Servizi - 274939-2018

26/06/2018    S120    - - Servizi - Avviso di gara - Procedura ristretta 

Italia-Susa: Servizi di assistenza in ingegneria civile

2018/S 120-274939

Bando di gara

Servizi

Direttiva 2004/18/CE

Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice

I.1)Denominazione, indirizzi e punti di contatto

SITAF S.p.A. — Società Italiana Traforo Autostradale del Fréjus
Frazione San Giuliano 2
All'attenzione di: Direzione Generale - Affari Regolatori
10059 Susa
Italia
Telefono: +39 122621621
Posta elettronica: ar@sitaf.it
Fax: +39 122629658

Indirizzi internet:

Indirizzo generale dell'amministrazione aggiudicatrice: http://www.sitaf.it

Ulteriori informazioni sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati

Il capitolato d'oneri e la documentazione complementare (inclusi i documenti per il dialogo competitivo e per il sistema dinamico di acquisizione) sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati

Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate a: I punti di contatto sopra indicati

I.2)Tipo di amministrazione aggiudicatrice
Altro: Concessionario di lavori pubblici
I.3)Principali settori di attività
Altro: Costruzione e gestione autostrade
I.4)Concessione di un appalto a nome di altre amministrazioni aggiudicatrici
L'amministrazione aggiudicatrice acquista per conto di altre amministrazioni aggiudicatrici: no

Sezione II: Oggetto dell'appalto

II.1)Descrizione
II.1.1)Denominazione conferita all'appalto dall'amministrazione aggiudicatrice:
T4 Traforo Autostradale del Fréjus – galleria di sicurezza del Tunnel del Fréjus – progetto per l’apertura al traffico della Galleria di Sicurezza – lotti da M1 a M5 – opere impiantistiche, affidamento servizio di coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione – CIG 753582250A — CUP H31B01000250008
II.1.2)Tipo di appalto e luogo di consegna o di esecuzione
Servizi
Categoria di servizi n. 12: Servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria, anche integrata; servizi attinenti all’urbanistica e alla paesaggistica; servizi affini di consulenza scientifica e tecnica; servizi di sperimentazione tecnica e analisi
Luogo principale di esecuzione dei lavori, di consegna delle forniture o di prestazione dei servizi: Bardonecchia — Traforo del Fréjus.

Codice NUTS ITC11

II.1.3)Informazioni sugli appalti pubblici, l'accordo quadro o il sistema dinamico di acquisizione (SDA)
L'avviso riguarda un appalto pubblico
II.1.4)Informazioni relative all'accordo quadro
II.1.5)Breve descrizione dell'appalto o degli acquisti
Incarico per l’affidamento del servizio di coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, nell’ambito delle attività di realizzazione dell’appalto T4 Traforo Autostradale del Fréjus – galleria di sicurezza del Tunnel del Fréjus – progetto per l’apertura al traffico della galleria di sicurezza – lotti da M1 a M5 – opere impiantistiche.
L’affidamento avverrà per tutti i lotti da M1 a M5, in favore di un unico operatore economico, che dovrà pertanto svolgere le attività di coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione per tutti i 5 lotti. Ogni lotto, trattandosi di appalti di esecuzione lavori indetti secondo la legislazione francese, si suddivide in cosiddette «tranches fermés» e «tranches conditionnelles»: pertanto, il CSE sarà incaricato senz’altro per le attività riguardanti la parte cosiddetta «tranche fermé», mentre potrebbe essere, o meno, chiamato a prestare le attività per la parte dei lotti definita «tranche optionnelle». La descrizione delle attività tranches fermés e tranches conditionnelles sono descritte nei documenti a disposizione per la fase di prequalifica.
II.1.6)Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

71311100

II.1.7)Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
L'appalto è disciplinato dall'accordo sugli appalti pubblici (AAP): no
II.1.8)Lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: no
II.1.9)Informazioni sulle varianti
Ammissibilità di varianti: no
II.2)Quantitativo o entità dell'appalto
II.2.1)Quantitativo o entità totale:
Valore opere totale stimato 121 161 808,21 EUR, IVA esclusa, complessive Italia + Francia. Opere lato Italia pari al 50 % di tale importo, pari a 60 580 904,10 EUR.
Valore della prestazione del servizio di CSE lato Italia 897 522,53 EUR.
Valore stimato, IVA esclusa: 897 522,53 EUR
II.2.2)Opzioni
Opzioni: sì
Descrizione delle opzioni: La stazione appaltante si riserva la facoltà di affidare all’operatore economico aggiudicatario la ripetizione dei servizi richiesti, o la esecuzione di servizi analoghi, ai sensi e per gli effetti dell’art. 63, comma 3, del D.Lgs. n. 50/2016 e successive modifiche e integrazioni.
II.2.3)Informazioni sui rinnovi
L'appalto è oggetto di rinnovo: no
II.3)Durata dell'appalto o termine di esecuzione
in giorni: 1740 (dall'aggiudicazione dell'appalto)

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)Condizioni relative all'appalto
III.1.1)Cauzioni e garanzie richieste:
Garanzia per la partecipazione alla procedura, di cui all'art. 93 del D.Lgs. n. 50/2016 e successive modifiche e integrazioni; garanzia definitiva, di cui all'art. 103 del D.Lgs. n. 50/2016 e successive modifiche e integrazioni.
III.1.2)Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:
Autofinanziamento
III.1.3)Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto:
Secondo l'art. 48 del D.Lgs. n. 50/2016 e successive modifiche e integrazioni.
III.1.4)Altre condizioni particolari
La realizzazione dell'appalto è soggetta a condizioni particolari: sì
Descrizione delle condizioni particolari: L’appalto riguarda il servizio di coordinamento per la sicurezza in fase di esecuzione per le opere impiantistiche lato Italia della galleria di sicurezza del T4 Traforo del Fréjus, in conformità di galleria di transito; l’affidamento fa capo a SITAF nell’ambito della convenzione di trasferimento di committenza sottoscritta in data 19-20.9.2017 da SITAF S.p.A. e da SFTRF S.A., rispettivamente concessionaria italiana e concessionaria francese del T4 Traforo del Fréjus.
In base a tale atto, per quanto riguarda l’osservanza della normativa italiana in materia di sicurezza secondo i principi di cui al D.Lgs. n. 81/2008 e successive modifiche e integrazioni, SITAF deve indicare un coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione. Pertanto, una volta aggiudicato il presente appalto, l’incarico all’aggiudicatario sarà contrattualizzato da SITAF e il contratto potrà essere trasferito a SFTRF, a cui è stata trasferita la committenza per l’esecuzione e il monitoraggio degli appalti dei lavori per le opere impiantistiche.
La normativa di riferimento per la presente procedura è quella italiana.
III.2)Condizioni di partecipazione
III.2.1)Situazione personale degli operatori economici, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: Dichiarazioni, successivamente verificabili attestanti:
— in capo all’incaricato designato dal concorrente, uno dei requisiti di cui all'art. 98, lettere a), b) e c) (laurea/diploma), del D.Lgs. n. 81/2008 — attestato di frequenza specifico corso in materia di sicurezza, come richiesto dalla citata norma:
—— per le società di professionisti, organigramma comprendente i soggetti direttamente impiegati nello svolgimento di funzioni professionali e tecniche e di controllo qualità (art. 2 del D.M. 2.12.2016, n. 263),
—— per le società di ingegneria, la presenza di un direttore tecnico, con i requisiti di cui all’art. 3, c. 2, del D.M. 263/2016,
—— per i raggruppamenti, i requisiti di cui agli artt. 2 e 3, del D.M. n. 263/2016, in capo ai partecipanti all’Associazione Temporanea di Imprese (ATI) — giovane professionista, laureato abilitato da meno di 5 anni,
—— per i consorzi stabili di società di professionisti e di ingegneria e Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE), i requisiti di cui agli artt. 2 e 3 del D.M. n. 263/2016, in capo ai consorziati — i consorzi stabili devono essere formati da non meno di 3 consorziati, operatori nei settori dei servizi di ingegneria e architettura,
— di non trovarsi in situazioni tali da configurare una delle condizioni previste nell’art. 80 del D.Lgs. 50/2016.
III.2.2)Capacità economica e finanziaria
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: Dichiarazioni, successivamente verificabili.
Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti: — fatturato minimo annuo non inferiore a 2 volte il valore a base di appalto (rif. 897 522,53 EUR), conseguito in tutti gli ultimi tre esercizi (2015-2016-2017),
— fatturato minimo non inferiore a 2 volte il valore a base di appalto (rif. 897 522,53 EUR), riferito ad attività espletata per servizi di CSE negli ultimi tre esercizi (fatturato complessivo per sommatoria),
— copertura assicurativa contro i rischi professionali.
III.2.3)Capacità tecnica
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti:
Dichiarazioni, successivamente verificabili
Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti:
— avvenuto espletamento negli ultimi 10 anni, di 2 servizi di CSE, per un importo totale (dato dalla somma dei 2 lavori) non inferiore a 0,8 volte l’importo stimato dei lavori cui si riferisce la prestazione (ovvero rif. 60 580 904,10 EUR, pari al 50 % dell’importo totale delle opere impiantistiche).
III.2.4)Informazioni concernenti appalti riservati
III.3)Condizioni relative agli appalti di servizi
III.3.1)Informazioni relative ad una particolare professione
La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione: sì
Citare la corrispondente disposizione legislativa, regolamentare o amministrativa applicabile: Art. 98 del D.Lgs. n. 81/2008
III.3.2)Personale responsabile dell'esecuzione del servizio
Le persone giuridiche devono indicare il nome e le qualifiche professionali del personale incaricato della prestazione del servizio: sì

Sezione IV: Procedura

IV.1)Tipo di procedura
IV.1.1)Tipo di procedura
Ristretta
IV.1.2)Limiti al numero di operatori che saranno invitati a presentare un’offerta
IV.1.3)Riduzione del numero di operatori durante il negoziato o il dialogo
IV.2)Criteri di aggiudicazione
IV.2.1)Criteri di aggiudicazione

Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati di seguito

1. Offerta tecnica. Ponderazione 70

2. Offerta economica. Ponderazione 30

IV.2.2)Informazioni sull'asta elettronica
Ricorso ad un'asta elettronica: no
IV.3)Informazioni di carattere amministrativo
IV.3.1)Numero di riferimento attribuito al dossier dall’amministrazione aggiudicatrice:
CIG 753582250A
IV.3.2)Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto
no
IV.3.3)Condizioni per ottenere il capitolato d'oneri e documenti complementari o il documento descrittivo
Documenti a pagamento: no
IV.3.4)Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
23.7.2018 - 12:00
IV.3.5)Data di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare
3.9.2018
IV.3.6)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione
italiano.
IV.3.7)Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta
IV.3.8)Modalità di apertura delle offerte

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)Informazioni sulla periodicità
Si tratta di un appalto periodico: no
VI.2)Informazioni sui fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
VI.3)Informazioni complementari
Procedura ristretta ex art. 61 del D.Lgs. 50/2016 e successive modifiche e integrazioni, deliberata con provvedimento dell’amministratore delegato del 17.5.2018, prot. n. 05525.18.
La domanda di partecipazione contenuta in busta perfettamente chiusa, deve essere recapitata tramite raccomandata A.R. del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, oppure consegnata a mano in orario d’ufficio nei giorni feriali (dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:00, da lunedì a venerdì) all’indirizzo di cui al punto I.1) del presente bando e comunque deve pervenire a pena di esclusione entro il termine perentorio del 23.7.2018 ore 12:00 a rischio del mittente, presso la sede degli uffici della SITAF S.p.A., frazione San Giuliano 2, Susa (TO).
Sull’esterno della busta dovrà essere riportata la dicitura «T4 Traforo Autostradale del Fréjus – Galleria di sicurezza del Tunnel del Fréjus – progetto per l’apertura al traffico della galleria di sicurezza – lotti da M1 a M5 — opere impiantistiche – affidamento servizio di coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione – CIG 753582250A — CUP H31B01000250008», unitamente all’indicazione della denominazione o ragione sociale, della sede legale, del domicilio eletto, del numero di telefono, dell’indirizzo PEC dove ricevere le comunicazioni, nonché gli identificativi fiscali (CF e P. IVA) del richiedente.
Ulteriori disposizioni
Con la sottoscrizione della domanda di partecipazione l’operatore economico, a pena di esclusione, deve dichiarare, in conformità alle norme del D.P.R. n. 445/2000 quanto segue. Per i concorrenti non residenti in Italia, dichiarazione idonea equivalente, secondo la legislazione dello Stato di appartenenza:
1) l’iscrizione al registro delle imprese tenuto dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (CCIAA) (oppure), nel caso di candidato appartenente ad altro Stato membro non residente in Italia, atto o dichiarazione equipollente di iscrizione nei registri professionali e commerciali;
2) di non trovarsi in alcuna delle condizioni previste nell’art. 80 del D.Lgs. 50/2016;
3) di essere in possesso dei requisiti di carattere economico e tecnico richiesti dalla stazione appaltante;
4) il domicilio eletto e l’indirizzo PEC al quale andranno inviate tutte le richieste e comunicazioni con dichiarazione espressa di autorizzare la stazione appaltante all’utilizzo della PEC come mezzo per l’invio di richieste e comunicazioni.
La domanda e le dichiarazioni devono essere sottoscritti, a pena di esclusione, da persona abilitata ad impegnare il concorrente, allegando, per i procuratori, in copia autentica, il titolo dal quale deriva il potere di rappresentanza.
In alternativa alla legalizzazione della sottoscrizione di domande e dichiarazioni deve essere allegata, a pena di esclusione, fotocopia del documento di identità del sottoscrittore.
In caso di Associazione Temporanea di Imprese (ATI), di consorzi ordinari, di aggregazioni tra imprese aderenti al contratto di rete o di GEIE (di cui all’art. 45, comma 2, lettere d), e), f) e g) del D.Lgs. 50/2016) ognuno degli operatori economici partecipanti dovrà sottoscrivere la domanda di partecipazione e le dichiarazioni richieste. In caso di ATI o consorzi o GEIE già costituiti, alla domanda dovrà essere allegato, a pena di esclusione, il mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferito alla mandataria o l’atto costitutivo del Consorzio. In mancanza la domanda deve essere sottoscritta dai rappresentanti di tutte le imprese associate o consorziate ovvero da associarsi o consorziarsi.
In caso di partecipazione di consorzi di cui all’art.45, comma 2, lettere b) e c), del D.Lgs. 50/2016, la domanda e le dichiarazioni dovranno essere sottoscritte separatamente dal consorzio e dalle consorziate esecutrici ivi indicate.
In caso di avvalimento l’operatore economico deve allegare tutta la documentazione e le dichiarazioni richieste dall’art. 89 del D.Lgs. n. 50/2016.
Non è ammesso il subappalto.
Sul sito della stazione appaltante (vedi indirizzo al punto I.1) è presente un modello di domanda e dichiarazioni che il concorrente è invitato ad utilizzare per la partecipazione alla fase di qualificazione. La modulistica predisposta dalla Stazione Appaltate non è obbligatoria per i concorrenti e non riveste carattere esaustivo delle dichiarazioni richieste a norma di bando, di legge e di regolamento.

Sul sopracitato sito della stazione appaltante sarà altresì presente apposito link nel quale verranno inseriti in forma anonima, non oltre il termine di 5 giorni antecedenti la scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione e per la presentazione delle offerte, eventuali quesiti di interesse generale concernenti il presente appalto, formulati alla stazione appaltante (all’indirizzo di posta elettronica gare@sitaf.it) dagli operatori economici interessati, non oltre il termine di 10 giorni antecedenti la scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione, e le relative risposte dalla stessa fornite. I concorrenti sono, pertanto, invitati a visionare il suddetto sito. Si specifica che i quesiti possono essere rivolti esclusivamente per chiedere chiarimenti di natura tecnica o in merito a prescrizioni del bando ritenute equivoche o contraddittore. Non saranno ammessi quesiti con cui si chiedono alla stazione appaltante consulenze e valutazioni pregara relative alla ammissibilità o alle modalità di partecipazione di un concorrente, attività di valutazione riservata successivamente alla commissione di gara.

Inoltre:
a) soccorso istruttorio ammesso a norma dell’art. 83 comma 9 del D.Lgs. n. 50/2016, la sanzione pecuniaria è stabilita in 500,00 EUR (euro cinquecento/00);
b) la stazione appaltante si riserva la facoltà di applicare le disposizioni di cui agli articoli 108, 109 e 110 del D.Lgs. 50/2016;
c) è esclusa la competenza arbitrale e si stabilisce quale foro competente ed esclusivo quello di Torino;
d) non sarà inserita nel contratto di appalto alcuna clausola compromissoria;
e) l’appalto si compone di più lotti;
f) l’appalto è soggetto a tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla legge n. 136/2010 e successive modifiche e integrazioni e al rispetto del protocollo operativo di cui alla delibera CIPE 15/2015, pubblicata sulla GU serie generale n. 155 del 7.7.2015, in relazione al monitoraggio finanziario per l’opera in oggetto: pertanto, l’aggiudicatario dell’appalto sarà soggetto ai seguenti obblighi:
— l’obbligo di accendere uno o più conti «dedicati» in via esclusiva all’opera considerata,
— l’obbligo di effettuare tutti i pagamenti, salve le eccezioni indicate nel protocollo operativo, tramite bonifici SEPA sui quali riportare il CUP (H31B01000250008) nell’ambito della stringa alfanumerica di individuazione del pagamento e delle relative causali,
— l’obbligo di rilasciare agli intermediari finanziari presso cui sono accesi i suddetti conti dedicati una «lettera di manleva», che li autorizzi a trasmettere al DIPE le informazioni del pari specificate nel protocollo operativo;
g) ai sensi della delibera CIPE 26.6.2009 n. 43/2009, con cui è stato approvato il progetto definitivo della «Galleria di Sicurezza del Tunnel del Fréjus», è prescritto che tutti gli affidamenti a valle dell’aggiudicazione, di qualunque importo, saranno sottoposti all’acquisizione di informazioni antimafia nei confronti dei subappaltatori e sub affidatari, ai sensi del DPR 3.6.1998, n. 252, secondo le modalità stabilite dall’allegato 3 alla delibera CIPE n. 43 del 26.6.2009: a tal riguardo, la committente ha sottoscritto con prefettura UTG di Torino un protocollo di legalità ai fini della prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata, in forza del quale la committente si obbliga, nella sua qualità di soggetto aggiudicatore, a comunicare tempestivamente alla prefettura-UTG di Torino i dati relativi alle società e imprese, anche con riferimento ai loro assetti societari, cui intende affidare l’esecuzione dei lavori o di cui intende avvalersi nell’affidamento di servizi, noli o trasporti, o per la fornitura di materiali facenti parte integrante del ciclo produttivo o comunque strettamente inerenti alla realizzazione dell’opera, fatta eccezione per i dati relativi ai concessionari e/o gestori e licenziatari di Stato;
h) i dati raccolti saranno trattati, ex D.Lgs. 196/2003, esclusivamente nell’ambito della presente gara;
i) ai sensi dell’art. 216, comma 11, del D.Lgs. 50/2016, le spese per la pubblicazione ivi richiamate sono rimborsate alla stazione appaltante dall’aggiudicatario entro il termine di 60 giorni dall’aggiudicazione;
j) l’offerta sarà valida per 180 giorni dalla sua presentazione; la stazione appaltante si riserva la facoltà di chiedere il differimento di detto termine;
k) non sono ammesse offerte condizionate e/o parziali e/o in aumento; si procederà all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, sempre che sia ritenuta congrua e conveniente;
l) in caso di offerte uguali si procederà per sorteggio;
m) ai sensi dell'art. 95, co. 12, del D.Lgs. n. 50/2016, la stazione appaltante si riserva il diritto di non procedere all'aggiudicazione nel caso in cui nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all'oggetto dell'appalto;
n) il presente bando non vincola la stazione appaltante, né all'espletamento della gara, né alla diramazione degli inviti, né alla successiva aggiudicazione; la stazione appaltante si riserva espressamente la possibilità di annullare la gara o di modificarne o rinviarne i termini in qualsiasi momento e a suo insindacabile giudizio, senza che i candidati possano avanzare pretese di qualsiasi genere e natura;
o) con riferimento agli operatori economici aventi sede, residenza o domicilio nei paesi inseriti nelle cosiddette black list di cui al decreto del MEF 4.5.1999 e al decreto del MEF 21.11.2001, essi sono tenuti a produrre l’autorizzazione rilasciata ai sensi del D.M. 14.12.2010 (art. 37 del decreto legge 31.5.2010 n. 78, convertito con modificazioni con la legge 30.7.2010 n. 122).
Il soggetto incaricato di svolgere le funzioni di responsabile del procedimento SITAF è il responsabile ufficio affari regolatori geom. Francesco Neri – frazione San Giuliano 2, Susa (TO) — tel. +39 0122621621.
VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso

Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) Piemonte
Corso Stati Uniti 45
10129 Torino
Italia
Telefono: +39 115576411
Fax: +39 11539265

VI.4.2)Presentazione di ricorsi
Informazioni precise sui termini di presentazione dei ricorsi: 30 giorni dalla pubblicazione del bando. Ai sensi dell’art. 29, comma 1, del D.Lgs. n. 50/2016 i concorrenti possono impugnare i provvedimenti di ammissione e di esclusione entro 30 giorni dalla loro pubblicazione su profilo della stazione appaltante.
VI.4.3)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione dei ricorsi

SITAF S.p.A. — Ufficio legale
Frazione San Giuliano 2
10059 Susa
Italia
Posta elettronica: legale@sitaf.it
Telefono: +39 122621621
Fax: +39 122621686

VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
22.6.2018