Servizi - 134308-2016

Mostra versione ridotta

19/04/2016    S76

Italia-Viggiano: Servizi di progettazione di impianti all'aperto

2016/S 076-134308

Bando di gara

Servizi

Direttiva 2004/18/CE

Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice

I.1)Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Denominazione ufficiale: Centrale Unica di Committenza dei Comuni di: Viggiano, Grumento Nova, Moliterno, Montemurro, Sarconi e Spinoso
Indirizzo postale: Via Roma 51
Città: Viggiano
Codice postale: 85059
Paese: Italia
Persona di contatto: Area tecnica, Settore LL.PP. e Infrastrutture
All'attenzione di: ing. Maria Teresa Vignola
Posta elettronica: lavoripubbliciviggiano@pec.it
Telefono: +39 097561142
Fax: +39 097561137

Indirizzi internet:

Indirizzo generale dell'amministrazione aggiudicatrice: http://www.comuneviggiano.it

Indirizzo del profilo di committente: http://www.comuneviggiano.it

Accesso elettronico alle informazioni: http://www.comuneviggiano.it

Ulteriori informazioni sono disponibili presso:
I punti di contatto sopra indicati

Il capitolato d'oneri e la documentazione complementare (inclusi i documenti per il dialogo competitivo e per il sistema dinamico di acquisizione) sono disponibili presso:
I punti di contatto sopra indicati

Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate a:
I punti di contatto sopra indicati

I.2)Tipo di amministrazione aggiudicatrice
Autorità regionale o locale
I.3)Principali settori di attività
Servizi generali delle amministrazioni pubbliche
I.4)Concessione di un appalto a nome di altre amministrazioni aggiudicatrici

Sezione II: Oggetto dell'appalto

II.1)Descrizione
II.1.1)Denominazione conferita all'appalto dall'amministrazione aggiudicatrice:
Procedura aperta per l'affidamento di un incarico di progettazione preliminare e definitiva dei lavori di «Prolungamento e collegamento comprensoriale per la valorizzazione delle piste da sci».
II.1.2)Tipo di appalto e luogo di consegna o di esecuzione
Servizi
Categoria di servizi n. 12: Servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria, anche integrata; servizi attinenti all’urbanistica e alla paesaggistica; servizi affini di consulenza scientifica e tecnica; servizi di sperimentazione tecnica e analisi
Luogo principale di esecuzione dei lavori, di consegna delle forniture o di prestazione dei servizi: Viggiano (PZ).

Codice NUTS ITF51 Potenza

II.1.3)Informazioni sugli appalti pubblici, l'accordo quadro o il sistema dinamico di acquisizione (SDA)
L'avviso riguarda un appalto pubblico
II.1.4)Informazioni relative all'accordo quadro
II.1.5)Breve descrizione dell'appalto o degli acquisti
L'incarico consisterà nella progettazione preliminare e definitiva degli interventi di «Prolungamento e collegamento comprensoriale per la valorizzazione delle piste da sci», opera inserita nel programma triennale lavori pubblici del Comune di Viggiano relativo al triennio 2015-2017, approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n.15 in data 28.5.2015; ulteriori dettagli sono contenuti nello schema di contratto disciplinare di inca
Termini e prestazioni dell'appalto:
Progetto preliminare:
— Consegna degli elaborati del progetto preliminare nel termine massimo di giorni 60 (sessanta) dalla data di firma del contratto disciplinare di incarico;
— Fanno parte della progettazione preliminare:
1. Tutte le prestazioni previste dall'art. 17, comma 1 del DPR 207/2010;
Progetto definitivo:
— Consegna degli elaborati del progetto definitivo nel termine massimo di giorni 90 (novanta) dalla data della comunicazione di approvazione del progetto preliminare;
— Fanno parte della progettazione definitiva:
1. Tutte le prestazioni previste dall'art. 24, commi 1 e 2, del DPR 207/2010;
2. Il piano di sicurezza e di coordinamento di cui all'articolo 100, comma 1, del D.Lgs.81 del 2008;
3. Tutti gli elaborati necessari al rilascio delle prescritte autorizzazioni ed approvazioni in materia ambientale e quelli previsti dall'art.24, comma 3 del DPR 207/2010, poiché il progetto definitivo è posto a base di gara ai sensi dell'articolo 53, comma 2, lettera b), del D.Lgs. n. 163 del 2006.
L'elenco delle autorizzazioni in materia ambientale è contenuto al paragrafo G) della relazione dello studio di fattibilità approvato con D.G.C. n.200 in data 8.9.2015. L' Amministrazione si riserva di aggiungere, a detto elenco, ogni ulteriore elaborato la cui necessità dovesse emergere in sede di conferenza dei servizi o altro.
II.1.6)Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

71222000 Servizi di progettazione di impianti all'aperto

II.1.7)Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
L'appalto è disciplinato dall'accordo sugli appalti pubblici (AAP): sì
II.1.8)Lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: no
II.1.9)Informazioni sulle varianti
Ammissibilità di varianti: sì
II.2)Quantitativo o entità dell'appalto
II.2.1)Quantitativo o entità totale:
Il corrispettivo per i servizi richiesti è calcolato in base al D.M. 31.10.2013, n.143. Le prestazioni considerate ai fini della determinazione dell'importo complessivo e, quindi, della soglia di affidamento sono le seguenti:
— Progettazione preliminare,
— Progettazione definitiva,
riferite agli interventi di «Prolungamento e collegamento comprensoriale per la valorizzazione delle piste da sci».
In base alle computazioni dello «Studio di fattibilità», approvato con deliberazione di Giunta Comunale del Comune di Viggiano 200 in data 8.9.2015, risulta:
Importo complessivo delle opere: 60 000 EUR Edilizia (E.05); 615 000 EUR Infrastrutture per la mobilità (V.02); 13 416 000 EUR Infrastrutture per la mobilità (V.03); 3 390 000 EUR Strutture (S.03); 144 000 EUR Strutture (S.04); 920 000 EUR IImpianti (IA.01); 370 000 EUR IImpianti (IA.03); 615 000 EUR Paesaggio (P.01).
L'importo a base d'asta del servizio da affidare, comprendente la progettazione preliminare e definitiva è di 993 018,59 EUR (novecentonovantatremiladiciotto/59) oltre ad oneri previdenziali (INARCASSA o altri Enti) ed I.V.A. L'importo a base d'asta del servizio da affidare è determinato come specificato nell'allegato A del contratto disciplinare di incarico.
II.2.2)Opzioni
Opzioni: no
II.2.3)Informazioni sui rinnovi
L'appalto è oggetto di rinnovo: no
II.3)Durata dell'appalto o termine di esecuzione

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)Condizioni relative all'appalto
III.1.1)Cauzioni e garanzie richieste:
Non sono richieste cauzioni;
III.1.2)Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:
Finanziamento con fondi comunali; nessuna anticipazione; i compensi saranno corrisposti su presentazione di fattura da parte dell'aggiudicatario, con le modalità indicate nel Contratto disciplinare di incarico.
III.1.3)Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto:
Tutte quelle previste dall'ordinamento, compreso il raggruppamento temporaneo mediante atto di mandato collettivo speciale e irrevocabile ex art. 37, commi 15, 16 e 17, d.lgs. n. 163 del 2006.
III.1.4)Altre condizioni particolari
La realizzazione dell'appalto è soggetta a condizioni particolari: sì
Descrizione delle condizioni particolari: Le condizioni del Contratto disciplinare di incarico sono parte integrante del presente bando di gara.
Ai sensi dell'art. 26, comma 3-bis, primo periodo, del d.lgs. n. 81 del 2008 non sono previsti oneri di sicurezza per rischi da interferenze e non è redatto il DUVRI.
III.2)Condizioni di partecipazione
III.2.1)Situazione personale degli operatori economici, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: 1) forma giuridica tra quelle ex art. 90, comma 1, lettere dalla d) alla h), del d.lgs. n. 163 del 2006, compreso i soggetti che abbiano stipulato il contratto di «gruppo europeo di interesse economico» (GEIE), con:
a) iscrizione ai relativi ordini professionali per i soggetti di cui al punto III.3.1). Tale iscrizione deve abilitare ad espletare le prestazioni attinenti al presente bando di gara. Nel caso in cui si tratta di un cittadino di altro Stato membro non residente in Italia, ai sensi dell'art. 39, comma 2 potrà essere richiesto di comprovare l'iscrizione secondo le modalità vigenti nello Stato di residenza.
b) limitatamente ai concorrenti organizzati in forma societaria, iscrizione alla C.C.I.A.A. o altro registro ufficiale se stabiliti in altri paesi della U.E.;
2) requisiti di ordine generale e assenza cause di esclusione ex art. 38, comma 1, del d.lgs. n. 163 del 2006 anche ai sensi della vigente legislazione antimafia, a cui si applicano le condizioni di cui ai commi 1-bis e 2 della stessa norma e le limitazioni di cui all'art. 253 del d.P.R. n. 207 del 2010, dichiarati come da disciplinare di gara;
a) fallimento, liquidazione coatta, concordato preventivo, salvo il caso di cui all'articolo 186-bis del regio decreto 16.3.1942, n. 267, o altro procedimento per una di tali situazioni;
b) pendenza procedimento per l'applicazione di una misura di prevenzione o di una causa ostativa di cui rispettivamente all'art. 6 o all'art. 67 del d.lgs. n. 159 del 2011;
c) sentenza di condanna passata in giudicato, o decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'art. 444 c.p.p., per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale;
d) violazione del divieto di intestazione fiduciaria posto all'art. 17 della legge n. 55 del 1990;
e) violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro;
f) grave negligenza o malafede nell'esecuzione delle prestazioni affidate dalla stazione appaltante che bandisce la gara; o errore grave nell'esercizio dell'attività professionale;
g) violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti;
h) iscrizione nel casellario informatico per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione in merito a requisiti e condizioni rilevanti per la partecipazione a procedure di gara e per l'affidamento dei subappalti;
i) violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui sono stabiliti;
l) non essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavori dei disabili di cui a legge n. 68 del 1999;
m) sanzione di interdizione di cui all'art. 9, comma 2, lettera c), d.lgs. n. 231 del 2001 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione, compreso i provvedimenti interdittivi di cui all'art. 14, comma 1, d.lgs. n. 81 del 2008;
m-ter) vittime dei reati di concussione o estorsione, aggravati per associazione mafiosa, che non hanno denunciato i fatti all'autorità giudiziaria, emergente dagli indizi a base della richiesta di rinvio a giudizio formulata nell'anno antecedente alla pubblicazione del bando di gara;
m-quater) situazione di controllo o altra relazione, con altro partecipante alla stessa procedura, che comporti l'imputazione delle offerte a un unico centro decisionale, alle condizioni di cui all'art. 38, comma 2;
3) condizioni di cui al punto 2), lettera c), anche per soggetti cessati nell'anno precedente;
4) assenza di partecipazione plurima artt. 36, comma 5, e 37, comma 7, d.lgs. n. 163 del 2006;
5) assenza cause di incompatibilità artt. 10, comma 6, e 253, commi 1 e 2, d.P.R. n. 207 del 2010, art. 53, comma 16-ter, d.lgs. n. 165 del 2001 e art. 21 del decreto legislativo n. 39 del 2013;
III.2.2)Capacità economica e finanziaria
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: Ai sensi dell'art. 41, comma 2, terzo periodo, del d.lgs. n. 163 del 2006, non è richiesto il requisito del fatturato in servizi tecnici.
III.2.3)Capacità tecnica
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti:
I concorrenti, per partecipare alla gara in oggetto e a pena di esclusione dalla stessa, devono essere in possesso dei seguenti requisiti minimi di capacità tecnico-professionale (ai sensi art. 42 d.Lgs. 163 del 2006 e art. 263 del d.P.R. n. 207 del 2010): a) servizi di cui all'art. 252 d.P.R. n. 207 del 2010, svolti negli ultimi 10 anni (dal 2006 al 2015), per un importo non inferiore a 1 (una) volta l'importo di ciascuna delle tipologie dei lavori per i quali devono essere svolti i servizi, così identificati in base all'art. 8 e alla tavola Z-1 del d.m. n. 143 del 2013:
ID E.05 (classe/categoria: I.b), grado di complessità G = 0.65, importo: 60 000 EUR;
ID V.02 (classe/categoria: VI.a), grado di complessità G = 0.45, importo: 615 000 EUR;
ID V.03 (classe/categoria: VI.b), grado di complessità G = 0.75, importo: 13 416 000 EUR;
ID S.03 (classe/categoria: I.g), grado di complessità G = 0.95, importo: 3 390 000 EUR;
ID S.04 (classe/categoria: IX.b), grado di complessità G = 0.90, importo: 144 000 EUR;
ID S.05 (classe/categoria: IX.b/ IX.c), grado di complessità G = 1.05, importo: 460 000 EUR;
ID IA.01 (classe/categoria: III.a), grado di complessità G = 0.75, importo: 460 000 EUR;
ID IA.03 (classe/categoria: III.c), grado di complessità G = 1.15, importo: 370 000 EUR;
ID P.01 (classe/categoria: servizi svolti con riferimento alla parte IV- sez.1 del D.M. 232/1991),
grado di complessità G = 0.85, importo: 615 000 EUR;
Importo totale dei lavori oggetto di intervento: 19 530 000 EUR.
In caso di prestazioni parziali, si intende che i suddetti requisiti debbano risultare dalla somma dei lavori per ciascuna delle categorie delle opere di cui sopra. Ad esempio, per il requisito in ID E.05, deve risultare che la somma dei servizi inerenti le progettazioni o gli altri servizi tecnici di cui all'art. 252 del d.P.R. n. 207 del 2010, sia di importo almeno uguale a 60 000 EUR; ciò deve risultare per ciascuna delle altre categorie.
La documentazione relativa ai suddetti requisiti deve essere predisposta utilizzando l'allegato O del d.P.R. n. 207 del 2010, e sarà inserita nel plico della «Documentazione amministrativa» dell'offerta di gara, indicando il soggetto che ha svolto il servizio e la natura delle prestazioni effettuate.
Le opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti richiesti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi medesimi.
Si precisa che i servizi tecnici valutabili, di cui all'art. 252 d.P.R. n. 207 del 2010, sono quelli iniziati, ultimati e approvati nel decennio di riferimento, ovvero la parte di essi ultimata ed approvata nello stesso periodo per il caso di servizi iniziati in epoca precedente.
Sono valutabili anche i servizi svolti per committenti privati, documentati attraverso certificati di buona e regolare esecuzione rilasciati dagli stessi committenti o dichiarati dall'operatore economico che fornirà, su richiesta della stazione appaltante, prova dell'avvenuta esecuzione del servizio attraverso gli atti autorizzativi o concessori o il certificato di collaudo, inerenti il lavoro per il quale è stata svolta la prestazione ovvero tramite copia del contratto e delle fatture.
b) espletamento di 2 servizi (cosiddetti servizi di punta) negli ultimi 10 anni (dal 2006 al 2015), riguardanti servizi identificati come alla lettera a); l'importo della somma di non più di 2 servizi non deve essere inferiore a 0,40 volte l'importo di ciascuna delle tipologie dei servizi per i quali devono essere svolti i servizi di cui alla presente procedura;
c) numero medio annuo del personale tecnico utilizzato nei migliori 3 anni tra gli ultimi 5 anni antecedenti la data del bando, non inferiore a 8 (2 volte il numero del personale tecnico necessario per l'espletamento del servizio stimato in 4 unità).
Nei raggruppamenti temporanei i requisiti di cui alle lettere a) e c), devono essere posseduti dal mandatario in misura maggiore rispetto a ciascun mandante e, comunque, in misura non inferiore al 40 per cento del totale; la restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dal/dai mandante/i.
I raggruppamenti temporanei devono dichiarare l'impegno a costituirsi ed indicare, per ciascun operatore economico raggruppato, le quote di partecipazione (se orizzontali) o le parti di servizi da affidare (se verticali) (art. 37, commi 4 e 8, d.lgs. n. 163 del 2006); deve essere indicata, altresì, la presenza di un professionista tecnico laureato abilitato alla professione da meno di 5 anni (art. 275 e art. 253, comma 5, d.P.R. n. 207 del 2010).
III.2.4)Informazioni concernenti appalti riservati
III.3)Condizioni relative agli appalti di servizi
III.3.1)Informazioni relative ad una particolare professione
La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione: sì
Citare la corrispondente disposizione legislativa, regolamentare o amministrativa applicabile: — un architetto o un ingegnere per la progettazione generale;
— un ingegnere per opere di ingegneria;
— un soggetto abilitato al coordinamento per la sicurezza e la salute nei cantieri temporanei e mobili, ai sensi dell'articolo 98 del decreto legislativo n. 81 del 2008;
— un geologo per la redazione della relazione geologica, ai sensi dell'articolo 91, comma 3, del decreto legislativo n. 163 del 2006.
III.3.2)Personale responsabile dell'esecuzione del servizio
Le persone giuridiche devono indicare il nome e le qualifiche professionali del personale incaricato della prestazione del servizio: sì

Sezione IV: Procedura

IV.1)Tipo di procedura
IV.1.1)Tipo di procedura
Aperta
IV.1.2)Limiti al numero di operatori che saranno invitati a presentare un’offerta
IV.1.3)Riduzione del numero di operatori durante il negoziato o il dialogo
IV.2)Criteri di aggiudicazione
IV.2.1)Criteri di aggiudicazione

Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati di seguito

1. Adeguatezza dell'offerta (secondo quanto stabilito dall'art. 266, c.1, lett. b), p.to 1) del d.P.R. n. 207/2010). Ponderazione 40

2. Caratteristiche metodologiche dell'offerta desunte dalla illustrazione delle modalità di svolgimento delle prestazioni oggetto dell'incarico (secondo quanto stabilito dall'art. 266, c.1, lett. b), p.to 2) del d.P.R. n. 207/2010). Ponderazione 30

3. Ribasso percentuale unico indicato nell'offerta economica. Ponderazione 25

4. Riduzione percentuale da applicarsi al tempo fissato dal presente bando. Ponderazione 5

IV.2.2)Informazioni sull'asta elettronica
IV.3)Informazioni di carattere amministrativo
IV.3.1)Numero di riferimento attribuito al dossier dall’amministrazione aggiudicatrice:
CUP: F24B15000430004; CIG : 66346140AD
IV.3.2)Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto
IV.3.3)Condizioni per ottenere il capitolato d'oneri e documenti complementari o il documento descrittivo
Termine per il ricevimento delle richieste di documenti o per l'accesso ai documenti: 15.6.2016 - 12:00
Documenti a pagamento: no
IV.3.4)Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
21.6.2016 - 12:00
IV.3.5)Data di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare
IV.3.6)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione
italiano.
IV.3.7)Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta
in giorni: 180 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte)
IV.3.8)Modalità di apertura delle offerte
Persone ammesse ad assistere all'apertura delle offerte: sì
Informazioni complementari sulle persone ammesse e la procedura di apertura: La Stazione Appaltante provvederà, mediante apposita commissione nominata dal Responsabile del Servizio, all'apertura delle offerte in seduta pubblica presso il Comune di Viggiano — via Roma 51, nella data e nell'ora che saranno rese note a tutti i concorrenti, tramite comunicazione all'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC), con anticipo di almeno 3 giorni, nonché sul profilo di committente.

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)Informazioni sulla periodicità
Si tratta di un appalto periodico: no
VI.2)Informazioni sui fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
VI.3)Informazioni complementari
A) appalto indetto con determinazione n.458 del 12.4.2016 (n. di sett. 82 del 12.4.2016) (art. 55, comma 3, d.lgs. n. 163 del 2006);
b) il plico di invio deve essere chiuso e sigillato; deve pervenire all'indirizzo di cui al punto I.1) e deve contenere:
b.1) la documentazione amministrativa;
b.2) l'offerta tecnica, in apposita busta interna al plico e contrassegnata dalla dicitura «Offerta tecnica» con la documentazione prescritta dal disciplinare di gara necessaria al fine di individuare gli elementi di valutazione di cui al punto IV.2.1), numeri 1 e 2;
b.3) l'offerta economica e di tempo, in apposita busta interna al plico e contrassegnata dalla dicitura «Offerta economica e tempo», con offerte redatte con le modalità e alle condizioni di cui al successivo punto c).
c) L'offerta di prezzo deve essere espressa mediante ribasso percentuale unico sull'importo dei corrispettivi posti a base di gara di cui al punto II.2.1); ai sensi dell'art. 87, comma 4, secondo periodo del d.Lgs. n. 163 del 2006 l'offerta deve essere corredata dall'indicazione dell'incidenza percentuale o dell'importo dei costi di sicurezza aziendali propri dell'offerente quale componente interna del corrispettivo.
L'offerta di tempo deve essere espressa mediante riduzione percentuale del termine di esecuzione posto a base di gara costituito dal periodo di cui al punto II.1.5).
d) aggiudicazione con il metodo aggregativo compensatore di cui all'allegato M al d.P.R. n. 207 del 2010, con le specificazioni di cui al disciplinare di gara;
e) aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida (art. 55, comma 4, d.lgs. n. 163 del 2006);
f) indicazione del professionista, persona fisica, incaricato dell'integrazione tra le prestazioni specialistiche (art. 90, comma 7, secondo periodo, d.lgs. n. 163 del 2006); indicazione delle eventuali prestazioni da affidare in subappalto, nei limiti di cui all'articolo 91, comma 3, del d.lgs. n. 163 del 2006;
g) i raggruppamenti temporanei devono dichiarare l'impegno a costituirsi, indicare per ciascun operatore economico raggruppato le quote di partecipazione (se orizzontali) o le parti di servizi da affidare (se verticali) (art. 37, commi 4 e 8, d.lgs. n. 163 del 2006) e la presenza di un professionista tecnico laureato abilitato alla professione da meno di 5 anni (art. 275 e art. 253, comma 5, d.P.R. n. 207 del 2010);
h) i consorzi stabili devono indicare i consorziati che contribuiscono ai requisiti o che sono indicati come esecutori, per tali consorziati dichiarazioni possesso requisiti (art. 36, d.lgs. n. 163 del 2006);
i) ammesso avvalimento alle condizioni di cui all'art. 49 del d.lgs. n. 163 del 2006 come specificato nel disciplinare di gara;
j) indicazione del domicilio eletto per le comunicazioni e dell'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) per le predette comunicazioni; (art. 79, comma 5-quinquies, d.lgs. n. 163 del 2006);

k) pagamento di 80 EUR a favore dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ex AVCP), con versamento on-line al portale http://contributi.avcp.it previa registrazione mediante carta di credito Visa, MasterCard, Diners, AmEx oppure in contanti, muniti del modello di pagamento rilasciato dal Servizio di riscossione, presso i punti vendita dei tabaccai lottisti abilitati al pagamento di bollettini, indicando codice fiscale e il CIG di cui al punto IV.3.1);

l) il sopralluogo assistito in sito è facoltativo;
m) la sanzione di cui all'art. 38, comma 2-bis, del d.lgs. n. 163 del 2006, è stabilita in 5 000 EUR (cinquemila);
n) è richiesta l'allegazione del «PASSOE» rilasciato dall'ANAC ai sensi dell'art. 2, comma 3, lettera b), della deliberazione dell'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici n. 111 del 20.12.2012;
o) i soggetti ammessi a presenziare all'apertura delle offerte dovranno essere muniti di delega o procura dell'offerente, oppure dotati di rappresentanza legale o direttori tecnici degli offerenti;
p) controversie contrattuali deferite all'Autorità giudiziaria del Foro di Potenza;
q) responsabile del procedimento: ing. Maria Teresa Vignola, recapiti come al punto I.1).

Il bando di gara, il disciplinare di gara e la relativa modulistica, il contratto disciplinare di incarico nonché tutti gli atti che compongono lo studio di fattibilità approvato con del G.C. n. 200 in data 8.9.2015 sono pubblicati: all'Albo pretorio del Comune di Viggiano, sul sito Ministero della Infrastrutture ovvero http://siab.regione.basilicata.it/ e sul profilo di committente www.comuneviggiano.it/bandi/.

L'estratto del bando di gara è altresì pubblicato su: GUUE, GURI e su 4 quotidiani, di cui due a diffusione locale «Corriere del Mezzogiorno- ed.Puglia», «La Gazzetta dello Sport ed.Puglia e Basilicata» e 2 a diffusione nazionale «Il Corriere della Sera», «La Stampa».

Gli stessi atti sono consultabili e liberamente scaricabili dal sito istituzionale www.comuneviggiano.it/ (sezione bandi e concorsi).

È possibile acquistare, previa prenotazione ( 0975 61142 area LL.PP.), una copia su supporto magnetico degli elaborati dello studio di fattibilità, previa presentazione della ricevuta di avvenuto versamento della somma di 25 EUR, su c.c.p. n. 14378855 oppure su c.c. bancario presso la Banca Popolare di Bari con codice IBAN IT92 M054 2404 2970 0002 0400 887 BIC: BPBAIT3B, intestato al Comune di Viggiano Servizio Tesoreria, riportante la causale «Ritiro CD Elaborati Studio di Fattibilità per il prolungamento e collegamento comprensoriale per la valorizzazione delle pista da sci» fino a 2 giorni antecedenti il termine di presentazione delle offerte (il Comune di Viggiano, in base alla normativa vigente sul copyright, è titolare dei diritti di proprietà intellettuale e di utilizzo-diffusione relativi ai diversi elementi contenuti nel progetto di cui al presente bando e ne autorizza l'uso solo ai fini della partecipazione alla presente gara d'appalto).

Le informazioni inerenti la procedura di gara possono essere richieste esclusivamente in forma scritta (mediante PEC all'indirizzo: lavoripubbliciviggiano@pec.it) presso la Stazione appaltante all'indirizzo di cui al punto I.1) del bando di gara.

VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso

Denominazione ufficiale: TAR Basilicata
Indirizzo postale: Via Rosica 89/91
Città: Potenza
Codice postale: 85100
Paese: Italia
Telefono: +39 0971414111
Fax: +39 0971414243
Indirizzo internet: https://www.giustizia-amministrativa.it

VI.4.2)Presentazione di ricorsi
Informazioni precise sui termini di presentazione dei ricorsi: Previa eventuale comunicazione di voler proporre ricorso giurisdizionale:
a) entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente bando per motivi che ostano alla partecipazione;
b) entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento di esclusione;
c) entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento di aggiudicazione.
VI.4.3)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione dei ricorsi

Denominazione ufficiale: Responsabile del procedimento di cui al punto VI.3), lettera q)
Paese: Italia

VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
14.4.2016