Consulta la nostra pagina dedicata alla COVID-19 per le gare d’appalto relative al fabbisogno di attrezzature mediche.

La Conferenza sul futuro dell'Europa è la tua occasione per condividere le tue idee e plasmare il futuro dell'Europa. Fai sentire la tua voce!

Servizi - 92723-2017

Mostra versione ridotta

11/03/2017    S50

Italia-Torino: Servizi di trasporto terrestre

2017/S 050-092723

Avviso di preinformazione relativo a un contratto di servizio pubblico

Formulario standard per la notifica ai sensi dell'articolo 7, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 1370/2007 da pubblicare un anno prima dell’inizio della procedura di gara o dell'aggiudicazione diretta nel Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Regolamento (CE) n. 1370/2007

Sezione I: Autorità competente

I.1)Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Denominazione ufficiale: Agenzia della mobilità piemontese
Indirizzo postale: Corso Marconi 10
Città: Torino
Codice postale: 10125
Paese: Italia
Persona di contatto: Servizio Giuridico
Posta elettronica: info.gare@mtm.torino.it
Telefono: +39 0113025211
Fax: +39 0113025200

Indirizzi internet:

Indirizzo generale dell'amministrazione aggiudicatrice: http://www.mtm.torino.it

Ulteriori informazioni sono disponibili presso:
I punti di contatto sopra indicati

I.2)Tipo di autorità competente
Autorità regionale o locale
I.3)Principali settori di attività
Servizi ferroviari
Servizi di trasporto ferroviario urbano/metropolitana leggera, metropolitana, tram, filobus o autobus
I.4)Aggiudicazione del contratto per conto di altre autorità competenti
L'amministrazione aggiudicatrice acquista per conto di altre amministrazioni aggiudicatrici: no

Sezione II: Oggetto dell'appalto

II.1)Descrizione
II.1.1)Denominazione conferita all'appalto:
Concessione dei servizi di trasporto pubblico locale nel Bacino Nord-Est della Regione Piemonte.
II.1.2)Tipo di contratto, settore oggetto del servizio di trasporto pubblico
Categoria di servizi n. T-05: Servizi di trasporto mediante autobus (urbano/regionale)
Settori oggetto dei servizi di trasporto pubblicoLuogo principale di esecuzione dei lavori, di consegna delle forniture o di prestazione dei servizi: Servizi di trasporto mediante autobus (urbano/regionale).

Codice NUTS ITC1 Piemonte,ITC12 Vercelli,ITC13 Biella,ITC14 Verbano-Cusio-Ossola,ITC15 Novara

II.1.3)Breve descrizione dell'appalto
Affidamento in concessione dei servizi di trasporto pubblico urbani ed extraurbani, afferenti al Bacino Nord-Est della Regione Piemonte comprendente le province di Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli.
II.1.4)Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

60100000 Servizi di trasporto terrestre, 60112000 Servizi di trasporto pubblico terrestre

II.1.5)Informazioni sui subappalti
È previsto il subappalto: sì
Indicare il valore o la percentuale dell'appalto subappaltabile a terzi:
percentuale minima: 0(%) percentuale massima: 30(%) del valore dell'appalto.

Breve descrizione del valore/percentuale dell’appalto da subappaltare: È ammesso il subappalto di: 1) Servizi automobilistici; 2) Servizi ferroviari; il subappalto dei servizi ferroviari afferenti al bacino nord-est riguarda sia i servizi ferroviari attualmente attivi, sia i servizi ferroviari attualmente sospesi come descritto nella documentazione rinvenibile sul sito dell'agenzia www.mtm.torino.it

II.2)Quantitativo e/o valore dei servizi:
La concessione riguarda il servizio di trasporto pubblico locale extraurbano afferente al territorio delle province di Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli nonché i servizi urbani del comune di Biella, Novara, Verbania, Vercelli; sono inoltre inclusi ulteriori servizi urbani minori e servizi in Area a Domanda Debole

Gli attuali servizi sono descritti nel sito dell'agenzia www.mtm.torino.it

In sede di offerta tecnica-economica l'impresa dovrà formulare proposta per l'esercizio dei seguenti servizi ferroviari: Arona-Novara e Novara-Domodossola;

L'impresa potrà inoltre formulare proposta per la riattivazione dell'esercizio ferroviario sulle linee sospese afferenti al bacino Nord-Est; l'elenco delle linee e le relative informazioni sono presenti sul sito dell'agenzia www.mtm.torino.it

Le proposte tecnico-economiche delle imprese dovranno riguardare, tra l'altro, lo sviluppo di progetti di esercizio integrato ferro-gomma attraverso la riorganizzazione dei servizi automobilistici afferenti i servizi ferroviari sopra descritti.
Il servizio è di tipo net-cost: i ricavi da traffico sono direttamente introitati dal concessionario ed in parte variabile, definita secondo specifici criteri e modalità, destinati al clearing delle tariffe integrate.

I sistemi tariffari integrati attualmente attivi, ai quali potranno aggiungersi nuovi sistemi tariffari integrati e/o estensioni dei medesimi, sono il Sistema tariffario Formula così come descritto nel documento denominato «Agenzia per la mobilità Metropolitana e il Sistema tariffario Formula» (pubblicato all'indirizzo internet dell'Agenzia www.mtm.torino.it/it/tariffe/ Agenzia_Formula_26mag09.pdf); a titolo informativo si precisa che è presente sul territorio del bacino metropolitano il titolo denominato «Biglietto Integrato» approvato con Deliberazione dell'Assemblea dell'Agenzia n. 4 del 16.9.2013 e relativi accordi attuativi (anche questo rinvenibile sul sito dell'Agenzia www.mtm.torino.it/it/tariffe/).

Il Programma Triennale dei Servizi 2016-2018 della Regione Piemonte, attualmente in fase di elaborazione, prevede la revisione complessiva del sistema tariffario regionale con una unica tariffa interurbana di corsa semplice per ogni origine/destinazione collegata dal TPL; tale nuovo sistema sarà introdotto sui servizi oggetto di concessione.
La quantità di servizi automobilistici è stimata in circa 15 500 000 bus-km annui; il valore dei servizi è riferito alla compensazione economica annua degli obblighi di servizio (par III.1.5) dei servizi automobilistici (stimato in un importo variabile fra 25 000 000 EUR e 26 000 000 EUR/annui al netto dell'imposta sul valore aggiunto pari al 10 %;
Oltre alle compensazioni per obblighi di servizio è prevista l'erogazione di contributi ai sensi delle leggi 47/04, 58/05, 296/06 sulla base del numero di addetti con CCNL autoferrotranvieri e del relativo parametro contrattuale; tali contributi ammontano a circa 3 300 000 EUR/annui (stima da consuntivo 2015).
Per quanto concerne i servizi ferroviari, per i quali è consentito l'integrale subaffidamento, si ha:
— l'attuale produzione annua del servizio ferroviario Arona-Novara è pari a circa 180.000 treni-km;
— l'attuale produzione annua del servizio ferroviario Novara-Domodossola è pari a circa 540 000 treni-km.
Per l'esercizio dei servizi ferroviari sono stimate compensazioni degli obblighi di servizio pari a 10 000 000 EUR/annui oltre IVA; per i servizi ferroviari l'impresa dovrà garantire che i gestori dell'infrastruttura abilitino l'Ente concedente, per l'intera durata del contratto, alla consultazione via internet dei sistemi di circolazione (obblighi di informazione e rendicontazione di cui al punto III.I.5)
Il valore delle compensazioni contrattuali unitarie sarà definito in funzione degli eventuali recuperi di efficienza ed economicità rivenienti dalla procedura, delle dinamiche inflattive, nonché dell'incremento dell'utenza e dei relativi ricavi da traffico secondo le specifiche previste nel PEF.
km di servizi di trasporto pubblico di passeggeri: 15500000
Valore stimato, IVA esclusa:
Valore: tra 25 000 000 e 26 000 000 EUR
II.3)Inizio e durata previsti del contratto o termine per il completamento
inizio: 15.6.2019
Durata in mesi: 72 (dall'aggiudicazione dell'appalto)
II.4)Breve descrizione della natura e dell'entità dei lavori

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)Condizioni relative all'appalto
III.1.1)Parametri di costo per le compensazioni:
Il calcolo della compensazioni nonché il necessario PEF e le correlate misure incentivanti, sarà sviluppato in coerenza con le indicazioni della Delibera ART n. 49 del 17.6.2015.
Il Pef dovrà sviluppare uno specifico programma di investimenti con risorse proprie aziendali; le risorse regionali che si renderanno disponibili durante il periodo dell'affidamento saranno destinate a programmi di investimento integrativi rispetto a quelli proposti dall'impresa affidataria.
I parametri utilizzati per le compensazioni faranno riferimento a :
EUR/bus-km;
EUR/posto-km;
EUR/treno-km;
EUR/ora di servizio al pubblico per servizi (quali informazioni e assistenza agli utenti, ecc.).
Oltre alle compensazioni per obblighi di servizio è prevista l'erogazione di contributi ai sensi delle leggi 47/04, 58/05, 296/06 sulla base del numero di addetti con CCNL autoferrotranvieri e del relativo parametro contrattuale.
Maggiori informazioni sulle modalità di calcolo del contributo sono rinvenibili sul sito dell'agenzia.
III.1.2)Informazioni sui diritti di esclusiva:
Sono concessi diritti di esclusiva: no
III.1.3)Ripartizione dei ricavi dalla vendita di biglietti:
Percentuale destinata all'operatore: 100(%) (la parte restante è da considerarsi attribuita all'autorità competente)
III.1.4)Standard sociali:
Elenco degli standard richiesti (comprendente il personale interessato, i dettagli dei diritti e degli obblighi contrattuali e le condizioni alle quali i dipendenti sono vincolati ai servizi): Secondo indicazioni delibera ART n. 49 del 17.6.2015 e deliberazione Giunta Regionale 6.7.2015 n. 57-1706.
III.1.5)Obblighi di servizio pubblico:
Specificazioni: Gli obblighi di servizio previsti saranno dettagliati nella documentazione di gara e comprenderanno:
Obblighi d’esercizio; obblighi relativi al personale addetto al servizio; obblighi relativi ai rotabili adibiti al servizio; obblighi relativi al monitoraggio dei veicoli e dei servizi; obblighi tariffari; obblighi relativi alla qualità dei servizi; obblighi di informazione e rendicontazione.
Il complesso degli obblighi di servizio descritti trova compensazione economica all'interno del valore della concessione riportato al par. II.2)
III.1.6)Altre condizioni particolari:
La realizzazione dell'appalto è soggetta a condizioni particolari: sì

Soggezione al Sistema di integrazione tariffaria della Regione Piemonte e compatibilità con lo standard BIP (vedi sito web http://bip.piemonte.it/bip-card/)

La durata contrattuale di cui al punto II.3) è prorogabile di ulteriori 36 mesi sulla base del programma di investimenti realizzato dall'operatore (art. 4, paragrafo 4 del Regolamento (CE) n. 1370/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio).
III.2)Condizioni di partecipazione
III.2.1)Capacità economica e finanziaria

Informazioni e formalità necessarie per valutare se i requisiti sono soddisfatti:

Iscrizione al Sistema di Qualificazione — Concessionari dei servizi di trasporto pubblico locale dell'Agenzia della mobilità piemontese (cfr. http://mtm.torino.it/it/amministrazione-trasparente/bandidi-gara-e-contratti/sistema-di-qualificazione-deiconcessionari-di-tpl).

Livello minimo di standard eventualmente richiesti:

Iscrizione alla Categoria A — Classe 4 del Sistema di qualificazione.

III.2.2)Requisiti tecnici

Informazioni e formalità necessarie per valutare se i requisiti sono soddisfatti:

Iscrizione al Sistema di Qualificazione — Concessionari dei servizi di trasporto pubblico locale dell'Agenzia della mobilità piemontese (cfr. http://mtm.torino.it/it/amministrazione-trasparente/bandidi-gara-e-contratti/sistema-di-qualificazione-deiconcessionari-di-tpl).

Livello minimo di standard eventualmente richiesti:

Iscrizione alla Categoria A — Classe 4 del Sistema di qualificazione.

III.3)Obiettivi di qualità per contratti di servizi
Descrizione: Gli obiettivi di qualità e gli standard qualitativi minimi del servizio riguarderanno la regolarità e puntualità dei servizi, la velocità commerciale, l'affidabilità del servizio, l'informazione all'utenza, il rispetto dell'ambiente, l'età dei rotabili, la manutenzione, il comfort, la pulizia dei veicoli, la sicurezza, il comportamento del personale nonché gli obiettivi di efficienza ed efficacia nella produzione del servizio e le penalità in caso di mancato rispetto degli impegni assunti.
Il monitoraggio potrà essere condotto dall'Ente concedente o da terzi incaricati; sarà previsto l'obbligo in capo all'impresa di garantare all'Ente concedente l'accesso in tempo reale ai sistemi AVM/BIP.
L'Ente concedente descriverà gli standard di qualità monitorati ed effettivamente conseguiti negli ultimi esercizi.
Informazioni e biglietti: Saranno indicate le informazioni minime per l’utenza, in relazione alle diverse tipologie dei canali informativi utilizzati, nonché le obbligazioni a carico dell’Impresa concessionaria relativamente alla «Carta della qualità dei servizi».
Saranno previste le tipologie di biglietti/abbonamenti e le tariffe autorizzate dall’Ente competente nonché le modalità di diffusione dei canali di vendita e distribuzione (biglietteria, esercizi commerciali, siti web ecc.) nonché le modalità di comunicazione e informazione nei confronti degli utenti.
Saranno specificate le categorie di utenti che godranno a diverso titolo di agevolazioni tariffarie.
Saranno previste comunicazioni periodiche inerenti il numero di titoli di viaggio venduti, disaggregati per tipologia (corsa semplice, abbonamenti, biglietti integrati, ecc) e per direttrice/linea interessata e/o zona di accesso (obblighi di informazione e rendicontazione di cui al punto III.1.5).
Puntualità e affidabilità: Gli indici di puntualità ed affidabilità di sistema sono misurati attraverso un flusso informativo fra il sistema di AVM/BIP a bordo veicoli e l’Ente concedente.
L'impresa concessionaria dovrà garantire che il sistema AVM/BIP sia consultabile in tempo reale via internet da parte dell'Ente concedete per l'intera durata del contratto (obblighi di informazione e rendicontazione di cui al punto III.1.5).
Gli indici rappresentano e misurano il grado di soddisfacimento di standard di servizio in materia di efficienza ed efficacia della programmazione e della gestione dei servizi.
I principali indici di sistema utilizzati sono:
— A - Affidabilità: rapporto fra il numero di servizi resi in maniera completa ed il numero di servizi programmati.
— P - Puntualità: rapporto fra il numero di servizi arrivati alle fermate di rilevazione entro il valore di puntualità previsto ed il numero di servizi circolati.
L'Ente concedente descriverà gli indici monitorati ed effettivamente conseguiti negli ultimi esercizi secondo i dati in proprio possesso.
Soppressione di servizi: Oltre ai sistemi di detrazioni riguardanti i servizi soppressi e non effettuati saranno previsti obblighi relativi a servizi sostitutivi/taxi per garantire la mobilità degli utenti.
Premi e penalità: Saranno previste penali per il mancato rispetto degli obblighi di servizio.
Si prevede l'introduzione di un sistema di valutazione della prestazione complessiva del servizio, che includerà la qualità prevista e la qualità percepita, per la piena erogazione delle compensazioni.
Pulizia del materiale rotabile e delle stazioni: Sono previsti programmi di pulizia dei veicoli con standard minimi di qualità nonché programmi di monitoraggio e rendicontazione che potranno dare seguito all'applicazione di penali.
Indagine sul grado di soddisfazione della clientela: Saranno forniti elementi per definire periodicità e modalità di realizzazione dell'indagine, contenuti da analizzare e risultati da rendicontare nella carta della qualità dei servizi.
Trattamento dei reclami: Saranno forniti gli standard minimi per il trattamento dei reclami, la rendicontazione degli stessi nonché le modalità di gestione dei reclami da rendere note anche attraverso la pubblicazione nella carta della qualità dei servizi.
Assistenza alle persone con mobilità ridotta: Saranno forniti elementi per l'elaborazione della carta della qualità dei servizi con riferimento agli obblighi di servizio di cui al punto III.1.5 per le particolari esigenze dell'utenza.
Altro: Saranno posti in capo all'impresa concessionaria:
- obiettivi finalizzati al recupero di efficienza ed economicità del contratto di servizio;
- obiettivi finalizzati all'incremento del numero di passeggeri trasportati dal servizio;
- obiettivi ed obblighi per il contrasto dell'evasione tariffaria (obblighi di servizio di cui al punto III.1.5);
- obblighi per l'accesso in tempo reale al sistema di monitoraggio dei servizi, alla rilevazione delle validazioni dei titoli di viaggio (obblighi di informazione e rendicontazione di cui al punto III.1.5):
- obblighi di informazione art. 18 L.R. 1/2000
- obblighi di certificazione qualità, ambiente, sicurezza.

Sezione IV: Procedura

IV.1)Tipo di procedura
Aperta
IV.2)Criteri di aggiudicazione
IV.2.1)Criteri di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati nel capitolato d'oneri, nell’invito a presentare offerte o a negoziare oppure nel documento descrittivo
IV.2.2)Informazioni sull'asta elettronica
Ricorso ad un'asta elettronica: no
IV.3)Informazioni di carattere amministrativo
IV.3.1)Numero di riferimento attribuito al dossier:
IV.3.2)Condizioni per ottenere il capitolato d'oneri e la documentazione complementare

Documenti a pagamento: no
IV.3.3)Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
IV.3.4)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione
italiano.
IV.3.5)Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta
IV.3.6)Modalità di apertura delle offerte

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)Informazioni complementari:
VI.2)Procedure di ricorso
VI.2.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso

Denominazione ufficiale: Tribunale Amministrativo Regionale
Indirizzo postale: Corso Stati Uniti 45
Città: Torino
Codice postale: 10129
Paese: Italia
Posta elettronica: to_ricevimento_ricorsi_cpa@pec.ga-cert.it
Telefono: +39 0115576477
Fax: +39 011539265

VI.2.2)Presentazione di ricorsi
VI.2.3)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione dei ricorsi
VI.3)Notifica di aggiudicazione:
L'avviso di aggiudicazione del contratto sarà pubblicato nel Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea: sì
VI.4)Data di spedizione del presente avviso:
6.3.2017