Forniture - 444390-2018

11/10/2018    S196    - - Forniture - Avviso di gara - Procedura ristretta 

Italia-Roma: Container mobili speciali

2018/S 196-444390

Bando di gara

Forniture

Direttiva 2009/81/CE

Sezione I: Amministrazione aggiudicatrice/ente aggiudicatore

I.1)Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Ministero della Difesa / SGD-DNA/Direzione degli Armamenti Terrestri
Via di Centocelle 301
Punti di contatto: Ufficio Relazioni con il pubblico
00175 Roma
Italia
Telefono: +39 06469133102
Posta elettronica: terrarm@postacert.difesa.it

Indirizzi internet:

Indirizzo generale dell'amministrazione aggiudicatrice/ente aggiudicatore: http://difesa.it/Segretariato-SGD-DNA/DG/TERRARM

Ulteriori informazioni sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati

Il capitolato d'oneri e la documentazione complementare (inclusi i documenti per il dialogo competitivo e per il sistema dinamico di acquisizione) sono disponibili presso: Direzione degli Armamenti terrestri
Via di Centocelle 301
Punti di contatto: Servizio materiali del Genio
All'attenzione di: Ten. Col. Dario PORFIDIA
00175 Roma
Italia
Telefono: +39 06469133208
Posta elettronica: r3sgs0@terrarm.difesa.it

Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate a: Direzione degli Armamenti terrestri
Via di Centocelle 301
Punti di contatto: Servizio Gare
All'attenzione di: Presidente del Seggio di gara
00175 Roma
Italia
Telefono: +39 06469133048
Posta elettronica: terrarm@postacert.difesa.it

I.2)Tipo di amministrazione aggiudicatrice
Ministero o qualsiasi altra autorità nazionale o federale, inclusi gli uffici a livello locale o regionale
I.3)Principali settori di attività
Difesa
I.4)Concessione di un appalto a nome di altre amministrazioni aggiudicatrici/enti aggiudicatori
L'amministrazione aggiudicatrice acquista per conto di altre amministrazioni aggiudicatrici: no

Sezione II: Oggetto dell'appalto

II.1)Descrizione
II.1.1)Denominazione conferita all'appalto dall'amministrazione aggiudicatrice:
Approvvigionamento di mezzi mobili campali su container ISO-1C
II.1.2)Tipo di appalto e luogo di consegna o di esecuzione
Forniture
Acquisto

Codice NUTS IT

II.1.3)Informazioni relative all'accordo quadro
II.1.4)Informazioni relative all'accordo quadro
II.1.5)Breve descrizione dell'appalto o degli acquisti:

Fornitura di mezzi mobili campali in container ISO-1C, trasportabili su autocarro, su ferrovia, su nave, attrezzati in funzione delle esigenze operative d’impiego (docce; servizi igienici e cucina) e funzionanti nelle condizioni climatiche stabilite dallo STANAG 4370 Ed. 3 (AECTP 200), zone A1 e C0, corrispondenti a temperature comprese tra -19oC e + 49oC in fase operativa, e fra -21oC e + 71oC in fase di stoccaggio, alimentati a 400/230 V tri-monofase. Progettati per una vita tecnica media di 15 anni, con verniciatura policroma. Il container docce ISO 1C dovrà essere dotato di n. 8 cabine doccia estraibili realizzate in acciaio inox e un vano tecnico dotato di caldaia per riscaldamento e produzione di acqua calda, oltre all’impiantistica elettrica, idrica e termica e dotato di accessori, ricambi ed attrezzi.

Il container servizi igienici ISO 1C dovrà essere dotato di n. 8 cabine servizi igienici estraibili, disposte su 2 file parallele con le aperture di accesso rivolte verso l’esterno, e di 2 vani tecnici, uno per la centrale termica e l’altro per il serbatoio del gasolio; oltre all’impiantistica elettrica, idrica e termica e dotato di accessori, ricambi ed attrezzi. Il container cucina ISO 1C dovrà essere strutturato su n. 2 container metallici ISO 1C per la preparazione e cottura del vitto (colazione, pranzo e cena previsti dal menù giornaliero) per una potenzialità complessiva minima di n. 500 pasti completi.
Primo container adibito a preparazione
Il container dovrà essere suddiviso in 2 zone rispettivamente adibite a:
— lavorazione e preparazione carni,
— lavorazione e preparazione verdure.
Secondo container adibito a cucina
I container dovranno essere dotati di impiantistica elettrica, idrica e termica e dotati di accessori, ricambi ed attrezzi.
II.1.6)Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

34221000

II.1.7)Informazioni sui subappalti
II.1.8)Lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: sì
Le offerte vanno presentate per uno o più lotti
II.1.9)Informazioni sulle varianti
Ammissibilità di varianti: no
II.2)Quantitativo o entità dell'appalto
II.2.1)Quantitativo o entità totale:
Importo complessivo lotto n. 1 per servizi igienici campali pari a 689 672,13 EUR + IVA (841 400,00 EUR).
Importo complessivo lotto n. 2 per docce campali pari a 651 065,57 EUR + IVA (794 300,00 EUR).
Importo complessivo lotto n. 3 per cucina su 2 shelter campali pari a 298 606,56 EUR + IVA (364 300,00 EUR).
Il numero esatto di materiali da approvvigionare sarà determinato in relazione al prezzo di aggiudicazione e fino alla concorrenza dell’importo complessivo.
Valore stimato, IVA esclusa: 1 639 344,26 EUR
II.2.2)Opzioni
Opzioni: sì
Descrizione delle opzioni: Si prevede la possibilità di esercitare opzione, entro il termine di esecuzione del contratto, per il lotto n. 1 e il lotto n. 2 per un importo pari rispettivamente a 826 229,50 EUR e 813 114,75 EUR.
II.2.3)Informazioni sui rinnovi
L'appalto è oggetto di rinnovo: no
II.3)Durata dell'appalto o termine di esecuzione

Informazioni sui lotti

Lotto n.: 1 Denominazione: Servizi igienici campali
1)Breve descrizione
Container servizi igienici ISO 1C dotato di n. 8 cabine servizi igienici estraibili, disposte su 2 file parallele con le aperture di accesso, rivolte verso l'esterno, e di 2 vani tecnici, uno per la centrale termica e l'altro per il serbatoio del gasolio, oltre all'impiantistica elettrica, idrica e termica, dotati di accessori, ricambi ed attrezzi.
2)Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

34221000

3)Quantitativo o entità
Valore stimato, IVA esclusa: 689 672,13 EUR
4)Indicazione di una durata diversa dell'appalto o di una data diversa di inizio/conclusione
5)Ulteriori informazioni sui lotti
Lotto n.: 2 Denominazione: Docce campali
1)Breve descrizione
Container docce ISO 1C dovrà essere dotato di n. 8 cabine doccia estraibili realizzate in acciaio inox e un vano tecnico dotato di caldaia per riscaldamento e produzione di acqua calda, oltre all'impiantistica elettrica, idrica e termica, dotati di accessori, ricambi e attrezzi.
2)Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

34221000

3)Quantitativo o entità
Valore stimato, IVA esclusa: 651 065,57 EUR
4)Indicazione di una durata diversa dell'appalto o di una data diversa di inizio/conclusione
5)Ulteriori informazioni sui lotti
Lotto n.: 3 Denominazione: Cucina su 2 shelter campali
1)Breve descrizione
Container cucina ISO 1C strutturato su n. 2 container metallici ISO 1C per la preparazione e cottura del vitto per una potenzialità complessiva minima di n. 500 pasti completi.
2)Vocabolario comune per gli appalti (CPV)

34221000

3)Quantitativo o entità
Valore stimato, IVA esclusa: 298 606,56 EUR
4)Indicazione di una durata diversa dell'appalto o di una data diversa di inizio/conclusione
5)Ulteriori informazioni sui lotti

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)Condizioni relative all'appalto
III.1.1)Cauzioni e garanzie richieste:
Cauzione pari al 1 % dell’importo posto a base di gara (IVA esclusa) ai sensi dell'art. 93 del D.Lgs. 18.4.2016 n. 50. Tale cauzione è prestata a garanzia della serietà dell'offerta e risulta già ridotta del 50 % in quanto tutte le società partecipanti dovranno essere in possesso (a pena d'esclusione) della certificazione di qualità UNI EN ISO 9001 ai sensi dell’art. 93, comma 7 del D.Lgs. n. 50/2016.
La ditta aggiudicataria dovrà costituire una garanzia fidejussoria definitiva secondo le disposizioni dell’art.103 del D.Lgs. n. 50/2016.
III.1.2)Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:
Il pagamento sarà effettuato entro 60 giorni secondo quanto disposto dall’art. 4, comma 3 del D.Lgs. del 9.10.2002 n. 231, come modificato dal D.Lgs. del 9.11.2012 n. 192, decorrenti dalla data di ricevimento della fattura, a condizione che si siano verificate tutte le seguenti circostanze: esito positivo della verifica di conformità, consegna del materiale presso l'Ente Destinatario indicato dall'A.D. Il termine di 60 giorni è giustificato in relazione al processo di liquidazione che coinvolge più Enti dell’A.D..Valutata la complessità tecnica delle operazioni necessarie all’espletamento, ai sensi dell’art. 1, D.Lgs. 192/2012 e delle intervenute modifiche di cui al D.Lgs. 56/2017, la verifica di conformità della fornitura sarà completata entro 60 giorni dalla data di approntamento da parte del Contraente.
III.1.3)Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto:
III.1.4)Altre condizioni particolari cui è soggetta la realizzazione dell'appalto, in particolare in relazione alla sicurezza di approvvigionamento e alla sicurezza delle informazioni:
In relazione alla sicurezza di approvvigionamento, è richiesto il possesso dei requisiti di cui all’art. 14, co. 1, lett. b) del D.Lgs. 208/2011.
III.1.5)Informazioni sul nulla osta sicurezza:
III.2)Condizioni di partecipazione
III.2.1)Situazione personale

Criteri relativi alla situazione personale degli operatori economici (che ne possono determinare l'esclusione) ivi compresi i requisiti in materia di iscrizione nei registri professionali o commerciali

Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: È ammessa la partecipazione delle imprese in forma singola, raggruppata e associata ai sensi dell’art. 45 del D.Lgs. 50/2016 in possesso dei requisiti di cui all’art. 11 del D.Lgs. 208/2011. Considerata la natura della fornitura, non risulta possibile individuare, all'interno di essa, una prestazione principale ed una prestazione secondaria. I rinvii da questa norma operati al D.Lgs. 163/2006 devono intendersi effettuati alle corrispondenti norme del D.Lgs. 50/2016 che, in quanto espressamente qui richiamate, si intendono parte della «lex specialis» di gara. Per Consorzi, Raggruppamenti temporanei d’imprese e reti di imprese valgono le modalità di cui agli art. 45, 47 e 48 del D.Lgs. n. 50/2016. Alle aggregazioni al contratto di rete di cui all'art. 45, co. 2, lett. f del Codice si applica la disciplina prevista per i raggruppamenti temporanei di imprese in quanto compatibile. L'impresa che manifesta la volontà di partecipare alla gara in raggruppamento/consorzio non potrà fare richiesta di partecipazione a titolo individuale o come membro di altro raggruppamento/ consorzio. È vietato al concorrente che partecipa al singolo lotto in aggregazione di imprese di rete di partecipare anche in forma individuale. Le imprese retiste non partecipanti alla gara possono presentare offerta per la medesima gara in forma singola o associata. Secondo quanto indicato dal Presidente dell'ANAC con il Comunicato del 8.11.2017 il possesso del requisito di cui ai co. 1 e 2, dell'art. 80 del D.Lgs. n. 50/2016 deve essere dichiarato dal legale rappresentante dell'impresa concorrente mediante utilizzo del modello di DGUE. La dichiarazione deve essere riferita a tutti i soggetti indicati ai co. 2 e 3 dell'art. 80, indicando i dati identificativi degli stessi oppure la banca dati ufficiale o il pubblico registro da cui i medesimi possono essere ricavati alla data di presentazione dell'offerta. In caso di consorzio o di RTI la dichiarazione del possesso del requisito di cui al comma 1 e 2 art. 80 del D.Lgs. 50/2016 deve essere dichiarato, mediante compilazione e sottoscrizione del DGUE, dal legale rappresentante di ogni società facente parte del consorzio/RTI.
Gli accorrenti devono avere, in ogni caso, i seguenti requisiti:
a) iscrizione al Registro Imprese (per le imprese straniere, registro professionale commerciale Stato di residenza) ai sensi dell’art. 83 D.Lgs. 50/2016 per il settore di attività oggetto dell'appalto (da dichiarare nel DGUE — parte IV – lett. A – punto 1). In caso di RTI, consorzi ordinari, aggregazioni di imprese di rete, GEIE, il requisito deve essere posseduto da ciascuna delle imprese raggruppate/raggruppande, consorziate/consorziande, da ciascuna impresa aderente al contratto di rete e dalla rete medesima se dotata di soggettività giuridica. In caso di consorzi di cooperative e di imprese artigiane e consorzi stabili, il requisito deve essere posseduto dal consorzio e dalle imprese consorziate indicate come esecutrici. Inoltre, ai sensi dell'art. 37 della legge 122/2010, gli operatori economici aventi sede, residenza o domicilio nei paesi inseriti nella «black list» di cui al D.M. 4.5.1999 e al D.M. 21.11.2001 devono, pena l'esclusione dalla gara, essere in possesso dell'autorizzazione rilasciata ai sensi del D.M.14.12.2010 (da dichiarare nel DGUE — parte IV — lett. A — punto 2) oppure della domanda di autorizzazione;
b) non sussistenza dei motivi di esclusione di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016 e art. 11 del D.Lgs. 208/2011 ovvero di ogni altra situazione che determini l'esclusione dalle gare di appalto (da dichiarare nel DGUE parte III, da compilarsi integralmente). Il requisito deve essere posseduto e dichiarato da ciascuna impresa concorrente in forma singola, raggruppata, consorziata, aderente ad un contratto di rete o GEIE. Gli operatori economici ammessi al concordato preventivo con continuità aziendale dovranno indicare gli estremi del provvedimento di ammissione al concordato e del provvedimento di autorizzazione a partecipare alle gare rilasciati dal Tribunale competente nonché dichiarare di non partecipare alla gara quale mandatari di un raggruppamento temporaneo di imprese e che altre imprese aderenti al raggruppamento non sono assoggettate ad una procedura concorsuale;
III.2.2)Capacità economica e finanziaria

Criteri relativi alla capacità economica e finanziaria degli operatori economici (che ne possono determinare l'esclusione)

Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: c) Idonee dichiarazioni di almeno 2 istituti bancari o intermediari autorizzati attestanti la capacità economica e finanziaria dell’impresa ai sensi dell’art. 83 del D.Lgs. 50/2016 (da presentare in originale);
d) fatturato globale compreso il fatturato nello specifico settore oggetto del contratto riferito agli ultimi 3 esercizi finanziari da dichiarare nel DGUE parte IV lett. b punti 1.a e 2.a) ai sensi dell’art. 83, co. 4, lett. a); in caso di RTI il fatturato globale deve essere posseduto dal raggruppamento nel complesso;il fatturato specifico deve essere posseduto in misura maggioritaria dalla mandataria. La disciplina prevista per i raggruppamenti si applica anche ai Consorzi ordinari, aggregazioni di imprese di rete, GEIE in quanto compatibile. In caso di consorzi di cooperative e di imprese artigiane e consorzi stabili, il requisito deve essere posseduto direttamente dal consorzio, ai sensi dell'art. 47 del D.Lgs. 50/2016
Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti: Fatturato minimo annuo medio nell'ultimo triennio nel settore specifico oggetto di appalto (settore IAF di accreditamento 17–18–19 secondo ente italiano di accreditamento):

— per 1o lotto pari a 800 000,00 EUR,

— per 2o lotto pari a 800 000,00 EUR,

— per 3o lotto pari a 400 000,00 EUR.

Nel caso di aggiudicazione da parte di un operatore economico di più lotti, il fatturato minimo richiesto sarà pari alla somma dei fatturati minimi dei singoli lotti.
Il fatturato minimo è richiesto al fine di selezionare un operatore affidabile che, in considerazione della natura della prestazione da erogare, garantisca stabilità patrimoniale.

Criteri relativi alla capacità economica e finanziaria dei subappaltatori (che ne possono determinare l'esclusione)

III.2.3)Capacità tecnica e/o professionale

Criteri relativi alla capacità tecnica e/o professionale degli operatori economici (che ne possono determinare l'esclusione)

Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti:
Sono ammesse a partecipare le imprese in possesso dei requisiti previsti nel D.Lgs. n. 208 del 2011, art. 12 co. 1, lett. c) e co. 2 (il richiamo alla documentazione di cui all’art. 42 dell’abrogato D.Lgs. 163/2006, deve intendersi alle disposizioni di cui all’art. 83 e 86 del D.Lgs. 50/2016 ed in particolare all’Allegato XVII, Parte II, lettera a) punti ii) riferiti agli ultimi 5 anni); al fine di dimostrare la capacità tecnica, sono richiesti:
e) dichiarazione di aver fornito forniture analoghe negli ultimi 5 anni con indicazione di enti pubblici e privati, date e importi (DGUE parte IV lett. C – 1b). In caso di raggruppamento orizzontale il requisito deve essere posseduto sia dalla mandataria in misura maggioritaria sia dalle mandanti. La disciplina prevista per i raggruppamenti si applica anche ai Consorzi ordinari, aggregazioni di imprese di rete, GEIE in quanto compatibile. In caso di consorzi di cooperative e di imprese artigiane e consorzi stabili, il requisito deve essere posseduto direttamente dal consorzio ai sensi dell'art. 47 del D.Lgs. 50/2016;
f) certificazione UNI EN ISO 9001:2008 o UNI EN ISO 9001:2015 rilasciata da organismi di certificazione accreditati da Enti firmatari degli accordi EA MLA o IAF MLA o equivalente (qualora la società sia extraeuropea) per la categoria oggetto della provvista (DGUE parte IV lettera D) in almeno uno dei seguenti settori EA 17–18–19. In caso di RTI, consorzi ordinari, aggregazioni di imprese di rete, GEIE, il requisito deve essere posseduto da ciascuna delle imprese raggruppate/ raggruppande, consorziate/consorziande, da ciascuna impresa aderente al contratto di rete. In caso di consorzi di cooperative e di imprese artigiane e consorzi stabili, il requisito deve essere posseduto dal consorzio e dalle imprese consorziate indicate come esecutrici.;
g) dichiarazione ai sensi dell’art. 14, co.1, lett. b) del D.Lgs. 208/11, concernente l’organizzazione e l’ubicazione della catena di approvvigionamento dell’offerente;
h) solo in caso di partecipazione di Ditte commerciali, dichiarazione del costruttore di assunzione di responsabilità ai fini dell’esecuzione dell’eventuale contratto;
i) attestazione della disponibilità immediata della Società ad un sopralluogo tecnico da parte di rappresentanti dell’A.D. dello Stabilimento di produzione/allestimento. Tutta la documentazione tecnica dovrà contenere la firma del responsabile della qualità della ditta, o eventualmente di quello della ditta subfornitrice del componente, purché esplicitamente dichiarato. La documentazione tecnica presentata, in caso di aggiudicazione e per quanto non espressamente previsto dalle Condizioni Particolari Tecniche costituirà campione di riferimento per la conseguente fornitura. In caso di partecipazione di ditte commerciali, la certificazione ISO e il possesso dei requisiti di carattere tecnico sopra indicati dovranno riguardare le ditte produttrici ed il controllo in tutte le fasi delle lavorazioni verrà esteso anche alle ditte produttrici. È ammessa la subfornitura, purché i subfornitori essenziali siano in possesso della certificazione UNI EN ISO 9001:2008 o UNI EN ISO 9001:2015 rilasciata da organismi di certificazione accreditati da Enti firmatari degli accordi EA MLA o IAF MLA o equivalente (qualora la società sia extraeuropea) per la categoria oggetto della provvista.
Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti
La mancanza dei requisiti generali, tecnici ed economici è causa di esclusione dalla gara.

Criteri relativi alla capacità tecnica e/o professionale dei subappaltatori (che ne possono determinare l'esclusione)

III.2.4)Informazioni concernenti appalti riservati
III.3)Condizioni relative agli appalti di servizi
III.3.1)Informazioni relative ad una particolare professione
III.3.2)Personale responsabile dell'esecuzione del servizio

Sezione IV: Procedura

IV.1)Tipo di procedura
IV.1.1)Tipo di procedura
Ristretta
IV.1.2)Limiti al numero di operatori che saranno invitati a presentare un’offerta
IV.1.3)Riduzione del numero di operatori durante il negoziato o il dialogo
IV.2)Criteri di aggiudicazione
IV.2.1)Criteri di aggiudicazione
Prezzo più basso
IV.2.2)Informazioni sull'asta elettronica
IV.3)Informazioni di carattere amministrativo
IV.3.1)Numero di riferimento attribuito al dossier dall’amministrazione aggiudicatrice:
073/18/0406
IV.3.2)Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto
no
IV.3.3)Condizioni per ottenere il capitolato d'oneri e documenti complementari o il documento descrittivo
IV.3.4)Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
26.11.2018 - 12:30
IV.3.5)Data di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare
IV.3.6)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione
italiano.

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)Informazioni sulla periodicità
Si tratta di un appalto periodico: no
VI.2)Informazioni sui fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
VI.3)Informazioni complementari:
CIG lotto 1 n. 7573605090.
CIG lotto 2 n. 7573608309.
CIG lotto 3 n. 7573612655.
Modalità e termini di pagamento indicati nella lettera di invito.
Ai fini della partecipazione il concorrente compila domanda di partecipazione, DGUE in formato elettronico inserito su supporto informatico nella busta amministrativa e dichiarazione integrativa preferibilmente secondo il modello allegato e le altre dichiarazioni previste dal bando. Il concorrente compila il DGUE in ogni sua parte.
Compila la parte II sez. C e D solo in caso di ricorso ad avvalimento e a subappalto ammessi ai sensi dell'art. 89 del D.Lgs. 50/2016 e dell'art. 27, comma 10 del D.Lgs. 208/2011. Nel caso di avvalimento l'impresa ausiliaria compila l'apposito modello allegato. Il DGUE deve essere compilato e sottoscritto dal legale rappresentante di ciascuna impresa concorrente in forma singola/associata. La domanda di partecipazione deve essere sottoscritta dal legale rappresentante dell'impresa; in caso di RTI/ Consorzio ordinario costituiti deve essere sottoscritta dalla mandataria/capofila; in caso di RTI/ Consorzio ordinario non costituiti da tutti i soggetti che costituiranno RTI/Consorzio. In caso di aggregazione di rete si fa riferimento alla disciplina del Raggruppamento temporaneo di imprese in quanto compatibile. Nel caso di consorzi cooperativi, di consorzi artigiani e di consorzi stabili, la domanda di partecipazione deve essere sottoscritta dal consorzio e dai consorziati per conti dei quali il consorzio concorre. La mancata firma da parte di tutte le imprese mandatarie, mandanti, ausiliarie, ausiliate costituisce causa di esclusione.
Tutti i requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e permanere per tutta la durata dell'appalto fino al termine dell'esecuzione contrattuale. Il mancato possesso di uno dei requisiti di qualificazione è causa di esclusione. La mancanza, l'incompletezza e ogni altra irregolarità essenziale della documentazione possono essere sanate mediante il ricorso al soccorso istruttorio ai sensi dell'art. 83, comma 9 del D.Lgs. 50/2016.
Gli inviti saranno spediti a condizione che alla suddetta data sia disponibile il necessario finanziamento. Ove tale disponibilità non sussista, sarà comunicata la revoca della gara o la riduzione dell’oggetto dell’appalto. Le spese di partecipazione alla gara sono a totale carico della ditta ed alla stessa nulla è dovuto anche nel caso di revoca, da parte dell’Amministrazione, della procedura di gara. La ditta dovrà indicare nell’offerta, a pena di esclusione, la quota parte del prezzo complessivo offerto relativa ai costi in materia di salute e sicurezza afferenti le attività svolte per la fornitura specifica e quella relativa ai costi propri della manodopera. I costi della sicurezza per l’eliminazione dei rischi da interferenza (D.U.V.R.I.) sono stati valutati, per la ditta, pari a 0.
L’A.D. procederà alla valutazione delle offerte anormalmente basse ai sensi dell’art. 97 del D.Lgs. n. 50/2016. La Stazione Appaltante si riserva di aggiudicare in presenza di una sola offerta valida, di non procedere ad aggiudicazione se nessuna offerta risulti conveniente o idonea. Si riserva altresì di aggiudicare i lotti singolarmente. Non sono ammesse offerte pari o superiori al prezzo base palese, né offerte parziali e/o condizionate. Le imprese dovranno inoltre sottoscrivere, a pena di esclusione, il patto di integrità allegato al presente bando e trasmetterlo alla S.A con il documento di partecipazione.La mancata firma da parte di tutte le imprese mandatarie, mandanti, ausiliarie, ausiliate costituisce causa di esclusione. In applicazione dell'art. 1, comma 17, della legge n. 190/2012, sarà disposta l'esclusione della partecipante ovvero la risoluzione del contratto all'esito dell'affidamento per ogni rilevata violazione degli obblighi richiamati nella suddetta norma.
Il contratto stipulato non conterrà la clausola compromissoria ex art. 209 D.Lgs. 50/2016. Determina a contrarre n. TER 18/043 de 26.7.2018.
Il responsabile del procedimento è il ten. col. Dario Porfidia.
La documentazione dovrà pervenire in busta chiusa sigillata con all'esterno apposita lettera di trasmissione nella quale dovrà essere indicato il riferimento alla presente procedura come indicato al punto IV.3.1) del presente bando. Le spese di pubblicazione, ai sensi del D.M. n. 248 del 2.12.2016 (G.U. 20/2017) dovranno essere rimborsate dall’aggiudicatario entro 60 giorni dall’aggiudicazione con le modalità che saranno indicate nella Lettera di invito. L'importo ammonta presuntivamente a circa 20 000,00 EUR.
Termine per la richiesta di chiarimenti: 16.11.2018 ore 12:00.
VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso

TAR Lazio
Via Flaminia 189
00196 Roma
Italia
Telefono: +39 06328721
Fax: +39 0632872310

VI.4.2)Presentazione di ricorsi
VI.4.3)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione dei ricorsi

Ministero della Difesa – Direzione Armamenti Terrestri – Ufficio Relazioni con il pubblico
Via di Centocelle 301
00175 Roma
Italia
Posta elettronica: vdturp@terrarm.difesa.it
Telefono: +39 06469133102
Indirizzo internet: http://www.difesa.it/SGD-DNA/Staff/DT/TERRARM/Bandi/Pagine/elenco.aspx

VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
8.10.2018