Lavori - 61460-2019

08/02/2019    S28    - - Lavori - Avviso di aggiudicazione - Procedura negoziata senza previa indizione di gara 

Italia-Genova: Lavori di demolizione di edifici e lavori di movimento terra

2019/S 028-061460

Avviso di aggiudicazione di appalto

Risultati della procedura di appalto

Lavori

Legal Basis:

Direttiva 2014/24/UE

Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice

I.1)Denominazione e indirizzi
Commissario straordinario per la ricostruzione del viadotto Polcevera
Genova
Italia
E-mail: commissario.ricostruzione.genova@postecert.it
Codice NUTS: ITC33

Indirizzi Internet:

Indirizzo principale: www.commissario.ricostruzione.genova.it

I.2)Appalto congiunto
I.4)Tipo di amministrazione aggiudicatrice
Ministero o qualsiasi altra autorità nazionale o federale, inclusi gli uffici a livello locale o regionale
I.5)Principali settori di attività
Servizi generali delle amministrazioni pubbliche

Sezione II: Oggetto

II.1)Entità dell'appalto
II.1.1)Denominazione:

Appalto di lavori di demolizione del viadotto Polcevera

II.1.2)Codice CPV principale
45110000
II.1.3)Tipo di appalto
Lavori
II.1.4)Breve descrizione:

Appalto pubblico dei lavori per la realizzazione, in estrema urgenza, di tutte le opere per la demolizione, la rimozione, lo smaltimento e il conferimento in discarica o in altro sito dei materiali di risulta del Viadotto Polcevera in Genova, affidato mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara — Decreto del Commissario Straordinario n. 3 del 13.11.2018.

L'affidamento dell'appalto, dopo la ricognizione iniziale contenuta nel Decreto del Commissario straordinario n. 3 del 13.11.2018, sulla effettiva esistenza di straordinarie condizioni di urgenza che consentissero di procedere ad uno o più affidamenti diretti ai sensi dell’art. 32 della Direttiva 2014/24/UE e quindi sulla determinazione di procedere ad affidamenti diretti in base a questa disposizione (decreto del quale è stata anche chiesta la volontaria pubblicazione sulla G.U nazionale e su quella dell'Unione Europea), ha seguito distinte fasi operative, come da successivi decreti del Commissario.

II.1.6)Informazioni relative ai lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: no
II.1.7)Valore totale dell’appalto (IVA esclusa)
Valore, IVA esclusa: 19 000 000.00 EUR
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:
II.2.2)Codici CPV supplementari
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITC33
Luogo principale di esecuzione:

Genova

II.2.4)Descrizione dell'appalto:

Appalto pubblico dei lavori per la realizzazione, in estrema urgenza, di tutte le opere per la demolizione, la rimozione, lo smaltimento e il conferimento in discarica o altro sito dei materiali di risulta del Viadotto Polcevera in Genova.

L'appalto in oggetto è disciplinato dal D.L. 109/2018, così come convertito dalla Legge 130/2018, entrata in vigore il 20.11.2018, che:

— In premessa, così recita: «considerata la necessità di garantire misure urgenti ... omissis ... per le attività di demolizione del viadotto e di realizzazione di infrastrutture necessarie ad assicurare la viabilità nel Comune di Genova e nelle relative aree portuali, in termini di continuità rispetto alle iniziative intraprese dal Commissario delegato nominato con ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione civile n. 539 del 20.8.2018».

- All'art. 1, comma 1, prevede la nomina di un Commissario straordinario per la ricostruzione, avvenuta con D.P.C.M. 4.10.2018, e di una struttura commissariale di supporto.

- All'art. 1, comma 5, stabilisce che il Commissario straordinario operi in deroga ad ogni disposizione di legge diversa da quella penale, fatto salvo il rispetto delle disposizioni del codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al D.Lgs. 6.9.2011, n. 159, nonché dei vincoli inderogabili derivanti dall'appartenenza all'Unione europea.

- All'art. 1, comma 7, stabilisce che l'affidamento degli appalti avvenga ai sensi dell'art. 32 della Direttiva 2014/24/UE, che disciplina la procedura negoziata senza previa pubblicazione.

Tale estrema flessibilità della procedura trova ulteriore giustificazione nel fatto che il viadotto autostradale, dopo l'evento del 14.8.2018, è stato sottoposto a sequestro probatorio ai fini penali e tale situazione è rimasta in essere sino alla data di svolgimento della negoziazione ma permane a tutt'oggi, data di redazione della presente relazione. Ne deriva che l'esecuzione dei lavori di demolizione e successiva ricostruzione potrebbe essere oggetto di sostanziale ridefinizione in correlazione alle esigenze di conservazione della prova penale che, nella situazione data, appaiono prioritarie rispetto alle modalità operative definite in sede contrattuale dal committente.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Prezzo
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari

Sezione IV: Procedura

IV.1)Descrizione
IV.1.1)Tipo di procedura
Aggiudicazione di un appalto senza previa pubblicazione di un avviso di indizione di gara nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea nei casi elencati di seguito
  • Ragioni di estrema urgenza derivanti da eventi imprevedibili dall’amministrazione aggiudicatrice, nel rispetto delle rigorose condizioni fissate dalla direttiva
Spiegazione:

Estrema urgenza disposta dal D.L. 109/2018, ma anche autonomamente e specificamente constatata nel Decreto del Commissario Straordinario n. 3 del 13.11.2018.

L'appalto in oggetto è disciplinato dal D.L. 109/2018, così come convertito dalla Legge 130/2018, entrata in vigore il 20.11.2018, che:

— In premessa, così recita: «considerata la necessità di garantire misure urgenti ... omissis ... per le attività di demolizione del viadotto e di realizzazione di infrastrutture necessarie ad assicurare la viabilità nel Comune di Genova e nelle relative aree portuali, in termini di continuità rispetto alle iniziative intraprese dal Commissario delegato nominato con ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione civile n. 539 del 20.8.2018».

— All'art. 1, comma 1, prevede la nomina di un Commissario straordinario per la ricostruzione, avvenuta con D.P.C.M. 4.10.2018, e di una struttura commissariale di supporto.

— All'art. 1, comma 5, stabilisce che il Commissario straordinario operi in deroga ad ogni disposizione di legge diversa da quella penale, fatto salvo il rispetto delle disposizioni del codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al D.Lgs. 6.9.2011, n. 159, nonché dei vincoli inderogabili derivanti dall'appartenenza all'Unione europea.

— All'art. 1, comma 7, stabilisce che l'affidamento degli appalti avvenga ai sensi dell'art. 32 della Direttiva 2014/24/UE, che disciplina la procedura negoziata senza previa pubblicazione.

IV.1.3)Informazioni su un accordo quadro o un sistema dinamico di acquisizione
IV.1.6)Informazioni sull'asta elettronica
IV.1.8)Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
L'appalto è disciplinato dall'accordo sugli appalti pubblici: no
IV.2)Informazioni di carattere amministrativo
IV.2.1)Pubblicazione precedente relativa alla stessa procedura
Numero dell'avviso nella GU S: 2018/S 225-513874
IV.2.8)Informazioni relative alla chiusura del sistema dinamico di acquisizione
IV.2.9)Informazioni relative alla fine della validità dell'avviso di indizione di gara in forma di avviso di preinformazione

Sezione V: Aggiudicazione di appalto

Denominazione:

Appalto pubblico dei lavori, in estrema urgenza, di demolizione del viadotto Polcevera

Un contratto d'appalto/lotto è stato aggiudicato: sì
V.2)Aggiudicazione di appalto
V.2.1)Data di conclusione del contratto d'appalto:
18/01/2019
V.2.2)Informazioni sulle offerte
Numero di offerte pervenute: 24
L'appalto è stato aggiudicato a un raggruppamento di operatori economici: sì
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
Fratelli Omini S.p.A.
Via Gramsci 35
Novate Milanese
Italia
Codice NUTS: ITC33
Il contraente è una PMI: sì
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
Fagioli S.p.A.
Sant'Ilario D'Enza (RE)
Italia
Codice NUTS: ITH53
Il contraente è una PMI: sì
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
Ireos S.p.A.
Genova
Italia
Codice NUTS: ITC33
Il contraente è una PMI: sì
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
IPE Progetti S.r.l.
Torino
Italia
Codice NUTS: ITC11
Il contraente è una PMI: sì
V.2.4)Informazione sul valore del contratto d'appalto /lotto (IVA esclusa)
Valore totale del contratto d'appalto/del lotto: 19 000 000.00 EUR
V.2.5)Informazioni sui subappalti

Sezione VI: Altre informazioni

VI.3)Informazioni complementari:

Ragioni della scelta: Si è ritenuta più idonea al risultato ottimale questa proposta, per le seguenti caratteristiche:

— proposta di rinforzare la porzione di viadotto lato est in modo da garantire il transito temporaneo su Via Fillak ed evitare l’ulteriore chiusura di strade, attesa l’attuale criticità della viabilità cittadina;

— il rinforzo di cui sopra consente di garantire al massimo la salute dei lavoratori addetti al cantiere e della popolazione dimorante nei quartieri circostanti, anche rispetto al rischio amianto;

— disponibilità massima nel rispettare ogni prescrizione o indicazione che dovessero provenire dalla Procura della Repubblica di Genova e/o dall’Ufficio delle Indagini Preliminari del Tribunale di Genova in conseguenza dell’attuale situazione di sequestro penale a fini probatori in cui si trovano le parti residuali del Ponte Morandi;

— disponibilità ad iniziare i lavori il 15.12.2018;

— dimensione economica favorevole;

— dimensione ed affidabilità delle aziende coinvolte.

VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso
TAR Liguria
Genova
Italia
VI.4.2)Organismo responsabile delle procedure di mediazione
VI.4.3)Procedure di ricorso
VI.4.4)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulle procedure di ricorso
VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
05/02/2019