura, riportati nella tabella 5.1 contenuta nella D.G.R. Lombardia n. X/2031 del 1o luglio 2014): 10.500,00 t/anno

Fango “non conforme”: 6.000,00 t/anno

L’importo complessivo biennale per il lotto 2, stimato a base di gara ammonta ad € 6.336.000,00, IVA di legge esclusa, di cui € 0,00 quali costi per la sicurezza ed è così determinato:

Importo biennale a misura € 5.280.000,00

Costi della sicuezza € 0,00

Eventuale Estensione contrattuale nel limite del 20 % € 1.056.000,00

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
I criteri indicati di seguito
Prezzo
II.2.6)Valore stimato
Valore, IVA esclusa: 6 336 000.00 EUR
II.2.7)Durata del contratto d'appalto, dell'accordo quadro o del sistema dinamico di acquisizione
Durata in mesi: 24
Il contratto d'appalto è oggetto di rinnovo: no
II.2.10)Informazioni sulle varianti
Sono autorizzate varianti: no
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: sì
Descrizione delle opzioni:

La stazione Appaltante si riserva la facoltà di ridurre o di aumentare entro il limite del 20 %, le quantità di fango biologico soggette a recupero/smaltimento e conseguentemente le prestazioni contrattuali, alle medesime condizioni (condizioni e prezzi), in relazione anche all’eventuale possibilità di procedere alla sperimentazione di processi di trattamento dei fanghi stessi presso gli impianti o presso altri siti; si precisa che ciascuna annualità non sarà cumulabile alla successiva.

Importo dell'eventuale estensione contrattuale nel limite del 20 % € 1.056.000,00.

II.2.12)Informazioni relative ai cataloghi elettronici
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari

Il servizio è divisibile in parti principali e secondarie: recupero/smaltimento fanghi (principale) - servizio noleggio dei cassoni coperti (secondaria) - servizio di carico e trasporto dei fanghi (secondaria) - servizio analisi fanghi (secondaria). E' previsto l'aggiornamento del prezzo di aggiudicazione, dal secondo anno, applicando l'indice ISTAT FOI senza tabacchi riferito all’anno precedente.

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)Condizioni di partecipazione
III.1.1)Abilitazione all’esercizio dell’attività professionale, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale
Elenco e breve descrizione delle condizioni:

Il Concorrente, a pena di esclusione, a norma dell’art. 83 c. 3 del nuovo codice deve essere iscritto nel Registro delle Imprese della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, se italiano o residente in Italia. Il Concorrente se italiano dichiara mediante la Domanda di partecipazione – Modello A, di essere iscritto nel Registro delle Imprese della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura, se con sede in uno degli Stati membri dell’U.E. deve comprovare la propria iscrizione ai registri professionali o commerciali di cui all'allegato XVI del nuovo codice, mediante dichiarazione giurata o secondo le modalità vigenti nello Stato membro nel quale è stabilito. Il Concorrente appartenente a Stati membri che non figurano nei citati allegati attesta, sotto la propria responsabilità, che il certificato prodotto è stato rilasciato dagli uffici abilitati alla gestione dei registri professionali o commerciali istituiti nel Paese in cui è residente.

Il Concorrente che svolge attività di recupero/ smaltimento fanghi, a pena di l’esclusione, deve essere in possesso della certificazione ISO 9001 in corso di validità con riferimento alla specifica attività di recupero/smaltimento fanghi, dimostrata mediante allegazione di copia conforme all’originale della stessa Certificazione.

Il Concorrente, che svolge attività di trasporto, a pena di esclusione, deve essere iscritto all’Albo Nazionale Gestori Ambientali come previsto dall’art. 212, comma 5, D.lgs. 152/2006 s.m.i.; in particolare è richiesta l’iscrizione alla Categoria 4 (raccolta e trasporto di rifiuti speciali non pericolosi prodotti da terzi) classe C o superiore per il codice EER 19.08.05, l’iscrizione deve essere in corso di validità e il Concorrente in regola con i versamenti annuali di iscrizione; per i soggetti residenti in paesi dell’Unione Europea diversi dall’Italia, iscrizione ad analogo registro professionale o commerciale, secondo le modalità vigenti nello Stato di residenza.

Il Concorrente che svolge attività di recupero e/o smaltimento dei rifiuti per il codice EER 19.08.05, a pena di esclusione, deve possedere le autorizzazioni, in corso di validità, necessarie ad esercitare tale attività e lo stesso essere in regola con i versamenti annuali di iscrizione. Maggiori informazioni sono riportate al punto 2.3.4 del disciplinare di gara cui si rimanda.

Il Concorrente che svolge attività di recupero e/o smaltimento dei rifiuti, a pena di esclusione, deve essere iscritto all’Albo Nazionale Gestori Ambientali nella Categoria 8 per la classe D o superiore, per lo svolgimento dell’attività di intermediazione. Maggiori informazioni sono riportate al punto 2.3.5 del disciplinare di gara cui si rimanda.

Tutte le informazioni relative ai requisiti e condizioni di gara sono contenute nel punto 2.3 "Requisiti speciali" del disciplinare di gara cui si rimanda.

III.1.2)Capacità economica e finanziaria
Elenco e breve descrizione dei criteri di selezione:

Referenze bancarie: Il Concorrente, a pena di esclusione, deve presentare n. 2 idonee referenze, a mezzo di dichiarazioni di primari istituti bancari o intermediari autorizzati ai sensi della Legge del 01.09.1993 n. 385.

Le dichiarazioni dovranno essere attinenti alla procedura in oggetto, identificare inequivocabilmente il Concorrente referenziato ed essere indirizzate ad Uniacque.

Le referenze bancarie devono essere inserite nella “BUSTA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA” per questo requisito non è sufficiente l’autocertificazione, ma le dichiarazioni devono essere accluse.

Fatturato globale di impresa: Il Concorrente, a pena di esclusione, deve possedere un fatturato globale di impresa (al netto dell’I.V.A.) realizzato negli ultimi tre esercizi finanziari (2015 – 2016 – 2017) antecedenti la data di pubblicazione del bando, pari almeno all'importo contrattuale del lotto per cui intende partecipare, ovvero non inferiore ad € 6.336.000,00 per il lotto 1, € 6.336.000,00 per il lotto 2, ovvero € 12.672.000,00 nel caso di partecipazione ad entrambi i lotti.

Il possesso del requisito di cui al presente punto 2.4.2 del disciplinare di gara dovrà essere dichiarato dal Concorrente mediante la DOMANDA DI PARTECIPAZIONE – MODELLO A, riportando l’importo del fatturato globale distinto per anno, sufficiente a coprire l’importo richiesto, come risultante dagli ultimi bilanci depositati (2015 - 2016 - 2017).

Servizi analoghi: Il Concorrente, a pena di esclusione, deve aver realizzato con esito positivo, negli ultimi tre anni antecedenti alla data di pubblicazione del presente bando di gara (dal 01.01.2016 al 31.12.2018) un importo per Servizi analoghi, distinto per anno, nel settore oggetto del presente appalto, non inferiore a quanto di seguito riportato:

• Lotto 1 € 3.168.000,00 per le attività inerenti il servizio oggetto d’appalto come definite all’art. 5 del CSA di cui almeno il 65 % dovrà riguardare l’attività di recupero/smaltimento finale;

• Lotto 2 € 3.168.000,00 per le attività inerenti il servizio oggetto d’appalto come definite all’art. 5 del CSA di cui almeno il 65 % dovrà riguardare l’attività di recupero/smaltimento finale;

• € 6.336.000,00 nel caso di partecipazione ad entrambi i lotti.

Il possesso del requisito di cui al presente punto dovrà essere dichiarato dal Concorrente mediante la DOMANDA DI PARTECIPAZIONE – MODELLO A, riportando l’importo per servizi analoghi distinto per anno, sufficiente a coprire l’importo richiesto.

Ulteriori informazioni sono contenute nel punto 2.4 del disciplinare di gara cui si rimanda.

III.1.3)Capacità professionale e tecnica
Elenco e breve descrizione dei criteri di selezione:

Laboratorio di analisi fanghi: Il Concorrente, a pena di esclusione, deve essere in possesso di laboratorio interno certificato per l’esecuzione delle analisi del rifiuto che garantisca di operare secondo i criteri definiti all’art. 5 del CSA. In alternativa qualora il Concorrente non fosse in possesso di proprio laboratorio interno certificato, deve impegnarsi ad affidare le analisi del rifiuto a laboratorio certificato, in possesso delle caratteristiche di cui all’art. 5 del CSA. Il possesso del requisito dovrà essere dichiarato dal Concorrente mediante la Domanda di partecipazione – Modello A.

Possesso Attrezzature minime per singolo Lotto: Il Concorrente, a pena di esclusione, deve possedere, a titolo di proprietà, leasing o altro diritto reale o di godimento, ovvero di nolo per tutta la durata temporale dell’appalto da comprovare entro 30 giorni dalla data di aggiudicazione definitiva, le seguenti attrezzature minime:

— n. 15 cassoni, idonei al contenimento dei rifiuti oggetto dell’appalto (art. 6 del CSA) con le seguenti caratteristiche:

O scarrabili e con capacità variabile tra 15 e 25 mc;

O contrassegnati con il valore della tara;

O a perfetta tenuta di liquidi per impedire qualsiasi sversamento nell’ambiente circostante;

O dotati di efficace copertura;

— n. 5 automezzi adibiti al trasporto dei cassoni scarrabili, utilizzabili contemporaneamente con le seguenti caratteristiche:

O attrezzati per autonome operazioni di carico e scarico dei cassoni forniti;

O autorizzati in relazione sia al Codice della Strada sia alle norme ambientali per la gestione rifiuti.

NEL CASO DI OFFERTA PER ENTRAMBI I LOTTI IL CONCORRENTE DOVRA’ DICHIARARE LA DISPONIBILITA’ DEL DOPPIO DELLE ATTREZZATURE MINIME RICHIESTE.

Il possesso della dotazione di cui al presente punto dovrà essere dichiarata dal Concorrente mediante la Domanda di partecipazione – Modello A.

Ulteriori informazioni sono contenute nei punti 2.3.6 e 2.3.7 del disciplinare di gara cui si rimanda.

III.1.4)Norme e criteri oggettivi di partecipazione
Elenco e breve descrizione delle norme e dei criteri:

NON sarà ammesso il subappalto per l’attività specifica di recupero/smaltimento finale del rifiuto codice EER 19.08.05 di cui alla precedente lettera a), è richiesto infatti che l’Appaltatore sia direttamente responsabile degli impianti di recupero/smaltimento;

NON sarà ammesso l’Avvalimento per la particolarità dei servizi previsti, tenuto conto che Uniacque intende garantirsi un controllo diretto delle attività.

NON saranno ammessi a partecipare i soggetti che svolgano solamente attività di intermediazione di rifiuti.

Sono da considerarsi secondarie e quindi subappaltabili nei limiti del 30 % dell’importo contrattuale, a norma dell’art. 105 del nuovo codice, le seguenti parti componenti il servizio di recupero/smaltimento:

— il carico e il trasporto dei fanghi sino all’impianto per il recupero e/o per lo smaltimento finale,

— il noleggio di cassoni,

— le analisi del rifiuto.

III.1.5)Informazioni concernenti contratti d'appalto riservati
III.1.6)Cauzioni e garanzie richieste:

I Concorrenti devono inserire nella “BUSTA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA” garanzia fideiussoria provvisoria sottoscritta digitalmente da entrambi i contraenti, di importo corrispondente al 2 % dell’importo complessivo a base di gara secondo le forme e con le modalità di cui all’art. 93 del nuovo codice e precisamente: € 105.600 per il Lotto 1; € 105.600 per il Lotto 2; € 211.200 se si presenta offerta per i 2 lotti.

La garanzia prestata mediante fideiussione dovrà: contenere espressa menzione dell’oggetto e del soggetto garantito; essere conforme allo schema tipo di cui al DM n. 31 del 19 gennaio 2018; avere validità 180 giorni dal termine di presentazione dell’offerta; contenere l’impegno a rilasciare la garanzia definitiva; prevedere rinuncia al beneficio della preventiva escussione, operatività entro 15 g, rinuncia ad eccepire la decorrenza dei termini di cui all’art. 1957 del codice civile.

Ulteriori informazioni sono contenute nel disciplinare di gara cui si rimanda.

III.1.7)Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:

L’appalto è finanziato con fondi propri della Stazione Appaltante. Il prezzo unitario contrattuale si applica a tutto il fango da avviare a recupero/smaltimento, indipendentemente dalle caratteristiche qualitative dello stesso, nei limiti specificati nel disciplianre di gara, l’importo complessivo mensile riconosciuto per lo svolgimento del servizio, per singolo impianto, sarà dato dal prodotto fra il prezzo unitario dcontrattuale e il quantitativo di fango inviato a smaltimento nel mese di riferimento. Per quanto attiene ai pagamenti, trova applicazione l'art. 3 della L. 13 agosto 2010, n. 136 in tema di tracciabilità dei flussi finanziari. Il corrispettivo per le prestazioni sarà liquidato in rate mensili posticipate, a seguito della ricezione di regolari fatture, il cui pagamento sarà effettuato a mezzo di bonifico bancario, entro 45 (quarantacinque) giorni fine mese dalla data di ricevimento della fattura.

III.1.8)Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto:

Alla procedura di gara possono partecipare i soggetti di cui all’art. 45 del nuovo codice, nonché i concorrenti con sede in altri stati diversi dall’Italia nel rispetto delle condizioni ivi poste.

Il servizio è divisibile in parti principali e secondarie ne consegue che potranno partecipare o costituirsi per la partecipazione, RTI di tipo verticale, orizzontale o misto.

Il RTI/consorzio ordinario non costituito deve produrre, preferibilmente mediante modello creato da Uniacque, atto di impegno, sottoscritto da tutte le imprese che si raggruppano, a costituire in caso di aggiudicazione un raggruppamento temporaneo mediante conferimento alla capogruppo di mandato speciale con rappresentanza.

Devono essere indicate le parti e le quote di partecipazione e di esecuzione nell'ambito del raggruppamento di ciascun componente. Per ulteriori precisazioni si rimanda al Disciplinare di gara.

III.2)Condizioni relative al contratto d'appalto
III.2.1)Informazioni relative ad una particolare professione
La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione
Citare le corrispondenti disposizioni legislative, regolamentari o amministrative:

Il Concorrente che svolge attività di recupero e/o smaltimento dei rifiuti per il codice EER 19.08.05, a pena di esclusione, deve possedere le autorizzazioni necessarie ad esercitare tale attività.

Si precisa che la gerarchia nella gestione dei rifiuti, con riferimento all’art. 179 del D. Lgs. n. 152/06, privilegia il recupero, prima della materia e poi dell’energia, rispetto allo smaltimento, in conformità a quanto espresso, in presenza di due o più, uguali migliori offerte, sarà privilegiato il concorrente in possesso di autorizzazione per effettuare operazioni di recupero di materia, mentre a parità di operazioni si procederà all’aggiudicazione provvisoria attraverso richiesta di offerta migliorativa.

Il Concorrente, che svolge attività di trasporto, a pena di esclusione, deve essere iscritto all’Albo Nazionale Gestori Ambientali (art. 212, c. 5, D.lgs. 152/2006 s.m.i.); in particolare è richiesta l’iscrizione alla Cat. 4 (raccolta e trasporto di rifiuti speciali non pericolosi prodotti da terzi) classe C o superiore per il codice EER 19.08.05, l’iscrizione deve essere in corso di validità e il Concorrente in regola con i versamenti annuali di iscrizione; per i soggetti residenti in paesi dell’Unione Europea diversi dall’Italia, iscrizione ad analogo registro professionale o commerciale, secondo le modalità vigenti nello Stato di residenza.

III.2.2)Condizioni di esecuzione del contratto d'appalto:

L'Appaltatore nel caso in cui abbia l’esigenza di disporre di ulteriori risorse umane, rispetto a quelle già presenti nella sua organizzazione, per lo svolgimento delle attività rientranti fra quelle oggetto dell’appalto, è tenuto in via prioritaria, qualora ciò sia coerente con la propria organizzazione di impresa, all’assunzione delle maestranze, dallo stesso individuate come idonee, che operano alle dipendenze dell’appaltatore/i uscente/i, qualora disponibili.

Il programma settimanale sarà inviato all’Aggiudicatario mediante e-mail entro e non oltre le ore 12.00 del giovedì della settimana precedente, il qiale sarà tenuto a confermarlo entro le ore 12.00 del mercoledì della settimana precedente. Il servizio dovrà essere svolto dalle ore 08:30 alle ore 12:00 e dalle ore 13:30 alle ore 16:00, alla presenza di personale della Committente o delegato, nei giorni lavorativi dal lunedì al venerdì, salvo diverse disposizioni impartite dalla Committente stessa per specifici impianti.

III.2.3)Informazioni relative al personale responsabile dell'esecuzione del contratto d'appalto

Sezione IV: Procedura

IV.1)Descrizione
IV.1.1)Tipo di procedura
Procedura aperta
IV.1.3)Informazioni su un accordo quadro o un sistema dinamico di acquisizione
IV.1.4)Informazioni relative alla riduzione del numero di soluzioni o di offerte durante la negoziazione o il dialogo
IV.1.6)Informazioni sull'asta elettronica
Ricorso ad un'asta elettronica
Ulteriori informazioni sull'asta elettronica:

Il disciplinare di gara contiene le norme integrative relative alle modalità di partecipazione, di compilazione epresentazione dell’offerta telematica, alla forma dei documenti da presentare e alla procedura di aggiudicazione, nonché alle altre ulteriori informazioni relative alla procedura aperta telematica.

IV.1.8)Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
L'appalto è disciplinato dall'accordo sugli appalti pubblici: no
IV.2)Informazioni di carattere amministrativo
IV.2.1)Pubblicazione precedente relativa alla stessa procedura
IV.2.2)Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
Data: 09/07/2019
Ora locale: 12:00
IV.2.3)Data stimata di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare
IV.2.4)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione:
Italiano
IV.2.6)Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta
L'offerta deve essere valida fino al: 05/01/2020
IV.2.7)Modalità di apertura delle offerte
Data: 10/07/2019
Ora locale: 09:30
Luogo:

Le operazioni di gara per l'apertura delle offerte telematiche avranno luogo in apposita sala presso la sede diUniacque SpA - Via delle Canovine, 21 - 24126 Bergamo.

Informazioni relative alle persone ammesse e alla procedura di apertura:

La procedura telematica, non prevede sedute pubbliche per l’apertura delle buste telematiche costituenti leofferte, la segretezza e l'immodificabilità delle stesse è garantita dai requisiti di sicurezza del sistema informaticoin uso e dalla tracciabilità nei log di sistema del PORTALE APPALTI

Le modalità di svolgimento della gara telematica sono descritte nel disciplinare di gara cui si rimanda.

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)Informazioni relative alla rinnovabilità
Si tratta di un appalto rinnovabile: no
VI.2)Informazioni relative ai flussi di lavoro elettronici
Sarà accettata la fatturazione elettronica
Sarà utilizzato il pagamento elettronico
VI.3)Informazioni complementari:

La documentazione di gara è disponibile sul «portale appalti» al link: http://portaleappalti.uniacque.bg.it/portale.

Il bando ed il Disciplinare di gara sono inoltre pubblicati sui siti internet:

www.osservatorio.oopp.regione.lombardia.it della Regione Lombardia,

www.servizicontrattipubblici.it del ministero delle Infrastrutture e trasporti.

In caso di contrasto tra gli atti di gara e i dati strutturali caricati a sistema prevalgono i primi.

Ai sensi dell’articolo 52 del nuovo codice, le informazioni possono essere richieste esclusivamente informa scritta; è possibile ottenere chiarimenti sulla presente procedura inoltrando i quesiti direttamente attraverso il suddetto «portale appalti», utilizzando l’apposita funzione «Per inviare un quesito sulla procedura clicca qui» presente all’interno del bando relativo alla procedura di gara in oggetto entro il termine perentorio del 24.6.2019 — ore 12:00. Le richieste di chiarimenti devono essere formulate esclusivamente in lingua italiana.

Le comunicazioni, trattandosi di gara telematica, relative alla presente procedura di gara — comprese le comunicazioni di esclusione e quelle di cui all’art. 76 del D.Lgs. 50/16 – saranno effettuate agli operatori tramite il suddetto «portale appalti» e saranno reperibili nell’area privata dello stesso, ossia l’area visibile dopo l’inserimento dei codici di accesso, sia nella sezione «Documenti collegati» relativa al bando in oggetto sia nella cartella «Comunicazioni». Le stesse saranno inoltrate, come avviso, all’indirizzo pec dell’operatore, cosi come risultante dai dati presenti nel «portale appalti».

È previsto il pagamento della contribuzione all’Autorità nazionale anti corruzione (ANAC) uno per ciascun lotto per il quale si presenta offerta secondo gli importi sotto specificati:

— lotto 1 — CIG: 7924362E61 — 200,00 EUR,

— lotto 2 — CIG: 79243769F0 — 200,00 EUR.

L’appalto è articolato in 2 lotti, denominati «lotto 1» e «lotto 2» e ciascun concorrente potrà presentare offerta per entrambi i lotti e risultare aggiudicatario di entrambi, qualora risulti il migliore offerente sia per il «lotto 1» che per il «lotto 2».

La stipulazione del contratto non costituisce, per Uniacque, impegno ad esaurire integralmente l’importo massimo contrattuale, ai sensi dell’art. 106, comma 12 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i.

Uniacque si riserva, dovesse ricorrere il caso, di aumentare o diminuire le prestazioni contrattuali, alle medesime condizioni (condizioni e prezzo), entro il limite del 20 % dell’importo del contratto.

Nell’eventualità di 2 o più, uguali migliori offerte, si procederà, alla richiesta di offerta migliorativa mediante comunicazione attraverso il «portale appalti». Nel caso in cui non fosse possibile raggiungere una miglioria economica, si procederà, all’aggiudicazione provvisoria attraverso sorteggio automatico tra le 2 o più uguali migliori offerte presentate, effettuato attraverso il «portale appalti».

Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, sempre che essa sia ritenuta idonea e conveniente.

L'aggiudicatario dovrà stipulare prima della consegna del servizio una polizza assicurativa che tenga indenne Uniacque da:

— responsabilità civile per danni (RCT), a cose e persone, causati a terzi nell’esecuzione delle prestazioni contrattuali svolte direttamente e di quelle subappaltate/subaffidate; tale polizza dovrà avere un massimale pari ad almeno 1 000 000,00 EUR per ogni sinistro a prima richiesta,

— responsabilità civile per danni ambientali da inquinamento, con un massimale pari ad almeno 1 000 000,00 EUR per sinistro, a prima richiesta.

Ulteriori informazioni sono riportate nel Disciplinare di gara cui si rimanda.

VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso
Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia — sede staccata di Brescia
Via Carlo Zima 3
Brescia
25121
Italia
Tel.: +39 0302279401
Fax: +39 0302423383
VI.4.2)Organismo responsabile delle procedure di mediazione
Responsabile unico del procedimento: ing. Giuseppe Gorzio
Via delle Canovine 21
Bergamo
24126
Italia
Tel.: +39 0353070770
E-mail: giuseppe.gorzio@uniacque.bg.it
Fax: +39 0353070110

Indirizzo Internet: www.uniacque.bg.it

VI.4.3)Procedure di ricorso
Informazioni dettagliate sui termini di presentazione dei ricorsi:

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 119 e 120 del codice del processo amministrativo (D.Lgs. n. 104 del 2010), è possibile presentare ricorso al T.A.R. Lombardia sezione di Brescia:

— entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente bando di gara,

— entro 30 giorni dalla comunicazione del provvedimento di esclusione,

— entro 30 giorni dalla comunicazione del provvedimento di aggiudicazione per le imprese ammesse a presentare offerta.

Non è ammesso ai sensi e per gli effetti dell’art. 128 del citato codice il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

VI.4.4)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulle procedure di ricorso
Ufficio gare
Via delle Canovine 21
Bergamo
24126
Italia
Tel.: +39 0353070111
E-mail: gare@uniacque.bg.it
Fax: +39 0353070110

Indirizzo Internet: www.uniacque.bg.it

VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
07/06/2019