Servizi - 249889-2019

29/05/2019    S103    Servizi - Avviso di gara - Procedura aperta 

Italia-Genova: Servizi connessi ai rifiuti urbani e domestici

2019/S 103-249889

Bando di gara

Servizi

Base giuridica:

Direttiva 2014/24/UE

Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice

I.1)Denominazione e indirizzi
Denominazione ufficiale: Stazione Unica Appaltante della Città Metropolitana di Genova
Indirizzo postale: Piazzale G. Mazzini 2
Città: Genova
Codice NUTS: ITC33
Codice postale: 16122
Paese: Italia
Persona di contatto: Dott.ssa Rossella Bardinu
E-mail: ufficiogare@cittametropolitana.genova.it
Tel.: +39 0105499304-271
Fax: +39 0105499443

Indirizzi Internet:

Indirizzo principale: http://www.cittametropolitana.genova.it

Indirizzo del profilo di committente: http://sua.cittametropolitana.genova.it

I.2)Appalto congiunto
I.3)Comunicazione
I documenti di gara sono disponibili per un accesso gratuito, illimitato e diretto presso: https://sua.cittametropolitana.genova.it/
Ulteriori informazioni sono disponibili presso l'indirizzo sopraindicato
Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate al seguente indirizzo:
Denominazione ufficiale: Città Metropolitana di Genova
Indirizzo postale: Piazzale Mazzini 2
Città: Genova
Codice postale: 16122
Paese: Italia
Tel.: +39 01054991
E-mail: ufficiogare@cittametropolitana.genova.it
Fax: +39 010549244
Codice NUTS: ITC33

Indirizzi Internet:

Indirizzo principale: www.cittametropolitana.genova.it

I.4)Tipo di amministrazione aggiudicatrice
Autorità regionale o locale
I.5)Principali settori di attività
Servizi generali delle amministrazioni pubbliche

Sezione II: Oggetto

II.1)Entità dell'appalto
II.1.1)Denominazione:

Comune di Chiavari, servizi integrati di igiene urbana

Numero di riferimento: 4391
II.1.2)Codice CPV principale
90500000
II.1.3)Tipo di appalto
Servizi
II.1.4)Breve descrizione:

Il bando si riferisce all’assegnazione dei servizi integrati di igiene urbana nel territorio del Comune di Chiavari.

II.1.5)Valore totale stimato
Valore, IVA esclusa: 4 648 703.36 EUR
II.1.6)Informazioni relative ai lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: no
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:
II.2.2)Codici CPV supplementari
90510000
90600000
90610000
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITC33
Luogo principale di esecuzione:

Comune di Chiavari.

II.2.4)Descrizione dell'appalto:

L’appalto ha per oggetto l’affidamento dei servizi integrati di igiene urbana (che comprendono, tra gli altri, i servizi di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani, i servizi di spazzamento strade; la gestione dei CCR) nel territorio del Comune di Chiavari, secondo le modalità indicate nel Capitolato Speciale d’Oneri. Importo totale a base di gara 4 648 703,36 EUR, al netto degli oneri fiscali (stima riferita ad un periodo ipotetico di 14 mesi). L’importo degli oneri per la sicurezza da interferenze è pari a 43 438,93 EUR IVA e/o altre imposte e contributi di legge esclusi e non è soggetto a ribasso. Il valore totale comprensivo di tutte le ipotesi di rinnovo (pari a complessivi 38 mesi) è stimato in 12 617 909,12 EUR, IVA esclusa. Finanziamento: con risorse di bilancio del Comune di Chiavari.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Il prezzo non è il solo criterio di aggiudicazione e tutti i criteri sono indicati solo nei documenti di gara
II.2.6)Valore stimato
Valore, IVA esclusa: 12 617 909.12 EUR
II.2.7)Durata del contratto d'appalto, dell'accordo quadro o del sistema dinamico di acquisizione
Durata in mesi: 14
Il contratto d'appalto è oggetto di rinnovo: sì
Descrizione dei rinnovi:

L’appalto potrà essere rinnovato per un ulteriore periodo di 2 anni, rispetto al termine perentorio stabilito al 31.12.2020 fissato dalla legge Regione Liguria, 7.4.2015, n. 12, conformemente a quanto previsto dal Piano Metropolitano dei rifiuti e in applicazione di quanto previsto dalla documentazione di gara.

II.2.10)Informazioni sulle varianti
Sono autorizzate varianti: no
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: sì
Descrizione delle opzioni:

L’appalto potrà essere rinnovato per un ulteriore periodo di 2 anni, rispetto al termine perentorio stabilito al 31.12.2020 fissato dalla legge Regione Liguria, 7.4.2015, n. 12, conformemente a quanto previsto dal Piano Metropolitano dei rifiuti e in applicazione di quanto previsto dalla documentazione di gara, a condizione che non sia intervenuto, entro la data del 31.12.2020, l’affidamento unitario del servizio da parte della Città Metropolitana. Il valore stimato di cui al punto II.2.6) si riferisce al valore massimo comprensivo di tale opzione.

II.2.12)Informazioni relative ai cataloghi elettronici
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari

Garanzia provvisoria: come definita dall’art. 93 del Codice, pari a 92 974,00 EUR, salvo quanto previsto all’art. 93, comma 7, del Codice.

Garanzia definitiva: garanzia da parte dell’aggiudicatario nei modi e nei termini di cui all’art. 103 del decreto legislativo 18.4.2016, n. 50.

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)Condizioni di partecipazione
III.1.1)Abilitazione all’esercizio dell’attività professionale, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale
Elenco e breve descrizione delle condizioni:

Gli operatori economici in forma singola o associata (vedi Norme di partecipazione, paragrafo 1) devono possedere i requisiti generali di ammissione (vedi Norme di partecipazione, paragrafo 2).

A pena di esclusione, i concorrenti devono essere in possesso dei requisiti speciali come di seguito indicati.

I documenti richiesti agli operatori economici ai fini della dimostrazione dei requisiti dovranno essere trasmessi mediante AVCpass in conformità alla delibera ANAC n. 157 del 17.2.2016.

Ai sensi dell’art. 59, comma 4, lett. b), del Codice, sono inammissibili le offerte prive della qualificazione richiesta dal presente disciplinare.

In particolare devono essere posseduti i seguenti requisiti:

1) iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura oppure nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato per attività coerenti con quelle oggetto della presente procedura di gara; ai concorrenti di altro Stato membro UE non residenti in Italia è richiesta la prova dell’iscrizione, secondo le modalità vigenti nello Stato di residenza o in uno dei registri professionali o commerciali di cui all’allegato XVI Codice, mediante dichiarazione giurata o secondo le modalità vigenti nello Stato membro nel quale è stabilito ovvero mediante attestazione, sotto la propria responsabilità, che il certificato prodotto sia stato rilasciato da uno dei registri professionali o commerciali istituiti nel paese in cui è residente; in caso di partecipazione alla gara in RTI, il requisito dovrà essere dimostrato da tutti i componenti dell’RTI;

2) iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali ex art. 212 del D.Lgs. n. 152/2006, per le seguenti categorie minimali: categoria 1 classe D (compresa attività di gestione dei centri di raccolta rifiuti urbani): raccolta e trasporto di rifiuti urbani e assimilati, popolazione complessivamente servita inferiore a 50 000 abitanti e superiore o uguale a 20 000 abitanti, o classe superiore; categoria 5 classe F: raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi, quantità annua complessivamente trattata inferiore a 3 000 tonnellate, o classe superiore; è ammessa l’iscrizione in Albo o registro equivalente nello Stato di residenza per le imprese straniere.

Ai sensi dell’art. 89, comma 10, del D.Lgs. n. 50/2016, l’avvalimento non è ammesso per soddisfare il requisito dell’iscrizione all’Albo nazionale dei gestori ambientali di cui all’art. 212 del D.Lgs. n. 152/2006. In caso di partecipazione alla gara in RTI, il requisito richiesto dell’iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali ex art. 212 del D.Lgs. n. 152/2006, per la categoria sopraindicata, dovrà essere dimostrato da tutti i componenti dell’RTI. L’estensione all’attività di gestione centri raccolta dovrà invece essere dimostrata dai soli operatori componenti il raggruppamento che assumono l’esecuzione dei servizi di gestione dei centri di raccolta oggetto della procedura di gara.

III.1.2)Capacità economica e finanziaria
Elenco e breve descrizione dei criteri di selezione:

Autocertificazione

Il concorrente deve produrre, già in sede di domanda di ammissione, la documentazione probatoria, a comprova dei requisiti dichiarati in sede di gara, secondo quanto indicato nell’allegato E delle norme di partecipazione.

Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti:

Fatturato globale medio annuo riferito agli ultimi 3 esercizi finanziari disponibili non inferiore a 5 000 000,00 EUR IVA esclusa; tale requisito è richiesto a comprova della stabilità finanziaria dei concorrenti, a garanzia della continuità del servizio richiesto ed in ragione della rilevanza sociale del medesimo.

In caso di raggruppamento temporaneo di imprese o consorzio, il requisito di capacità economico-finanziaria dovrà essere posseduto in misura maggioritaria dall’impresa capogruppo e corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento dichiarata in sede di domanda, mentre la restante percentuale dovrà essere posseduta cumulativamente dalle mandanti, ciascuna nella misura minima del 20 % di quanto richiesto all’intero raggruppamento. Ove le informazioni sui fatturati non siano disponibili, per le imprese che abbiano iniziato l’attività da meno di 3 anni, i requisiti di fatturato devono essere rapportati al periodo di attività.

III.1.3)Capacità professionale e tecnica
Elenco e breve descrizione dei criteri di selezione:

Autocertificazione

Il concorrente deve produrre, già in sede di domanda di ammissione, la documentazione probatoria, a comprova dei requisiti dichiarati in sede di gara, secondo quanto indicato nell’allegato E delle norme di partecipazione.

Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti:

Trattandosi di appalto a corpo la capacità potenziale dell’operatore economico di gestire le prestazioni è stata considerata sul valore complessivo dell’appalto nell’ambito di un determinato periodo temporale (triennio di esercizio).

Conseguentemente a quanto sopra i requisiti di qualificazione per l’ammissione alla saranno espressi nel modo seguente:

1) avere eseguito, nel triennio antecedente alla data di pubblicazione del bando di gara, contratti per servizi analoghi (relativi a servizi di raccolta e trasporto di rifiuti solidi urbani) della durata di almeno 24 mesi continuativi, per un importo complessivo pari a 8 000 000,00 EUR, di cui un unico contratto di importo pari ad almeno 2 000 000,00 EUR relativo a un bacino di almeno 20 000 abitanti;

2) avere gestito, nel triennio antecedente alla data di pubblicazione del bando di gara, un Centro Comunale di Raccolta a servizio di un Comune con almeno 15 000 abitanti, per la durata di almeno 18 mesi;

3) essere in possesso delle certificazioni ISO9001 e ISO 14001, regolamento (CE) n. 1221/2009 – EMAS.

In caso di raggruppamento temporaneo di imprese o consorzio, il requisito di capacità tecnica di cui al punto a) dovrà essere posseduto in misura maggioritaria dall’impresa capogruppo e corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento dichiarata in sede di domanda; in ogni caso dovrà essere posseduto dal mandatario il requisito di capacità tecnica costituito dall’esecuzione di un unico contratto dell’importo non inferiore a 2 000 000,00 EUR oneri fiscali esclusi. La restante percentuale dovrà essere posseduta cumulativamente dalle mandanti, ciascuna in misura corrispondente alla quota di partecipazione dichiarata in sede di domanda, e comunque non potrà essere inferiore alla misura minima del 20 % di quanto richiesto all’intero raggruppamento. Il requisito di cui al punto b) dovrà essere dimostrato dal soggetto che sarà individuato, all’interno del RTI, quale gestore del CCR. Il requisito di cui al punto c) dovrà esser posseduto da tutti i componenti del RTI. Tale requisito viene richiesto a comprova delle necessarie capacità organizzativo/operative dei concorrenti, tenuto conto della complessità e della diversificazione dei servizi oggetto di affidamento.

III.1.5)Informazioni concernenti contratti d'appalto riservati
III.2)Condizioni relative al contratto d'appalto
III.2.1)Informazioni relative ad una particolare professione
III.2.2)Condizioni di esecuzione del contratto d'appalto:
III.2.3)Informazioni relative al personale responsabile dell'esecuzione del contratto d'appalto

Sezione IV: Procedura

IV.1)Descrizione
IV.1.1)Tipo di procedura
Procedura aperta
IV.1.3)Informazioni su un accordo quadro o un sistema dinamico di acquisizione
IV.1.4)Informazioni relative alla riduzione del numero di soluzioni o di offerte durante la negoziazione o il dialogo
IV.1.6)Informazioni sull'asta elettronica
IV.1.8)Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
L'appalto è disciplinato dall'accordo sugli appalti pubblici: no
IV.2)Informazioni di carattere amministrativo
IV.2.1)Pubblicazione precedente relativa alla stessa procedura
IV.2.2)Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
Data: 12/07/2019
Ora locale: 12:00
IV.2.3)Data stimata di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare
IV.2.4)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione:
Italiano
IV.2.6)Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta
Durata in mesi: 6 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte)
IV.2.7)Modalità di apertura delle offerte
Data: 16/07/2019
Ora locale: 09:30
Luogo:

Sede della Città Metropolitana di Genova, piazzale Mazzini 2, Sala gare.

Informazioni relative alle persone ammesse e alla procedura di apertura:

I soggetti che assistono alla seduta di gara sono tenuti all’identificazione e alla registrazione della presenza. Possono rilasciare dichiarazioni a verbale esclusivamente i soggetti muniti di idonei poteri di rappresentanza delle imprese partecipanti, i legali rappresentanti/procuratori delle imprese interessate oppure persone munite di specifica delega. In assenza di tali titoli, la partecipazio

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)Informazioni relative alla rinnovabilità
Si tratta di un appalto rinnovabile: no
VI.2)Informazioni relative ai flussi di lavoro elettronici
Sarà accettata la fatturazione elettronica
VI.3)Informazioni complementari:

Con Atto n. 1 135 del 20.5.2019, la Città Metropolitana di Genova ha approvato il Bando di gara relativo all’assegnazione dei servizi di igiene urbana da svolgersi nel territorio del Comune di Chiavari come di seguito definiti: «Comune di Chiavari. Servizi integrati di igiene urbana». Il presente bando è adottato a seguito e per gli effetti della Determinazione Dirigenziale n. 208/2019 del Settore V – Ufficio Tecnologici del Comune di Chiavari, avente ad oggetto: «Servizi integrati di igiene urbana — da aggiudicarsi ai sensi dell’articolo 60 del D.Lgs. del 18.4.2016, n. 50. Determinazione a contrattare» e della Determinazione Dirigenziale n. 233/2019 del Settore V – Ufficio Tecnologici del Comune di Chiavari, avente ad oggetto: «Servizi integrati di igiene urbana - da aggiudicarsi ai sensi dell’articolo 60 del D.Lgs. del 18.4.2016, n. 50. Individuazione del Responsabile per l’esecuzione contrattuale».

La documentazione di gara scaricabile gratuitamente dal sito internet: http://sua.cittametropolitana.genova.it comprende:

1) relazione progettuale;

2) capitolato speciale d’oneri ed allegati tecnici;

3)condizioni contrattuali;

4) progetto offerta;

5) bando di gara;

6) disciplinare di gara e relativi allegati.

Il codice identificativo di gara (CIG), rilasciato dal SIMOG è: 7883836B45.

È dovuto il pagamento del contributo all’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), nella misura di 200,00 EUR, da versarsi nei modi e nei termini indicati nelle istruzioni relative alle contribuzioni dovute, ai sensi dell’art. 1, comma 67, della legge 23.12.2005, n. 266, reperibili all’indirizzo: http://www.avcp.it/portal/public/classic/Servizi/ServiziOnline/ServizioRiscossioneContributi

I concorrenti devono obbligatoriamente registrarsi al sistema AVCPASS accedendo all’apposito link sul Portale AVCP (Servizi ad accesso riservato - AVCPASS) secondo le istruzioni ivi contenute e allegare alla domanda di ammissione il documento denominato PASSOE, rilasciato dal sistema. Sopralluogo assistito obbligatorio: La richiesta di sopralluogo deve essere inoltrata secondo le seguenti modalità: Comune di Chiavari – Settore V, telefonicamente – +39 01850185/365442 o mediante mail da inoltrare al seguente indirizzo: servizionu@comune.chiavari.ge.it .

La richiesta di sopralluogo sopra indicata deve riportare i seguenti dati dell’operatore economico: nominativo del concorrente; recapito telefonico; recapito fax/indirizzo e-mail; nominativo e qualifica della persona incaricata di effettuare il sopralluogo.

Le richieste di chiarimenti relativi alla procedura devono essere formulate secondo le modalità previste dal

paragrafo 14 delle Norme di partecipazione.

Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta.

Le spese contrattuali presunte, a carico dell’aggiudicatario, sono pari a 21 092,90 EUR.

Le spese relative alla pubblicazione del bando e dell’avviso sui risultati della procedura di affidamento, di importo presunto pari a 4 200,00 EUR, ai sensi dell’art. 216, comma 11 del Codice e del D.M. 2.12.2016 (GU 25.1.2017 n. 20), sono a carico dell’aggiudicatario, e dovranno essere rimborsate alla stazione appaltante entro il termine di 60 giorni dall’aggiudicazione. L’Amministrazione si riserva il diritto di:

— non procedere se nessuna offerta risulta idonea in relazione all’oggetto contrattuale, in conformità a quanto previsto dall’art. 95 comma 12 del D.Lgs. 18.4.2016, n. 50,

— sospendere, non aggiudicare la gara, non stipulare il contratto, anche qualora sia intervenuta in precedenza l’aggiudicazione, in presenza di adeguate motivazioni.

Il Responsabile del procedimento di gara è la dott.ssa Rossella Bardinu.

Il Responsabile dell’esecuzione del contratto è il dott. ing. Luca Mario Bonardi.

VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso
Denominazione ufficiale: Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) della Liguria
Indirizzo postale: Via dei Mille 9
Città: Genova
Codice postale: 16147
Paese: Italia
VI.4.2)Organismo responsabile delle procedure di mediazione
VI.4.3)Procedure di ricorso
Informazioni dettagliate sui termini di presentazione dei ricorsi:

Il presente bando può essere impugnato, ai sensi degli art. 119–120 del D.Lgs. 2.7.2010, n. 104, con ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) Liguria, entro il termine di 30 giorni. Nel contratto non è prevista la clausola compromissoria.

VI.4.4)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulle procedure di ricorso
Denominazione ufficiale: Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) della Liguria
Città: Genova
Paese: Italia
VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
24/05/2019