Servizi - 443905-2018

11/10/2018    S196    - - Servizi - Avviso di aggiudicazione - Procedura aperta 

Italia-Roma: Servizi di progettazione di sistemi elettrici

2018/S 196-443905

Avviso di aggiudicazione di appalto

Risultati della procedura di appalto

Servizi

Legal Basis:

Direttiva 2014/24/UE

Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice

I.1)Denominazione e indirizzi
Azienda ospedaliera universitaria Policlinico Umberto I
Viale del Policlinico 155
Roma
00161
Italia
Persona di contatto: Valerio Camponeschi
E-mail: v.camponeschi@pec.policlinicoumberto1.it
Fax: +39 0649970100
Codice NUTS: ITI43

Indirizzi Internet:

Indirizzo principale: www.policlinicoumberto1.it

I.2)Appalto congiunto
I.4)Tipo di amministrazione aggiudicatrice
Organismo di diritto pubblico
I.5)Principali settori di attività
Salute

Sezione II: Oggetto

II.1)Entità dell'appalto
II.1.1)Denominazione:

Predisposizione delle D.I.R.I. (Dichiarazione rispondenza impianti elettrici) ex art. 7, comma 6 del D.M. n. 37/08 e ss. mm. ii. degli edifici in uso all’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico

II.1.2)Codice CPV principale
71323100
II.1.3)Tipo di appalto
Servizi
II.1.4)Breve descrizione:

Predisposizione delle Dichiarazioni di rispondenza impianti elettrici ex art. 7, comma 6 del D.M. 37/08 e s.m.i. degli edifici in uso all’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Umberto I di Roma.

II.1.6)Informazioni relative ai lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: sì
II.1.7)Valore totale dell’appalto (IVA esclusa)
Valore, IVA esclusa: 385 000.00 EUR
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

Predisposizione delle Di.Ri. degli edifici nn. 4 — 4/a — 6 — 6/a — 9 — 39 e 40 del Policlinico Umberto I di Roma

Lotto n.: 1
II.2.2)Codici CPV supplementari
71321000
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITI43
II.2.4)Descrizione dell'appalto:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 4 — 4/A — 6 - 6/A — 9 - 39 E 40 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Costituiscono oggetto della prestazione professionale tutte le seguenti attività:

— rilievo completo dell'impianto elettrico attuale per ciascun edificio affidato e per locali omogenei per ciascuna classe elettrica presente e restituzione grafica, comprendente: planimetrie con l'indicazione dei principali punti di utilizzazione (prese, interruttori, ecc.); individuazione dei quadri principali (consegna, distribuzione, ecc.), delle linee principali con indicazione delle sezioni, i materiali dei conduttori e dei cavidotti (rilevabili in modo diretto o indirettamente con ragionevole certezza); schemi unifilari dei quadri elettrici (n. 3 copie cartacee e una digitale),

— verifica di:

— congruità delle sezioni dei conduttori con il tipo di linea/carico previsto,

— presenza di interruttori di protezione compatibili con le sezioni dei cavi ed eventuale selettività,

— presenza di interruttori differenziali ed eventuale selettività o altre forme di protezione contro i contatti indiretti:

— colori dei conduttori di fase e di protezione,

— adeguata protezione contro i contatti diretti,

— adeguata protezione contro il sovraccarico,

— adeguata protezione contro il corto circuito,

— adeguata protezione contro le sovratensioni,

— sistemi contro l'incendio,

— presenza, nei luoghi ove richiesta, della presenza di schemi, cartelli monitori e informazioni analoghe (cabine di trasformazione),

— impianto di terra compatibile con le caratteristiche dell'impianto o protezione equivalente,

— esistenza di componenti elettrici e relativo grado di protezione contro le influenze esterne,

— rispetto delle zone nei locali a maggior rischio elettrico (locali bagno e doccia),

— Prove e misure di:

— continuità dei conduttori di terra, di protezione ed equipotenziali,

— resistenza di isolamento dell'impianto elettrico (se possibile),

— protezione mediante sistemi SELV e PELV e mediante separazione elettrica,

— protezione mediante interruzione automatica dell'alimentazione,

— misura della resistenza di terra e/o resistenza/impedenza dell'anello di guasto e verifica dell'intervento delle protezioni,

— prova di polarità,

— funzionamento interruttori differenziali,

— funzionamento degli impianti di sicurezza,

— Valutazione del rischio dovuto al fulmine,

— Progettazione, ai sensi dell'art. 5 del D.M. 37/08 di eventuali interventi di adeguamento che si rendessero necessari per poter rendere la dichiarazione di rispondenza,

— acquisizione delle «Dichiarazioni di conformità» e dei relativi allegati obbligatori rilasciate dalle imprese che eseguiranno gli eventuali interventi di adeguamento,

— redazione della DIRI con tutti gli allegati progettuali e misure elettriche richieste dalla normativa vigente, comprendente i seguenti documenti:

1. Identificazione e abilitazione del professionista;

2. Relazioni descrittive con identificazione degli impianti;

3. Riferimenti e dichiarazioni e documentazione esistente (anche parziali);

4. Leggi e norme di riferimento;

5. Classificazione degli ambienti (ordinari o soggetti a norme specifiche — locali medici)

6. Caratteristiche della fornitura elettrica e del sistema elettrico;

7. Relazione tecnica di sintesi.

8. Conclusioni

9. Validazione con data e timbro professionale.

La data di rilascio delle DI.RI. sarà subordinata alla conclusione degli eventuali interventi di adeguamento.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Criterio di qualità - Nome: professionalità ed adeguatezza / Ponderazione: 30
Criterio di qualità - Nome: caratteristiche qualitative e metodologiche dell'esecuzione del servizio / Ponderazione: 40
Prezzo - Ponderazione: 30 %
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 7 — 16 — 25a — 47- 50 e 53 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Lotto n.: 2
II.2.2)Codici CPV supplementari
71323100
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITI43
II.2.4)Descrizione dell'appalto:

REDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 7 — 16 — 25a — 47- 50 e 53 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Costituiscono oggetto della prestazione professionale tutte le seguenti attività:

— rilievo completo dell'impianto elettrico attuale per ciascun edificio affidato e per locali omogenei per ciascuna classe elettrica presente e restituzione grafica, comprendente: planimetrie con l'indicazione dei principali punti di utilizzazione (prese, interruttori, ecc.); individuazione dei quadri principali (consegna, distribuzione, ecc.), delle linee principali con indicazione delle sezioni, i materiali dei conduttori e dei cavidotti (rilevabili in modo diretto o indirettamente con ragionevole certezza); schemi unifilari dei quadri elettrici (n. 3 copie cartacee e una digitale),

— verifica di:

— congruità delle sezioni dei conduttori con il tipo di linea/carico previsto,

— presenza di interruttori di protezione compatibili con le sezioni dei cavi ed eventuale selettività,

— presenza di interruttori differenziali ed eventuale selettività o altre forme di protezione contro i contatti indiretti:

— colori dei conduttori di fase e di protezione,

— adeguata protezione contro i contatti diretti,

— adeguata protezione contro il sovraccarico,

— adeguata protezione contro il corto circuito,

— adeguata protezione contro le sovratensioni,

— sistemi contro l'incendio,

— presenza, nei luoghi ove richiesta, della presenza di schemi, cartelli monitori e informazioni analoghe (cabine di trasformazione),

— impianto di terra compatibile con le caratteristiche dell'impianto o protezione equivalente,

— esistenza di componenti elettrici e relativo grado di protezione contro le influenze esterne,

— rispetto delle zone nei locali a maggior rischio elettrico (locali bagno e doccia),

— Prove e misure di:

— continuità dei conduttori di terra, di protezione ed equipotenziali,

— resistenza di isolamento dell'impianto elettrico (se possibile),

— protezione mediante sistemi SELV e PELV e mediante separazione elettrica,

— protezione mediante interruzione automatica dell'alimentazione,

— misura della resistenza di terra e/o resistenza/impedenza dell'anello di guasto e verifica dell'intervento delle protezioni,

— prova di polarità,

— funzionamento interruttori differenziali,

— funzionamento degli impianti di sicurezza,

— Valutazione del rischio dovuto al fulmine,

— Progettazione, ai sensi dell'art. 5 del D.M. 37/08 di eventuali interventi di adeguamento che si rendessero necessari per poter rendere la dichiarazione di rispondenza,

— acquisizione delle «Dichiarazioni di conformità» e dei relativi allegati obbligatori rilasciate dalle imprese che eseguiranno gli eventuali interventi di adeguamento,

— redazione della DIRI con tutti gli allegati progettuali e misure elettriche richieste dalla normativa vigente, comprendente i seguenti documenti:

1. Identificazione e abilitazione del professionista;

2. Relazioni descrittive con identificazione degli impianti;

3. Riferimenti e dichiarazioni e documentazione esistente (anche parziali);

4. Leggi e norme di riferimento;

5. Classificazione degli ambienti (ordinari o soggetti a norme specifiche — locali medici)

6. Caratteristiche della fornitura elettrica e del sistema elettrico;

7. Relazione tecnica di sintesi.

8. Conclusioni

9. Validazione con data e timbro professionale.

La data di rilascio delle DI.RI. sarà subordinata alla conclusione degli eventuali interventi di adeguamento.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Criterio di qualità - Nome: PROFESSIONALITA' ED ADEGUATEZZA / Ponderazione: 30
Criterio di qualità - Nome: CARATTERISTICHE QUALITATIVE E METODOLOGICHE DELL'ESECUZIONE DEL SERVIZIO / Ponderazione: 40
Prezzo - Ponderazione: 30 %
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 5 — 15 — 30 — 35 — 41 e 46a DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Lotto n.: 3
II.2.2)Codici CPV supplementari
71323100
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITI43
II.2.4)Descrizione dell'appalto:

REDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 5 — 15 — 30 — 35 — 41 e 46a DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Costituiscono oggetto della prestazione professionale tutte le seguenti attività:

— rilievo completo dell'impianto elettrico attuale per ciascun edificio affidato e per locali omogenei per ciascuna classe elettrica presente e restituzione grafica, comprendente: planimetrie con l'indicazione dei principali punti di utilizzazione (prese, interruttori, ecc.); individuazione dei quadri principali (consegna, distribuzione, ecc.), delle linee principali con indicazione delle sezioni, i materiali dei conduttori e dei cavidotti (rilevabili in modo diretto o indirettamente con ragionevole certezza); schemi unifilari dei quadri elettrici (n. 3 copie cartacee e una digitale),

— verifica di:

— congruità delle sezioni dei conduttori con il tipo di linea/carico previsto,

— presenza di interruttori di protezione compatibili con le sezioni dei cavi ed eventuale selettività,

— presenza di interruttori differenziali ed eventuale selettività o altre forme di protezione contro i contatti indiretti:

— colori dei conduttori di fase e di protezione,

— adeguata protezione contro i contatti diretti,

— adeguata protezione contro il sovraccarico,

— adeguata protezione contro il corto circuito,

— adeguata protezione contro le sovratensioni,

— sistemi contro l'incendio,

— presenza, nei luoghi ove richiesta, della presenza di schemi, cartelli monitori e informazioni analoghe (cabine di trasformazione),

— impianto di terra compatibile con le caratteristiche dell'impianto o protezione equivalente,

— esistenza di componenti elettrici e relativo grado di protezione contro le influenze esterne,

— rispetto delle zone nei locali a maggior rischio elettrico (locali bagno e doccia),

— Prove e misure di:

— continuità dei conduttori di terra, di protezione ed equipotenziali,

— resistenza di isolamento dell'impianto elettrico (se possibile),

— protezione mediante sistemi SELV e PELV e mediante separazione elettrica,

— protezione mediante interruzione automatica dell'alimentazione,

— misura della resistenza di terra e/o resistenza/impedenza dell'anello di guasto e verifica dell'intervento delle protezioni,

— prova di polarità,

— funzionamento interruttori differenziali,

— funzionamento degli impianti di sicurezza,

— Valutazione del rischio dovuto al fulmine,

— Progettazione, ai sensi dell'art. 5 del D.M. 37/08 di eventuali interventi di adeguamento che si rendessero necessari per poter rendere la dichiarazione di rispondenza,

— acquisizione delle «Dichiarazioni di conformità» e dei relativi allegati obbligatori rilasciate dalle imprese che eseguiranno gli eventuali interventi di adeguamento,

— redazione della DIRI con tutti gli allegati progettuali e misure elettriche richieste dalla normativa vigente, comprendente i seguenti documenti:

1. Identificazione e abilitazione del professionista;

2. Relazioni descrittive con identificazione degli impianti;

3. Riferimenti e dichiarazioni e documentazione esistente (anche parziali);

4. Leggi e norme di riferimento;

5. Classificazione degli ambienti (ordinari o soggetti a norme specifiche — locali medici)

6. Caratteristiche della fornitura elettrica e del sistema elettrico;

7. Relazione tecnica di sintesi.

8. Conclusioni

9. Validazione con data e timbro professionale.

La data di rilascio delle DI.RI. sarà subordinata alla conclusione degli eventuali interventi di adeguamento.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Criterio di qualità - Nome: PROFESSIONALITA' ED ADEGUATEZZA / Ponderazione: 30
Criterio di qualità - Nome: CARATTERISTICHE QUALITATIVE E METODOLOGICHE DELL'ESECUZIONE DEL SERVIZIO / Ponderazione: 40
Prezzo - Ponderazione: 30 %
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 10 — 15a — 21 — 51 — 2 e 2a DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Lotto n.: 4
II.2.2)Codici CPV supplementari
71323100
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITI43
II.2.4)Descrizione dell'appalto:

REDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 10 — 15a — 21 — 51 — 2 e 2a DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Costituiscono oggetto della prestazione professionale tutte le seguenti attività:

— rilievo completo dell'impianto elettrico attuale per ciascun edificio affidato e per locali omogenei per ciascuna classe elettrica presente e restituzione grafica, comprendente: planimetrie con l'indicazione dei principali punti di utilizzazione (prese, interruttori, ecc.); individuazione dei quadri principali (consegna, distribuzione, ecc.), delle linee principali con indicazione delle sezioni, i materiali dei conduttori e dei cavidotti (rilevabili in modo diretto o indirettamente con ragionevole certezza); schemi unifilari dei quadri elettrici (n. 3 copie cartacee e una digitale),

— verifica di:

— congruità delle sezioni dei conduttori con il tipo di linea/carico previsto,

— presenza di interruttori di protezione compatibili con le sezioni dei cavi ed eventuale selettività,

— presenza di interruttori differenziali ed eventuale selettività o altre forme di protezione contro i contatti indiretti:

— colori dei conduttori di fase e di protezione,

— adeguata protezione contro i contatti diretti,

— adeguata protezione contro il sovraccarico,

— adeguata protezione contro il corto circuito,

— adeguata protezione contro le sovratensioni,

— sistemi contro l'incendio,

— presenza, nei luoghi ove richiesta, della presenza di schemi, cartelli monitori e informazioni analoghe (cabine di trasformazione),

— impianto di terra compatibile con le caratteristiche dell'impianto o protezione equivalente,

— esistenza di componenti elettrici e relativo grado di protezione contro le influenze esterne,

— rispetto delle zone nei locali a maggior rischio elettrico (locali bagno e doccia),

— Prove e misure di:

— continuità dei conduttori di terra, di protezione ed equipotenziali,

— resistenza di isolamento dell'impianto elettrico (se possibile),

— protezione mediante sistemi SELV e PELV e mediante separazione elettrica,

— protezione mediante interruzione automatica dell'alimentazione,

— misura della resistenza di terra e/o resistenza/impedenza dell'anello di guasto e verifica dell'intervento delle protezioni,

— prova di polarità,

— funzionamento interruttori differenziali,

— funzionamento degli impianti di sicurezza,

— Valutazione del rischio dovuto al fulmine,

— Progettazione, ai sensi dell'art. 5 del D.M. 37/08 di eventuali interventi di adeguamento che si rendessero necessari per poter rendere la dichiarazione di rispondenza,

— acquisizione delle «Dichiarazioni di conformità» e dei relativi allegati obbligatori rilasciate dalle imprese che eseguiranno gli eventuali interventi di adeguamento,

— redazione della DIRI con tutti gli allegati progettuali e misure elettriche richieste dalla normativa vigente, comprendente i seguenti documenti:

1. Identificazione e abilitazione del professionista;

2. Relazioni descrittive con identificazione degli impianti;

3. Riferimenti e dichiarazioni e documentazione esistente (anche parziali);

4. Leggi e norme di riferimento;

5. Classificazione degli ambienti (ordinari o soggetti a norme specifiche — locali medici)

6. Caratteristiche della fornitura elettrica e del sistema elettrico;

7. Relazione tecnica di sintesi.

8. Conclusioni

9. Validazione con data e timbro professionale.

La data di rilascio delle DI.RI. sarà subordinata alla conclusione degli eventuali interventi di adeguamento.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Criterio di qualità - Nome: PROFESSIONALITA' ED ADEGUATEZZA / Ponderazione: 30
Criterio di qualità - Nome: CARATTERISTICHE QUALITATIVE E METODOLOGICHE DELL'ESECUZIONE DEL SERVIZIO / Ponderazione: 40
Prezzo - Ponderazione: 30 %
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 24 — 26 — 29 — 33 — 46 e 43 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Lotto n.: 5
II.2.2)Codici CPV supplementari
71323100
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITI43
II.2.4)Descrizione dell'appalto:

REDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 24 — 26 — 29 — 33 — 46 e 43 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Costituiscono oggetto della prestazione professionale tutte le seguenti attività:

— rilievo completo dell'impianto elettrico attuale per ciascun edificio affidato e per locali omogenei per ciascuna classe elettrica presente e restituzione grafica, comprendente: planimetrie con l'indicazione dei principali punti di utilizzazione (prese, interruttori, ecc.); individuazione dei quadri principali (consegna, distribuzione, ecc.), delle linee principali con indicazione delle sezioni, i materiali dei conduttori e dei cavidotti (rilevabili in modo diretto o indirettamente con ragionevole certezza); schemi unifilari dei quadri elettrici (n. 3 copie cartacee e una digitale),

— verifica di:

— congruità delle sezioni dei conduttori con il tipo di linea/carico previsto,

— presenza di interruttori di protezione compatibili con le sezioni dei cavi ed eventuale selettività,

— presenza di interruttori differenziali ed eventuale selettività o altre forme di protezione contro i contatti indiretti:

— colori dei conduttori di fase e di protezione,

— adeguata protezione contro i contatti diretti,

— adeguata protezione contro il sovraccarico,

— adeguata protezione contro il corto circuito,

— adeguata protezione contro le sovratensioni,

— sistemi contro l'incendio,

— presenza, nei luoghi ove richiesta, della presenza di schemi, cartelli monitori e informazioni analoghe (cabine di trasformazione),

— impianto di terra compatibile con le caratteristiche dell'impianto o protezione equivalente,

— esistenza di componenti elettrici e relativo grado di protezione contro le influenze esterne,

— rispetto delle zone nei locali a maggior rischio elettrico (locali bagno e doccia),

— Prove e misure di:

— continuità dei conduttori di terra, di protezione ed equipotenziali,

— resistenza di isolamento dell'impianto elettrico (se possibile),

— protezione mediante sistemi SELV e PELV e mediante separazione elettrica,

— protezione mediante interruzione automatica dell'alimentazione,

— misura della resistenza di terra e/o resistenza/impedenza dell'anello di guasto e verifica dell'intervento delle protezioni,

— prova di polarità,

— funzionamento interruttori differenziali,

— funzionamento degli impianti di sicurezza,

— Valutazione del rischio dovuto al fulmine,

— Progettazione, ai sensi dell'art. 5 del D.M. 37/08 di eventuali interventi di adeguamento che si rendessero necessari per poter rendere la dichiarazione di rispondenza,

— acquisizione delle «Dichiarazioni di conformità» e dei relativi allegati obbligatori rilasciate dalle imprese che eseguiranno gli eventuali interventi di adeguamento,

— redazione della DIRI con tutti gli allegati progettuali e misure elettriche richieste dalla normativa vigente, comprendente i seguenti documenti:

1. Identificazione e abilitazione del professionista;

2. Relazioni descrittive con identificazione degli impianti;

3. Riferimenti e dichiarazioni e documentazione esistente (anche parziali);

4. Leggi e norme di riferimento;

5. Classificazione degli ambienti (ordinari o soggetti a norme specifiche — locali medici)

6. Caratteristiche della fornitura elettrica e del sistema elettrico;

7. Relazione tecnica di sintesi.

8. Conclusioni

9. Validazione con data e timbro professionale.

La data di rilascio delle DI.RI. sarà subordinata alla conclusione degli eventuali interventi di adeguamento.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Criterio di qualità - Nome: PROFESSIONALITA' ED ADEGUATEZZA / Ponderazione: 30
Criterio di qualità - Nome: CARATTERISTICHE QUALITATIVE E METODOLOGICHE DELL'ESECUZIONE DEL SERVIZIO / Ponderazione: 40
Prezzo - Ponderazione: 30 %
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 1 — 11 — 20 — 32 — 36 — 37 e 58 (Obitorio) DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Lotto n.: 6
II.2.2)Codici CPV supplementari
71323100
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITI43
II.2.4)Descrizione dell'appalto:

REDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 1 — 11 — 20 — 32 — 36 — 37 e 58 (Obitorio) DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Costituiscono oggetto della prestazione professionale tutte le seguenti attività:

— rilievo completo dell'impianto elettrico attuale per ciascun edificio affidato e per locali omogenei per ciascuna classe elettrica presente e restituzione grafica, comprendente: planimetrie con l'indicazione dei principali punti di utilizzazione (prese, interruttori, ecc.); individuazione dei quadri principali (consegna, distribuzione, ecc.), delle linee principali con indicazione delle sezioni, i materiali dei conduttori e dei cavidotti (rilevabili in modo diretto o indirettamente con ragionevole certezza); schemi unifilari dei quadri elettrici (n. 3 copie cartacee e una digitale),

— verifica di:

— congruità delle sezioni dei conduttori con il tipo di linea/carico previsto,

— presenza di interruttori di protezione compatibili con le sezioni dei cavi ed eventuale selettività,

— presenza di interruttori differenziali ed eventuale selettività o altre forme di protezione contro i contatti indiretti:

— colori dei conduttori di fase e di protezione,

— adeguata protezione contro i contatti diretti,

— adeguata protezione contro il sovraccarico,

— adeguata protezione contro il corto circuito,

— adeguata protezione contro le sovratensioni,

— sistemi contro l'incendio,

— presenza, nei luoghi ove richiesta, della presenza di schemi, cartelli monitori e informazioni analoghe (cabine di trasformazione),

— impianto di terra compatibile con le caratteristiche dell'impianto o protezione equivalente,

— esistenza di componenti elettrici e relativo grado di protezione contro le influenze esterne,

— rispetto delle zone nei locali a maggior rischio elettrico (locali bagno e doccia),

— Prove e misure di:

— continuità dei conduttori di terra, di protezione ed equipotenziali,

— resistenza di isolamento dell'impianto elettrico (se possibile),

— protezione mediante sistemi SELV e PELV e mediante separazione elettrica,

— protezione mediante interruzione automatica dell'alimentazione,

— misura della resistenza di terra e/o resistenza/impedenza dell'anello di guasto e verifica dell'intervento delle protezioni,

— prova di polarità,

— funzionamento interruttori differenziali,

— funzionamento degli impianti di sicurezza,

— Valutazione del rischio dovuto al fulmine,

— Progettazione, ai sensi dell'art. 5 del D.M. 37/08 di eventuali interventi di adeguamento che si rendessero necessari per poter rendere la dichiarazione di rispondenza,

— acquisizione delle «Dichiarazioni di conformità» e dei relativi allegati obbligatori rilasciate dalle imprese che eseguiranno gli eventuali interventi di adeguamento,

— redazione della DIRI con tutti gli allegati progettuali e misure elettriche richieste dalla normativa vigente, comprendente i seguenti documenti:

1. Identificazione e abilitazione del professionista;

2. Relazioni descrittive con identificazione degli impianti;

3. Riferimenti e dichiarazioni e documentazione esistente (anche parziali);

4. Leggi e norme di riferimento;

5. Classificazione degli ambienti (ordinari o soggetti a norme specifiche — locali medici)

6. Caratteristiche della fornitura elettrica e del sistema elettrico;

7. Relazione tecnica di sintesi.

8. Conclusioni

9. Validazione con data e timbro professionale.

La data di rilascio delle DI.RI. sarà subordinata alla conclusione degli eventuali interventi di adeguamento.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Criterio di qualità - Nome: PROFESSIONALITA' ED ADEGUATEZZA / Ponderazione: 30
Criterio di qualità - Nome: CARATTERISTICHE QUALITATIVE E METODOLOGICHE DELL'ESECUZIONE DEL SERVIZIO / Ponderazione: 40
Prezzo - Ponderazione: 30 %
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 17 — 15b — 18 - 22 — 27 — 31 — 44 e 45 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Lotto n.: 7
II.2.2)Codici CPV supplementari
71323100
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITI43
II.2.4)Descrizione dell'appalto:

REDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 17 — 15b —18 -- 22 — 27 — 31 — 44 e 45 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Costituiscono oggetto della prestazione professionale tutte le seguenti attività:

— rilievo completo dell'impianto elettrico attuale per ciascun edificio affidato e per locali omogenei per ciascuna classe elettrica presente e restituzione grafica, comprendente: planimetrie con l'indicazione dei principali punti di utilizzazione (prese, interruttori, ecc.); individuazione dei quadri principali (consegna, distribuzione, ecc.), delle linee principali con indicazione delle sezioni, i materiali dei conduttori e dei cavidotti (rilevabili in modo diretto o indirettamente con ragionevole certezza); schemi unifilari dei quadri elettrici (n. 3 copie cartacee e una digitale),

— verifica di:

— congruità delle sezioni dei conduttori con il tipo di linea/carico previsto,

— presenza di interruttori di protezione compatibili con le sezioni dei cavi ed eventuale selettività,

— presenza di interruttori differenziali ed eventuale selettività o altre forme di protezione contro i contatti indiretti:

— colori dei conduttori di fase e di protezione,

— adeguata protezione contro i contatti diretti,

— adeguata protezione contro il sovraccarico,

— adeguata protezione contro il corto circuito,

— adeguata protezione contro le sovratensioni,

— sistemi contro l'incendio,

— presenza, nei luoghi ove richiesta, della presenza di schemi, cartelli monitori e informazioni analoghe (cabine di trasformazione),

— impianto di terra compatibile con le caratteristiche dell'impianto o protezione equivalente,

— esistenza di componenti elettrici e relativo grado di protezione contro le influenze esterne,

— rispetto delle zone nei locali a maggior rischio elettrico (locali bagno e doccia),

— Prove e misure di:

— continuità dei conduttori di terra, di protezione ed equipotenziali,

— resistenza di isolamento dell'impianto elettrico (se possibile),

— protezione mediante sistemi SELV e PELV e mediante separazione elettrica,

— protezione mediante interruzione automatica dell'alimentazione,

— misura della resistenza di terra e/o resistenza/impedenza dell'anello di guasto e verifica dell'intervento delle protezioni,

— prova di polarità,

— funzionamento interruttori differenziali,

— funzionamento degli impianti di sicurezza,

— Valutazione del rischio dovuto al fulmine,

— Progettazione, ai sensi dell'art. 5 del D.M. 37/08 di eventuali interventi di adeguamento che si rendessero necessari per poter rendere la dichiarazione di rispondenza,

— acquisizione delle «Dichiarazioni di conformità» e dei relativi allegati obbligatori rilasciate dalle imprese che eseguiranno gli eventuali interventi di adeguamento,

— redazione della DIRI con tutti gli allegati progettuali e misure elettriche richieste dalla normativa vigente, comprendente i seguenti documenti:

1. Identificazione e abilitazione del professionista;

2. Relazioni descrittive con identificazione degli impianti;

3. Riferimenti e dichiarazioni e documentazione esistente (anche parziali);

4. Leggi e norme di riferimento;

5. Classificazione degli ambienti (ordinari o soggetti a norme specifiche — locali medici)

6. Caratteristiche della fornitura elettrica e del sistema elettrico;

7. Relazione tecnica di sintesi.

8. Conclusioni

9. Validazione con data e timbro professionale.

La data di rilascio delle DI.RI. sarà subordinata alla conclusione degli eventuali interventi di adeguamento.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Criterio di qualità - Nome: PROFESSIONALITA' ED ADEGUATEZZA / Ponderazione: 30
Criterio di qualità - Nome: CARATTERISTICHE QUALITATIVE E METODOLOGICHE DELL'ESECUZIONE DEL SERVIZIO / Ponderazione: 40
Prezzo - Ponderazione: 30 %
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 8 — 13 — 25 — 28 — 42 e 52 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Lotto n.: 8
II.2.2)Codici CPV supplementari
71323100
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITI43
II.2.4)Descrizione dell'appalto:

REDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 8 — 13 — 25 — 28 — 42 e 52 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Costituiscono oggetto della prestazione professionale tutte le seguenti attività:

— rilievo completo dell'impianto elettrico attuale per ciascun edificio affidato e per locali omogenei per ciascuna classe elettrica presente e restituzione grafica, comprendente: planimetrie con l'indicazione dei principali punti di utilizzazione (prese, interruttori, ecc.); individuazione dei quadri principali (consegna, distribuzione, ecc.), delle linee principali con indicazione delle sezioni, i materiali dei conduttori e dei cavidotti (rilevabili in modo diretto o indirettamente con ragionevole certezza); schemi unifilari dei quadri elettrici (n. 3 copie cartacee e una digitale),

— verifica di:

— congruità delle sezioni dei conduttori con il tipo di linea/carico previsto,

— presenza di interruttori di protezione compatibili con le sezioni dei cavi ed eventuale selettività,

— presenza di interruttori differenziali ed eventuale selettività o altre forme di protezione contro i contatti indiretti:

— colori dei conduttori di fase e di protezione,

— adeguata protezione contro i contatti diretti,

— adeguata protezione contro il sovraccarico,

— adeguata protezione contro il corto circuito,

— adeguata protezione contro le sovratensioni,

— sistemi contro l'incendio,

— presenza, nei luoghi ove richiesta, della presenza di schemi, cartelli monitori e informazioni analoghe (cabine di trasformazione),

— impianto di terra compatibile con le caratteristiche dell'impianto o protezione equivalente,

— esistenza di componenti elettrici e relativo grado di protezione contro le influenze esterne,

— rispetto delle zone nei locali a maggior rischio elettrico (locali bagno e doccia),

— Prove e misure di:

— continuità dei conduttori di terra, di protezione ed equipotenziali,

— resistenza di isolamento dell'impianto elettrico (se possibile),

— protezione mediante sistemi SELV e PELV e mediante separazione elettrica,

— protezione mediante interruzione automatica dell'alimentazione,

— misura della resistenza di terra e/o resistenza/impedenza dell'anello di guasto e verifica dell'intervento delle protezioni,

— prova di polarità,

— funzionamento interruttori differenziali,

— funzionamento degli impianti di sicurezza,

— Valutazione del rischio dovuto al fulmine,

— Progettazione, ai sensi dell'art. 5 del D.M. 37/08 di eventuali interventi di adeguamento che si rendessero necessari per poter rendere la dichiarazione di rispondenza,

— acquisizione delle «Dichiarazioni di conformità» e dei relativi allegati obbligatori rilasciate dalle imprese che eseguiranno gli eventuali interventi di adeguamento,

— redazione della DIRI con tutti gli allegati progettuali e misure elettriche richieste dalla normativa vigente, comprendente i seguenti documenti:

1. Identificazione e abilitazione del professionista;

2. Relazioni descrittive con identificazione degli impianti;

3. Riferimenti e dichiarazioni e documentazione esistente (anche parziali);

4. Leggi e norme di riferimento;

5. Classificazione degli ambienti (ordinari o soggetti a norme specifiche — locali medici)

6. Caratteristiche della fornitura elettrica e del sistema elettrico;

7. Relazione tecnica di sintesi.

8. Conclusioni

9. Validazione con data e timbro professionale.

La data di rilascio delle DI.RI. sarà subordinata alla conclusione degli eventuali interventi di adeguamento.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Criterio di qualità - Nome: PROFESSIONALITA' ED ADEGUATEZZA / Ponderazione: 30
Criterio di qualità - Nome: CARATTERISTICHE QUALITATIVE E METODOLOGICHE DELL'ESECUZIONE DEL SERVIZIO / Ponderazione: 40
Prezzo - Ponderazione: 30 %
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 3 — 14 — 19 — 38 e 34 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Lotto n.: 9
II.2.2)Codici CPV supplementari
71323100
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITI43
II.2.4)Descrizione dell'appalto:

REDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 3 — 14 — 19 — 38 e 34 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Costituiscono oggetto della prestazione professionale tutte le seguenti attività:

— rilievo completo dell'impianto elettrico attuale per ciascun edificio affidato e per locali omogenei per ciascuna classe elettrica presente e restituzione grafica, comprendente: planimetrie con l'indicazione dei principali punti di utilizzazione (prese, interruttori, ecc.); individuazione dei quadri principali (consegna, distribuzione, ecc.), delle linee principali con indicazione delle sezioni, i materiali dei conduttori e dei cavidotti (rilevabili in modo diretto o indirettamente con ragionevole certezza); schemi unifilari dei quadri elettrici (n. 3 copie cartacee e una digitale),

— verifica di:

— congruità delle sezioni dei conduttori con il tipo di linea/carico previsto,

— presenza di interruttori di protezione compatibili con le sezioni dei cavi ed eventuale selettività,

— presenza di interruttori differenziali ed eventuale selettività o altre forme di protezione contro i contatti indiretti:

— colori dei conduttori di fase e di protezione,

— adeguata protezione contro i contatti diretti,

— adeguata protezione contro il sovraccarico,

— adeguata protezione contro il corto circuito,

— adeguata protezione contro le sovratensioni,

— sistemi contro l'incendio,

— presenza, nei luoghi ove richiesta, della presenza di schemi, cartelli monitori e informazioni analoghe (cabine di trasformazione),

— impianto di terra compatibile con le caratteristiche dell'impianto o protezione equivalente,

— esistenza di componenti elettrici e relativo grado di protezione contro le influenze esterne,

— rispetto delle zone nei locali a maggior rischio elettrico (locali bagno e doccia),

— Prove e misure di:

— continuità dei conduttori di terra, di protezione ed equipotenziali,

— resistenza di isolamento dell'impianto elettrico (se possibile),

— protezione mediante sistemi SELV e PELV e mediante separazione elettrica,

— protezione mediante interruzione automatica dell'alimentazione,

— misura della resistenza di terra e/o resistenza/impedenza dell'anello di guasto e verifica dell'intervento delle protezioni,

— prova di polarità,

— funzionamento interruttori differenziali,

— funzionamento degli impianti di sicurezza,

— Valutazione del rischio dovuto al fulmine,

— Progettazione, ai sensi dell'art. 5 del D.M. 37/08 di eventuali interventi di adeguamento che si rendessero necessari per poter rendere la dichiarazione di rispondenza,

— acquisizione delle «Dichiarazioni di conformità» e dei relativi allegati obbligatori rilasciate dalle imprese che eseguiranno gli eventuali interventi di adeguamento,

— redazione della DIRI con tutti gli allegati progettuali e misure elettriche richieste dalla normativa vigente, comprendente i seguenti documenti:

1. Identificazione e abilitazione del professionista;

2. Relazioni descrittive con identificazione degli impianti;

3. Riferimenti e dichiarazioni e documentazione esistente (anche parziali);

4. Leggi e norme di riferimento;

5. Classificazione degli ambienti (ordinari o soggetti a norme specifiche — locali medici)

6. Caratteristiche della fornitura elettrica e del sistema elettrico;

7. Relazione tecnica di sintesi.

8. Conclusioni

9. Validazione con data e timbro professionale.

La data di rilascio delle DI.RI. sarà subordinata alla conclusione degli eventuali interventi di adeguamento.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Criterio di qualità - Nome: PROFESSIONALITA' ED ADEGUATEZZA / Ponderazione: 30
Criterio di qualità - Nome: CARATTERISTICHE QUALITATIVE E METODOLOGICHE DELL'ESECUZIONE DEL SERVIZIO / Ponderazione: 40
Prezzo - Ponderazione: 30 %
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 24a — 61 — 59 — Gallerie Ipogee e Epigee DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Lotto n.: 10
II.2.2)Codici CPV supplementari
71323100
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITI43
II.2.4)Descrizione dell'appalto:

REDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 24a — 61 — 59 — Gallerie Ipogee e Epigee DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Costituiscono oggetto della prestazione professionale tutte le seguenti attività:

— rilievo completo dell'impianto elettrico attuale per ciascun edificio affidato e per locali omogenei per ciascuna classe elettrica presente e restituzione grafica, comprendente: planimetrie con l'indicazione dei principali punti di utilizzazione (prese, interruttori, ecc.); individuazione dei quadri principali (consegna, distribuzione, ecc.), delle linee principali con indicazione delle sezioni, i materiali dei conduttori e dei cavidotti (rilevabili in modo diretto o indirettamente con ragionevole certezza); schemi unifilari dei quadri elettrici (n. 3 copie cartacee e una digitale),

— verifica di:

— congruità delle sezioni dei conduttori con il tipo di linea/carico previsto,

— presenza di interruttori di protezione compatibili con le sezioni dei cavi ed eventuale selettività,

— presenza di interruttori differenziali ed eventuale selettività o altre forme di protezione contro i contatti indiretti:

— colori dei conduttori di fase e di protezione,

— adeguata protezione contro i contatti diretti,

— adeguata protezione contro il sovraccarico,

— adeguata protezione contro il corto circuito,

— adeguata protezione contro le sovratensioni,

— sistemi contro l'incendio,

— presenza, nei luoghi ove richiesta, della presenza di schemi, cartelli monitori e informazioni analoghe (cabine di trasformazione),

— impianto di terra compatibile con le caratteristiche dell'impianto o protezione equivalente,

— esistenza di componenti elettrici e relativo grado di protezione contro le influenze esterne,

— rispetto delle zone nei locali a maggior rischio elettrico (locali bagno e doccia),

— Prove e misure di:

— continuità dei conduttori di terra, di protezione ed equipotenziali,

— resistenza di isolamento dell'impianto elettrico (se possibile),

— protezione mediante sistemi SELV e PELV e mediante separazione elettrica,

— protezione mediante interruzione automatica dell'alimentazione,

— misura della resistenza di terra e/o resistenza/impedenza dell'anello di guasto e verifica dell'intervento delle protezioni,

— prova di polarità,

— funzionamento interruttori differenziali,

— funzionamento degli impianti di sicurezza,

— Valutazione del rischio dovuto al fulmine,

— Progettazione, ai sensi dell'art. 5 del D.M. 37/08 di eventuali interventi di adeguamento che si rendessero necessari per poter rendere la dichiarazione di rispondenza,

— acquisizione delle «Dichiarazioni di conformità» e dei relativi allegati obbligatori rilasciate dalle imprese che eseguiranno gli eventuali interventi di adeguamento,

— redazione della DIRI con tutti gli allegati progettuali e misure elettriche richieste dalla normativa vigente, comprendente i seguenti documenti:

1. Identificazione e abilitazione del professionista;

2. Relazioni descrittive con identificazione degli impianti;

3. Riferimenti e dichiarazioni e documentazione esistente (anche parziali);

4. Leggi e norme di riferimento;

5. Classificazione degli ambienti (ordinari o soggetti a norme specifiche — locali medici)

6. Caratteristiche della fornitura elettrica e del sistema elettrico;

7. Relazione tecnica di sintesi.

8. Conclusioni

9. Validazione con data e timbro professionale.

La data di rilascio delle DI.RI. sarà subordinata alla conclusione degli eventuali interventi di adeguamento.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
Criterio di qualità - Nome: PROFESSIONALITA' ED ADEGUATEZZA / Ponderazione: 30
Criterio di qualità - Nome: CARATTERISTICHE QUALITATIVE E METODOLOGICHE DELL'ESECUZIONE DEL SERVIZIO / Ponderazione: 40
Prezzo - Ponderazione: 30 %
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari

Sezione IV: Procedura

IV.1)Descrizione
IV.1.1)Tipo di procedura
Procedura aperta
IV.1.3)Informazioni su un accordo quadro o un sistema dinamico di acquisizione
IV.1.6)Informazioni sull'asta elettronica
IV.1.8)Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
L'appalto è disciplinato dall'accordo sugli appalti pubblici: sì
IV.2)Informazioni di carattere amministrativo
IV.2.1)Pubblicazione precedente relativa alla stessa procedura
Numero dell'avviso nella GU S: 2017/S 144-297104
IV.2.8)Informazioni relative alla chiusura del sistema dinamico di acquisizione
IV.2.9)Informazioni relative alla fine della validità dell'avviso di indizione di gara in forma di avviso di preinformazione

Sezione V: Aggiudicazione di appalto

Lotto n.: 1
Denominazione:

Predisposizione delle Di.Ri. degli edifici nn. 4 — 4/a — 6 — 6/a — 9 — 39 e 40 del Policlinico Umberto I di Roma

Un contratto d'appalto/lotto è stato aggiudicato: sì
V.2)Aggiudicazione di appalto
V.2.1)Data di conclusione del contratto d'appalto:
03/10/2018
V.2.2)Informazioni sulle offerte
Numero di offerte pervenute: 2
Numero di offerte ricevute da PMI: 2
Numero di offerte ricevute da offerenti provenienti da altri Stati membri dell'UE: 0
Numero di offerte ricevute dagli offerenti provenienti da Stati non membri dell'UE: 0
Numero di offerte pervenute per via elettronica: 0
L'appalto è stato aggiudicato a un raggruppamento di operatori economici: no
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
Ing. Massimo Putti
Viale del Tintoretto 202
Roma
00142
Italia
Tel.: +39 065030938
E-mail: m.putti@pec.ording.roma.it
Fax: +39 0651960826
Codice NUTS: ITI43
Il contraente è una PMI: sì
V.2.4)Informazione sul valore del contratto d'appalto /lotto (IVA esclusa)
Valore totale inizialmente stimato del contratto d’appalto/lotto: 38 500.00 EUR
Valore totale del contratto d'appalto/del lotto: 34 225.44 EUR
V.2.5)Informazioni sui subappalti

Sezione V: Aggiudicazione di appalto

Lotto n.: 2
Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 7 — 16 — 25a — 47- 50 e 53 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Un contratto d'appalto/lotto è stato aggiudicato: sì
V.2)Aggiudicazione di appalto
V.2.1)Data di conclusione del contratto d'appalto:
03/10/2018
V.2.2)Informazioni sulle offerte
Numero di offerte pervenute: 2
Numero di offerte ricevute da PMI: 2
Numero di offerte ricevute da offerenti provenienti da altri Stati membri dell'UE: 0
Numero di offerte ricevute dagli offerenti provenienti da Stati non membri dell'UE: 0
Numero di offerte pervenute per via elettronica: 0
L'appalto è stato aggiudicato a un raggruppamento di operatori economici: no
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
ING. MASSIMO PUTTI
VIALE DEL TINTORETTO N. 202
ROMA
00142
Italia
Tel.: +39 065030938
E-mail: m.putti@pec.ording.roma.it
Fax: +39 0651960826
Codice NUTS: ITI43
Il contraente è una PMI: sì
V.2.4)Informazione sul valore del contratto d'appalto /lotto (IVA esclusa)
Valore totale inizialmente stimato del contratto d’appalto/lotto: 38 500.00 EUR
Valore totale del contratto d'appalto/del lotto: 34 225.44 EUR
V.2.5)Informazioni sui subappalti

Sezione V: Aggiudicazione di appalto

Lotto n.: 3
Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 5 — 15 — 30 — 35 — 41 e 46a DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Un contratto d'appalto/lotto è stato aggiudicato: sì
V.2)Aggiudicazione di appalto
V.2.1)Data di conclusione del contratto d'appalto:
03/10/2018
V.2.2)Informazioni sulle offerte
Numero di offerte pervenute: 2
Numero di offerte ricevute da PMI: 2
Numero di offerte ricevute da offerenti provenienti da altri Stati membri dell'UE: 0
Numero di offerte ricevute dagli offerenti provenienti da Stati non membri dell'UE: 0
Numero di offerte pervenute per via elettronica: 0
L'appalto è stato aggiudicato a un raggruppamento di operatori economici: no
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
ING. MASSIMO PUTTI
VIALE DEL TINTORETTO N. 202
ROMA
00142
Italia
Tel.: +39 065030938
E-mail: m.putti@pec.ording.roma.it
Fax: +39 0651960826
Codice NUTS: ITI43
Il contraente è una PMI: sì
V.2.4)Informazione sul valore del contratto d'appalto /lotto (IVA esclusa)
Valore totale inizialmente stimato del contratto d’appalto/lotto: 38 500.00 EUR
Valore totale del contratto d'appalto/del lotto: 34 225.44 EUR
V.2.5)Informazioni sui subappalti

Sezione V: Aggiudicazione di appalto

Lotto n.: 4
Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 10 — 15a — 21 — 51 — 2 e 2a DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Un contratto d'appalto/lotto è stato aggiudicato: sì
V.2)Aggiudicazione di appalto
V.2.1)Data di conclusione del contratto d'appalto:
03/10/2018
V.2.2)Informazioni sulle offerte
Numero di offerte pervenute: 2
Numero di offerte ricevute da PMI: 2
Numero di offerte ricevute da offerenti provenienti da altri Stati membri dell'UE: 0
Numero di offerte ricevute dagli offerenti provenienti da Stati non membri dell'UE: 0
Numero di offerte pervenute per via elettronica: 0
L'appalto è stato aggiudicato a un raggruppamento di operatori economici: sì
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
C-Engineering s.r.l. (capogruppo-mandataria)
C.DA ACCOLI N. 13/C
ARIANO IRPINO
83031
Italia
Tel.: +39 0825872418
E-mail: cengineeringsrl@legalmail.it
Fax: +39 0825872418
Codice NUTS: ITF34
Il contraente è una PMI: sì
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
ING. FILIPPO CASTAGNOZZI
C.DA ACCOLI N. 13/C
ARIANO IRPINO
83031
Italia
Tel.: +39 0825872418
E-mail: 0825872418@virgilio.it
Fax: +39 0825829850
Codice NUTS: ITF34
Il contraente è una PMI: sì
V.2.4)Informazione sul valore del contratto d'appalto /lotto (IVA esclusa)
Valore totale inizialmente stimato del contratto d’appalto/lotto: 38 500.00 EUR
Valore totale del contratto d'appalto/del lotto: 26 026.00 EUR
V.2.5)Informazioni sui subappalti

Sezione V: Aggiudicazione di appalto

Lotto n.: 5
Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 24 — 26 — 29 — 33 — 46 e 43 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Un contratto d'appalto/lotto è stato aggiudicato: sì
V.2)Aggiudicazione di appalto
V.2.1)Data di conclusione del contratto d'appalto:
03/10/2018
V.2.2)Informazioni sulle offerte
Numero di offerte pervenute: 2
Numero di offerte ricevute da PMI: 2
Numero di offerte ricevute da offerenti provenienti da altri Stati membri dell'UE: 0
Numero di offerte ricevute dagli offerenti provenienti da Stati non membri dell'UE: 0
Numero di offerte pervenute per via elettronica: 0
L'appalto è stato aggiudicato a un raggruppamento di operatori economici: no
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
ING. GIUSEPPE PERILLO
Via A. Manzoni n. 102/A
Palo del Colle (BA)
70027
Italia
Tel.: +39 080629309
E-mail: giuseppe.perillo6598@pec.ordingbari.it
Fax: +39 080629309
Codice NUTS: ITF47
Il contraente è una PMI: sì
V.2.4)Informazione sul valore del contratto d'appalto /lotto (IVA esclusa)
Valore totale inizialmente stimato del contratto d’appalto/lotto: 38 500.00 EUR
Valore totale del contratto d'appalto/del lotto: 32 023.99 EUR
V.2.5)Informazioni sui subappalti

Sezione V: Aggiudicazione di appalto

Lotto n.: 6
Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 1 — 11 — 20 — 32 — 36 — 37 e 58 (Obitorio) DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Un contratto d'appalto/lotto è stato aggiudicato: sì
V.2)Aggiudicazione di appalto
V.2.1)Data di conclusione del contratto d'appalto:
03/10/2018
V.2.2)Informazioni sulle offerte
Numero di offerte pervenute: 2
Numero di offerte ricevute da PMI: 2
Numero di offerte ricevute da offerenti provenienti da altri Stati membri dell'UE: 0
Numero di offerte ricevute dagli offerenti provenienti da Stati non membri dell'UE: 0
Numero di offerte pervenute per via elettronica: 0
L'appalto è stato aggiudicato a un raggruppamento di operatori economici: no
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
ING. MASSIMO PUTTI
VIALE DEL TINTORETTO N. 202
ROMA
00142
Italia
Tel.: +39 065030938
E-mail: m.putti@pec.ording.roma.it
Fax: +39 0651960826
Codice NUTS: ITI43
Il contraente è una PMI: sì
V.2.4)Informazione sul valore del contratto d'appalto /lotto (IVA esclusa)
Valore totale inizialmente stimato del contratto d’appalto/lotto: 38 500.00 EUR
Valore totale del contratto d'appalto/del lotto: 34 225.44 EUR
V.2.5)Informazioni sui subappalti

Sezione V: Aggiudicazione di appalto

Lotto n.: 7
Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 17 — 15b - 18— 22 — 27 — 31 — 44 e 45

Un contratto d'appalto/lotto è stato aggiudicato: no
V.1)Informazioni relative alla non aggiudicazione
L'appalto/il lotto non è aggiudicato
Non sono pervenute o sono state tutte respinte le offerte o domande di partecipazione

Sezione V: Aggiudicazione di appalto

Lotto n.: 8
Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 8 — 13 — 25 — 28 — 42 e 52 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Un contratto d'appalto/lotto è stato aggiudicato: no
V.1)Informazioni relative alla non aggiudicazione
L'appalto/il lotto non è aggiudicato
Non sono pervenute o sono state tutte respinte le offerte o domande di partecipazione

Sezione V: Aggiudicazione di appalto

Lotto n.: 9
Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 3 — 14 — 19 — 38 e 34 DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Un contratto d'appalto/lotto è stato aggiudicato: no
V.1)Informazioni relative alla non aggiudicazione
L'appalto/il lotto non è aggiudicato
Non sono pervenute o sono state tutte respinte le offerte o domande di partecipazione

Sezione V: Aggiudicazione di appalto

Lotto n.: 10
Denominazione:

PREDISPOSIZIONE DELLE DI.RI. DEGLI EDIFICI NN. 24a — 61 — 59 — Gallerie Ipogee e Epigee DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Un contratto d'appalto/lotto è stato aggiudicato: sì
V.2)Aggiudicazione di appalto
V.2.1)Data di conclusione del contratto d'appalto:
03/10/2018
V.2.2)Informazioni sulle offerte
Numero di offerte pervenute: 3
Numero di offerte ricevute da PMI: 3
Numero di offerte ricevute da offerenti provenienti da altri Stati membri dell'UE: 0
Numero di offerte ricevute dagli offerenti provenienti da Stati non membri dell'UE: 0
Numero di offerte pervenute per via elettronica: 0
L'appalto è stato aggiudicato a un raggruppamento di operatori economici: sì
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
C-ENGINEERING S.R.L.
C.DA ACCOLI N. 13/C
ARIANO IRPINO (AV)
83031
Italia
Tel.: +39 0825872418
E-mail: cengineeringsrl@legalmail.it
Fax: +39 0825872418
Codice NUTS: ITF34
Il contraente è una PMI: sì
V.2.3)Nome e indirizzo del contraente
ING. FILIPPO CASTAGNOZZI
C.DA ACCOLI N. 13/C
ARIANO IRPINO (AV)
83031
Italia
Tel.: +39 0825872418
E-mail: 0825872418@virgilio.it
Fax: +39 0825829850
Codice NUTS: ITF34
Il contraente è una PMI: sì
V.2.4)Informazione sul valore del contratto d'appalto /lotto (IVA esclusa)
Valore totale inizialmente stimato del contratto d’appalto/lotto: 38 500.00 EUR
Valore totale del contratto d'appalto/del lotto: 26 026.00 EUR
V.2.5)Informazioni sui subappalti

Sezione VI: Altre informazioni

VI.3)Informazioni complementari:
VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso
Tar Lazio (Tribunale amministrativo regionale)
Roma
Italia
VI.4.2)Organismo responsabile delle procedure di mediazione
VI.4.3)Procedure di ricorso
VI.4.4)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulle procedure di ricorso
Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Umberto I
Viale del Policlinico 155
Roma
00161
Italia
E-mail: protocollo@pec.policlinicoumberto1.it
VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
09/10/2018