Servizi - 266826-2018

21/06/2018    S117    - - Servizi - Avviso di gara - Procedura aperta 

Italia-Roma: Servizi di rimozione di amianto

2018/S 117-266826

Bando di gara – Servizi di pubblica utilità

Servizi

Legal Basis:

Direttiva 2014/25/UE

Sezione I: Ente aggiudicatore

I.1)Denominazione e indirizzi
Trenitalia S.p.A.
Piazza della Croce Rossa 1
Roma
ITE43
Italia
Persona di contatto: Dominique Squadrito
Tel.: +39 0644106249
E-mail: d.squadrito.ar@trenitalia.it
Fax: +39 0644103752
Codice NUTS: ITI43

Indirizzi Internet:

Indirizzo principale: www.acquistionline.trenitalia.it

Indirizzo del profilo di committente: www.acquistionline.trenitalia.it

I.2)Appalto congiunto
I.3)Comunicazione
I documenti di gara sono disponibili per un accesso gratuito, illimitato e diretto presso: www.acquistionline.trenitalia.it
Ulteriori informazioni sono disponibili presso l'indirizzo sopraindicato
Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate all'indirizzo sopraindicato
I.6)Principali settori di attività
Servizi ferroviari

Sezione II: Oggetto

II.1)Entità dell'appalto
II.1.1)Denominazione:

GPA 13831, servizio di bonifica da amianto/MCA e/o rimozione di FAV nel caso di presenza di amianto/MCA e/o FAV di rotabili inamovibili in asset alla DR Calabria e successiva eventuale demolizione.

Numero di riferimento: 13831
II.1.2)Codice CPV principale
90650000
II.1.3)Tipo di appalto
Servizi
II.1.4)Breve descrizione:

Il servizio consiste essenzialmente in: servizio di bonifica da amianto/MCA e/o rimozione FAV nel caso di presenza di amianto/MCA e/o FAV di rotabili inamovibili in asset alla DR Calabria e successiva eventuale demolizione.

II.1.5)Valore totale stimato
Valore, IVA esclusa: 626 571.45 EUR
II.1.6)Informazioni relative ai lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: no
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:
II.2.2)Codici CPV supplementari
90650000
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITF6
Luogo principale di esecuzione:

Impianto Villa San Giovanni Bolano.

II.2.4)Descrizione dell'appalto:

Il servizio consiste essenzialmente nel servizio di bonifica da amianto/MCA e/o rimozione di FAV nel caso di presenza di amianto/MCA e/o FAV di rotabili inamovibili in asset alla DR Calabria e successiva eventuale demolizione.

CIG: 741165425E.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Il prezzo non è il solo criterio di aggiudicazione e tutti i criteri sono indicati solo nei documenti di gara
II.2.6)Valore stimato
Valore, IVA esclusa: 626 571.45 EUR
II.2.7)Durata del contratto d'appalto, dell'accordo quadro o del sistema dinamico di acquisizione
Durata in mesi: 24
Il contratto d'appalto è oggetto di rinnovo: sì
Descrizione dei rinnovi:

È prevista una proroga temporale di ulteriori 12 mesi.

II.2.10)Informazioni sulle varianti
Sono autorizzate varianti: no
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.12)Informazioni relative ai cataloghi elettronici
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)Condizioni di partecipazione
III.1.1)Abilitazione all’esercizio dell’attività professionale, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale
Elenco e breve descrizione delle condizioni:

L’operatore economico – nonché l’eventuale impresa ausiliaria e gli eventuali subappaltatori – deve essere in possesso dei requisiti di ordine generale di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016.

III.1.2)Capacità economica e finanziaria
Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti:

1) fatturato medio annuo calcolato sulla base degli ultimi 3 esercizi (2015, 2016, 2017) almeno pari o superiore all’importo di:

— 615 007,00 EUR – IVA esclusa.

Si precisa che: in caso di partecipazione alla gara da parte di operatori economici di cui all’art. 45, comma 2, lettere d), e), f) e g) del D.Lgs. 50/2016:

— il requisito di cui sopra potrà essere frazionato e in tal caso dovrà essere posseduto dall'impresa mandataria (o capogruppo) in misura non inferiore al 40 % (quaranta per cento) di quanto richiesto all'intero raggruppamento; la restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dalle altre imprese aderenti al raggruppamento (o al consorzio o al Gruppo Europeo di Interesse Economico — GEIE), ciascuna in misura non inferiore al 10 % (dieci per cento) di quanto richiesto all'intero raggruppamento. In ogni caso la mandataria (o capogruppo) dovrà possedere il predetto requisito in misura maggioritaria. Per i consorzi di cui al predetto art. 45, comma 2, lettere b) e c), la suddetta documentazione dovrà essere prodotta da consorzio e da ciascuno dei consorziati per conto dei quali il consorzio partecipa alla gara.

In caso di aggiudicazione il concorrente dovrà produrre, a comprova del possesso del suddetto requisito, i bilanci approvati negli anni 2015, 2016, 2017 o documentazione equipollente idonea in relazione alla forma giuridica del singolo concorrente, corredati dalle relative note di deposito.

III.1.3)Capacità professionale e tecnica
Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti:

1) fatturato specifico medio annuo, realizzato nel triennio 2015-2016-2017, generato dall’espletamento di servizi di manutenzione dei rotabili similari a quelli di cui al presente bando, almeno pari o superiore all’importo di: 307 503,50 EUR – IVA esclusa.

Si precisa che:

— in caso di partecipazione alla gara da parte di operatori economici di cui all’art. 45, comma 2, lettere d), e), f) e g) del D.Lgs. 50/2016:

— il requisito di cui al precedente punto 1) potrà essere frazionato ed in tal caso dovrà essere posseduto dall’impresa mandataria (o capogruppo) in misura non inferiore al 40 % (quaranta per cento) di quanto richiesto all’intero raggruppamento; la restante percentuale dovrà essere posseduta cumulativamente dalle altre Imprese aderenti al raggruppamento (o al consorzio o al GEIE), ciascuna in misura non inferiore al 10 % (dieci per cento) di quanto richiesto all’intero raggruppamento; in ogni caso la mandataria (o la capogruppo) dovrà possedere il predetto requisito in misura maggioritaria,

— in caso di partecipazione alla gara da parte di consorzi di cui al predetto art. 45, comma 2, lettere b) e c): il requisito di cui al precedente punto 1) dovrà essere posseduto dal consorzio.

Attività principale costituita dal servizio di Bonifica da amianto e rimozione FAV:

a) iscrizione all’Albo nazionale dei gestori ambientali alla cat. 10B (bonifica beni e manufatti contenenti amianto), classe adeguata all’importo del contratto;

b) certificazione, in corso di validità, di conformità del proprio Sistema di gestione ambientale alla norma UNI EN ISO 14001, rilasciata da un organismo di certificazione accreditato ai sensi del regolamento (CE) n. 765/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9.7.2008, con perimetro di applicazione relativo alla specifica attività di bonifica; in alternativa, possesso della registrazione al Sistema comunitario di ecogestione e audit EMAS ai sensi del regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25.11.2009;

Attività secondaria costituita dal servizio di demolizione rotabili e recupero rifiuti costituiti dai veicolo fuoriuso:

c) iscrizione al SISTRI per le attività soggette al DM 78 del 30.3.2016;

d) titolarità dell’autorizzazione in corso di validità per l’effettuazione di attività di recupero (R13 e R4) sui rifiuti costituiti da veicoli fuoriuso (CER 16.01.04*) e veicoli fuori uso, non contenenti liquidi né altre componenti pericolose (CER 16.01.06) rilasciata da parte degli enti competenti ai sensi degli artt. 208 (o 210 se autorizzazioni ancora in corso di validità) del decreto legislativo 3.4.2006, n. 152 e successive modifiche e integrazioni o della parte II del D.Lgs 152/06 e successive modifiche e integrazioni (per gli impianti di recupero e smaltimento di rifiuti ricompresi in una installazione soggetta ad AIA (oppure ai sensi del D.Lgs. 59/2005 se trattasi di autorizzazione ancora in corso di validità);

e) certificazione, in corso di validità, di conformità del proprio Sistema di gestione ambientale alla norma UNI EN ISO 14001, rilasciata da un organismo di certificazione accreditato ai sensi del regolamento (CE) n. 765/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9.7.2008, con perimetro di applicazione relativo alla specifica attività di recupero e trasporto rifiuti; in alternativa, possesso della registrazione al Sistema comunitario di ecogestione e audit EMAS ai sensi del regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25.11.2009; si precisa infine che per poter procedere all’esecuzione dell’appalto, il seguente requisito dovrà essere posseduto dall’impresa esecutrice o dall’eventuale subappaltatore che eseguirà direttamente tale specifica attività:

f) iscrizione all’Albo nazionale dei gestori ambientali per il trasporto di rifiuti costituiti da veicoli fuoriuso (CER 16.01.04*) e veicoli fuori uso, non contenenti liquidi né altre componenti pericolose (CER 16.01.06), a seconda dei casi, rispettivamente alla categ. 5 o 4 e 5.

Si rinvia al bando integrale.

III.1.4)Norme e criteri oggettivi di partecipazione
Elenco e breve descrizione delle norme e dei criteri:

1) si procederà alla preventiva apertura delle offerte ex art. 133, comma 8, del D.Lgs. 50/2016;

2) ai fini della partecipazione, è obbligatoria l'abilitazione al portale;

3) con la presentazione dell'offerta, si intende che l'operatore economico (e l'eventuale impresa ausiliaria)è in possesso di tutti i requisiti di cui al precedente paragrafo III.1 ed è in regola con gli adempimenti previsti dal bando di gara; ha preso visione della documentazione di gara e la ritiene idonea a consentire l'esatta esecuzione dell'appalto; accetta, senza condizioni o riserve, le norme e disposizioni contenute nella documentazione pubblicata sul portale nel corso della procedura;

6) è obbligatorio il possesso da parte del legale rappresentante di un certificato di firma digitale in corso di validità generato da dispositivo per la creazione di una firma sicura ai sensi dell'art. 38, comma 2, del D.P.R. n. 445/2000 e dell'art. 65 del D.Lgs. n. 82/2005.

Si rinvia al bando integrale per ulteriori informazioni e precisazioni.

III.1.5)Informazioni concernenti contratti d'appalto riservati
III.1.6)Cauzioni e garanzie richieste:

a) cauzione provvisoria, da costituirsi all’atto della presentazione dell’offerta, distintamente per il lotto per cui si intende concorrere, da parte di tutti i concorrenti; tale cauzione, avente validità per almeno 180 giorni dalla data di scadenza del termine fissato per la presentazione dell’offerta, dovrà essere costituita 2 % dell’importo a base di gara nella misura di seguito: 12 300,14 EUR IVA esclusa;

b) cauzione definitiva nella misura del 3 % dell’importo complessivo netto di aggiudicazione dell’accordo quadro e del 10 % dell’importo di ciascun contratto applicativo da costituirsi da parte del solo soggetto aggiudicatario (in caso di aggiudicazione ad un raggruppamento di imprese da parte della mandataria in nome e per conto di tutti i soggetti raggruppati) da prestarsi prima della stipula del contratto.

Si rinvia al bando integrale per ulteriori informazioni e precisazioni.

III.1.7)Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:
III.1.8)Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto:

Sono ammessi a partecipare alla gara tutti i soggetti indicati agli articoli 45 e 48 del D.Lgs. 50/2016.

Si rinvia al bando integrale per ulteriori informazioni e precisazioni.

III.2)Condizioni relative al contratto d'appalto
III.2.1)Informazioni relative ad una particolare professione
III.2.2)Condizioni di esecuzione del contratto d'appalto:

1) il subappalto è ammesso nei limiti di cui all’art. 105, comma 2, del D.Lgs. 50/2016;

2) il concorrente che intenda ricorrere al subappalto è obbligato a indicare una terna di subappaltatori, ai sensi dell’art. 105, comma 6, del D.Lgs. 50/2016.

III.2.3)Informazioni relative al personale responsabile dell'esecuzione del contratto d'appalto

Sezione IV: Procedura

IV.1)Descrizione
IV.1.1)Tipo di procedura
Procedura aperta
IV.1.3)Informazioni su un accordo quadro o un sistema dinamico di acquisizione
L’avviso comporta la conclusione di un accordo quadro
Accordo quadro con un unico operatore
IV.1.4)Informazioni relative alla riduzione del numero di soluzioni o di offerte durante la negoziazione o il dialogo
IV.1.6)Informazioni sull'asta elettronica
IV.1.8)Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
L'appalto è disciplinato dall'accordo sugli appalti pubblici: sì
IV.2)Informazioni di carattere amministrativo
IV.2.1)Pubblicazione precedente relativa alla stessa procedura
IV.2.2)Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
Data: 05/09/2018
Ora locale: 13:00
IV.2.3)Data stimata di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare
IV.2.4)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione:
Italiano
IV.2.6)Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta
Durata in mesi: 6 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte)
IV.2.7)Modalità di apertura delle offerte
Data: 10/09/2018
Ora locale: 10:00
Luogo:

Reggio Calabria, via Mercalli 48, 89129.

Informazioni relative alle persone ammesse e alla procedura di apertura:

L’attività di ricognizione delle domande di partecipazione e delle offerte verrà eseguita ad opera di una commissione appositamente costituita, che svolgerà le relative operazioni in una o più sedute pubbliche, con le modalità specificate nel Disciplinare di gara.

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)Informazioni relative alla rinnovabilità
Si tratta di un appalto rinnovabile: no
VI.2)Informazioni relative ai flussi di lavoro elettronici
VI.3)Informazioni complementari:

1) ex art. 89, c. 4, del D.Lgs. 50/2016, il ricorso all’istituto dell’avvalimento non è ammesso per i requisiti di cui par. III.1.3, lettere a), b), c), d), e) ed f), del bando di gara;

3) Trenitalia effettuerà la verifica dell'effettiva sussistenza dei requisiti di cui al precedente paragrafo III.1 nei confronti del miglior offerente. In caso di esito negativo, Trenitalia procederà alla sua esclusione dalla gara, all'incameramento della cauzione provvisoria nonché alla segnalazione all'ANAC e all'aggiudicazione in favore del primo dei concorrenti che seguono nella graduatoria, sottoposto a verifiche con esito positivo;

4) Trenitalia si riserva di effettuare la verifica dell'effettiva sussistenza dei requisiti di cui al precedente paragrafo III.1 anche nei confronti di altri offerenti; in caso di esito negativo, Trenitalia procederà alla loro esclusione dalla gara, all'incameramento della cauzione provvisoria e alla segnalazione all'ANAC;

5) Trenitalia si riserva di procedere, prima dell'aggiudicazione, alla verifica ed eventuale esclusione delle offerte anormalmente basse ex art. 97 del D.Lgs. 50/2016;

6) Trenitalia si riserva di interrompere o annullare in qualsiasi momento la gara in base a valutazioni di propria esclusiva competenza senza che i concorrenti possano vantare diritti o aspettative di sorta;

7) Trenitalia si riserva di procedere all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida

8. Trenitalia si riserva, in caso di risoluzione del contratto per inadempimento dell'affidatario, ovvero di suo fallimento, di interpellare il secondo classificato al fine di stipulare un nuovo contratto per il proseguimento delle prestazioni, alle medesime condizioni già proposte in sede di offerta; quanto sopra fino ad esaurimento della graduatoria delle offerte validamente formulate;

9) Trenitalia si riserva di escludere i concorrenti per i quali, secondo propria motivata valutazione, non sussista adeguata affidabilità professionale in quanto risultino incorsi nell'ultimo triennio:

i) nella risoluzione per inadempimento di contratti di appalto di lavori, servizi e forniture affidati da stazioni appaltanti di Trenitalia o di altre società del Gruppo FSI;

ii) nella mancata presa in consegna, per proprio fatto e colpa, di lavori, forniture o servizi affidati da Trenitalia o da altra società del Gruppo FSI;

iii) nella dichiarata non collaudabilità di lavori, servizi e forniture oggetto di un contratto stipulato con Trenitalia o altra società del Gruppo FSI;

iv) nella violazione, nel corso dell'esecuzione di precedenti contratti ovvero in occasione della partecipazione a precedenti procedure di gara, di una delle norme contenute nel codice etico del Gruppo FSI, accertata con qualsiasi mezzo di prova da parte di Trenitalia;

10) Trenitalia si riserva di escludere le offerte presentate da RTI costituiti da 2 o più operatori economici che singolarmente possiedono i requisiti finanziari e tecnici per la partecipazione se da un'analisi della struttura e delle dinamiche del mercato interessato o da qualsiasi altro elemento, rilevi una precisa volontà anticoncorrenziale delle imprese coinvolte;

12) il presente bando è pubblicato in GUUE, GURI, sul sito del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti www.serviziocontrattipubblici.it, su www.acquistionline.trenitalia.it e sulle testate giornalistiche: La Repubblica e Corriere della Sera;

14) ai sensi del combinato disposto dell'art. 4, comma 2, lett. a) e comma 5, lett. a), del D.Lgs. 231/2002, come modificato dal D.Lgs. 192/2012, i termini di pagamento dei corrispettivi sono fissati in 60 giorni dal ricevimento della fattura;

15) il contratto che regolerà l'appalto oggetto della presente procedura non conterrà la clausola compromissoria;

16) il responsabile del procedimento della presente procedura di gara è il responsabile acquisti regionale DPR di Trenitalia S.p.A.

Il presente avviso e il Disciplinare di gara non vincolano questa società.

Si rinvia al bando integrale per ulteriori informazioni.

VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso
Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) del Lazio
Via Flaminia 190
Roma
00100
Italia
Tel.: +39 06328721
VI.4.2)Organismo responsabile delle procedure di mediazione
VI.4.3)Procedure di ricorso
Informazioni dettagliate sui termini di presentazione dei ricorsi:

Gli eventuali ricorsi avverso il presente bando di gara devono essere notificati alla stazione appaltante entro 30 giorni dalla data di pubblicazione; i ricorsi avverso la composizione della commissione giudicatrice, nonché le eventuali ammissioni ed esclusioni di candidati, deliberate in relazione al presente bando di gara, dovranno essere notificati alla stazione appaltante entro 30 giorni dalla pubblicazione ai sensi dell’art. 29, comma 1, del D.Lgs. 50/2016.

VI.4.4)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulle procedure di ricorso
VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
18/06/2018