Bauleistung - 335502-2020

16/07/2020    S136

Italia-Sesto San Giovanni: Lavori di costruzione di stazioni ferroviarie

2020/S 136-335502

Bando di gara – Servizi di pubblica utilità

Lavori

Base giuridica:
Direttiva 2014/25/UE

Sezione I: Ente aggiudicatore

I.1)Denominazione e indirizzi
Denominazione ufficiale: Milanosesto SpA
Indirizzo postale: viale Italia 572
Città: Sesto San Giovanni
Codice NUTS: ITC4C Milano
Codice postale: 20099
Paese: Italia
Persona di contatto: arch. Simona Trapletti
E-mail: info@milanosesto.eu
Tel.: +39 0245472900
Fax: +39 0245472940

Indirizzi Internet:

Indirizzo principale: www.milanosesto.it

Indirizzo del profilo di committente: https://milanosesto.app.jaggaer.com/

I.2)Appalto congiunto
I.3)Comunicazione
I documenti di gara sono disponibili per un accesso gratuito, illimitato e diretto presso: https://milanosesto.app.jaggaer.com/
Ulteriori informazioni sono disponibili presso l'indirizzo sopraindicato
Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate all'indirizzo sopraindicato
I.6)Principali settori di attività
Altre attività: sviluppo di progetti immobiliari – attuazione del Programma integrato di intervento denominato «Aree ex Falck e Scalo Ferroviario» e successiva variante

Sezione II: Oggetto

II.1)Entità dell'appalto
II.1.1)Denominazione:

Procedura ristretta telematica ex artt. 122 e 61 D.Lgs. n. 50/2016 per l’affidamento dei lavori di realizzazione della nuova stazione ferroviaria a scavalco di Sesto San Giovanni e della piazza Io Maggio.

II.1.2)Codice CPV principale
45213321 Lavori di costruzione di stazioni ferroviarie
II.1.3)Tipo di appalto
Lavori
II.1.4)Breve descrizione:

Procedura ristretta, in modalità telematica, ai sensi del combinato disposto degli artt. 122 e 61 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i., per l’affidamento dell’appalto concernente l’esecuzione dei lavori di realizzazione della nuova stazione ferroviaria a scavalco di Sesto San Giovanni, nonché della piazza Io Maggio (area lato stazione SA) antistante l’ingresso della predetta nuova stazione a scavalco, nell'ambito della variante al Programma integrato di intervento (PII) «Aree ex Falck e Scalo Ferroviario» definitivamente approvata con D.G.C. di Sesto San Giovanni n. 80 del 23.3.2016 e n. 239 del 2.8.2016 e correlata Convenzione urbanistica stipulata in data 3.8.2016 (Rep. n. 77879/22725), così come integrata e modificata con Atto modificativo e integrativo del 19.5.2020 (Rep. n. 84871/26249), conseguente alla definitiva approvazione — giuste D.G.C. n. 425/2019 del 9.12.2019 e n. 33/2020 del 10.2.2020 — di variante parziale alla suddetta variante al PII.

II.1.5)Valore totale stimato
Valore, IVA esclusa: 14 673 803.63 EUR
II.1.6)Informazioni relative ai lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti: no
II.2)Descrizione
II.2.1)Denominazione:
II.2.2)Codici CPV supplementari
45221115 Lavori di costruzione di ponti in acciaio
45233262 Lavori di costruzione di isole pedonali
45233162 Lavori di costruzione di piste ciclabili
II.2.3)Luogo di esecuzione
Codice NUTS: ITC4C Milano
Luogo principale di esecuzione:

Comune di Sesto San Giovanni (MI)

II.2.4)Descrizione dell'appalto:

Esecuzione dei lavori di realizzazione della nuova stazione ferroviaria a scavalco di Sesto San Giovanni, nonché della piazza Io Maggio (area lato stazione SA) antistante l’ingresso della predetta nuova stazione a scavalco, nell’ambito della variante al PII «Aree ex Falck e Scalo Ferroviario» definitivamente approvata con D.G.C. di Sesto San Giovanni n. 80 del 23.3.2016 e n. 239 del 2.8.2016 e correlata Convenzione urbanistica stipulata in data 3.8.2016 (Rep. n. 77879/22725), così come integrata e modificata con Atto modificativo e integrativo del 19.5.2020 (Rep. n. 84871/26249), conseguente alla definitiva approvazione — giuste D.G.C. n. 425/2019 del 9.12.2019 e n. 33/2020 del 10.2.2020 — di variante parziale alla suddetta variante al PII.

In particolare l’appalto ha ad oggetto tutte le attività necessarie per la realizzazione della nuova stazione ferroviaria a scavalco di Sesto San Giovanni, nonché della piazza Io Maggio (area lato Stazione SA) antistante l’ingresso della predetta nuova stazione a scavalco, nel Comune di Sesto San Giovanni (MI), di cui al PII «Aree ex Falck e Scalo Ferroviario» e successiva variante.

Quanto alla nuova stazione ferroviaria a scavalco i lavori consistono nella costruzione di un ponte pedonale e coperto, costituito da un sistema strutturale in acciaio poggiante a terra su n. 8 pile e passante sopra la linea ferroviaria esistente che mette in comunicazione i due lati di Sesto San Giovanni (lato aree Falk e lato piazza Io Maggio). Sul ponte a scavalco si prevedono inoltre gli arrivi dei sistemi di scale fisse e mobili di risalita e degli ascensori che distribuiscono alle banchine sottostanti.

Quanto alla piazza Io Maggio (area lato stazione SA) antistante l’ingresso della nuova stazione ferroviaria a scavalco i lavori consistono nella costruzione di una piazza pavimentata totalmente permeabile, attraversata dalla pista ciclabile con previsione di inserimento di alberi.

II.2.5)Criteri di aggiudicazione
I criteri indicati di seguito
Criterio di qualità - Nome: offerta tecnica / Ponderazione: 70
Prezzo - Ponderazione: 30
II.2.6)Valore stimato
Valore, IVA esclusa: 14 673 803.63 EUR
II.2.7)Durata del contratto d'appalto, dell'accordo quadro o del sistema dinamico di acquisizione
Durata in giorni: 774
Il contratto d'appalto è oggetto di rinnovo: no
II.2.9)Informazioni relative ai limiti al numero di candidati che saranno invitati a partecipare
Numero previsto di candidati: 8
Criteri obiettivi per la selezione del numero limitato di candidati:

La stazione appaltante si avvale, nel rispetto di quanto previsto dagli artt. 133 e ss. del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i., della facoltà di ridurre il numero dei candidati fino ad un massimo di otto che possono essere invitati a presentare offerta sulla base dei seguenti criteri oggettivi, proporzionali e non discriminatori:

a) fatturato — espletato negli ultimi cinque anni antecedenti la data di pubblicazione del bando di gara — relativo all'esecuzione di lavori appartenenti alle principali categorie SOA di cui si compone l’opera da realizzare oggetto della presente procedura, così suddiviso:

a.1) fatturato specifico per lavori di categoria OG1;

a.2) fatturato specifico per lavori di categoria OS18-B;

a.3) fatturato specifico per lavori di categoria OS18-A;

a.4) fatturato specifico per lavori di categoria OS4.

Nel caso in cui l’espletamento dei predetti lavori sia in corso di esecuzione, ai fini del possesso del requisito, il concorrente potrà avvalersi della parte di lavori resa nel quinquennio di riferimento.

Nel caso in cui l’espletamento dei predetti lavori sia iniziato in epoca precedente e non ancora concluso, ai fini del possesso del requisito il concorrente potrà avvalersi della parte di lavori resa nel quinquennio di riferimento;

b) n. di opere eseguite dal concorrente negli ultimi 10 anni che siano strettamente interferenti con l’esercizio ferroviario e/o gli impianti ferroviari e di importo unitario non inferiore al 30 % dell’importo complessivo dei lavori posto a base di gara (e pari a: 14 673 803,63 EUR) e quindi non inferiore a 4 402 141,09 EUR.

Per opere strettamente interferenti con l’esercizio ferroviario e/o gli impianti ferroviari, si intendono opere di qualsiasi categoria per le quali il concorrente abbia dovuto realizzare e coordinare i relativi lavori di esecuzione con linea e/o impianti ferroviari in esercizio;

c) possesso della certificazione: ISO 14001:2015 e/o OHSAS 18001:2007.

Nel caso di RTI e consorzi ordinari di concorrenti costituiti o costituendi, i requisiti di cui alle lettere a) e b) devono essere posseduti dalla mandataria o da un’impresa consorziata in misura maggioritaria e comunque in misura non inferiore al 40 per cento dei medesimi requisiti. In ogni caso il RTI/consorzio dovrà possedere tutti i requisiti complessivamente richiesti dal bando di gara.

La definizione e la ponderazione dei criteri e dei subcriteri di cui alle precedenti lettere a), b), e c) sono specificate nel documento «Norme integrative del bando di gara».

In caso di parità di punteggi attribuiti ai candidati e qualora ne ravvisi la necessità, la stazione appaltante procederà all'applicazione del sorteggio dei candidati.

In ogni caso, qualora i predetti criteri di selezione non soddisfino il numero minimo di cinque candidati, la stazione appaltante si riserva di proseguire la procedura invitando i candidati in possesso dei requisiti di partecipazione richiesti dal presente bando di gara.

II.2.10)Informazioni sulle varianti
Sono autorizzate varianti: no
II.2.11)Informazioni relative alle opzioni
Opzioni: no
II.2.12)Informazioni relative ai cataloghi elettronici
II.2.13)Informazioni relative ai fondi dell'Unione europea
L'appalto è connesso ad un progetto e/o programma finanziato da fondi dell'Unione europea: no
II.2.14)Informazioni complementari

L’importo complessivo dell’appalto è determinato a corpo ed è pari a 14 673 803,63 EUR, oltre IVA così suddiviso:

— 14 157 444,04 EUR per tutte le attività di esecuzione dei lavori di realizzazione della nuova stazione ferroviaria a scavalco di Sesto San Giovanni e della piazza Io Maggio,

— 516 359,59 EUR per costi della sicurezza non soggetti a ribasso.

Sezione III: Informazioni di carattere giuridico, economico, finanziario e tecnico

III.1)Condizioni di partecipazione
III.1.1)Abilitazione all’esercizio dell’attività professionale, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale
Elenco e breve descrizione delle condizioni:

1) per gli operatori economici organizzati in forma societaria e/o consortile: iscrizione nel registro delle imprese tenuto dalla Camera di commercio, industria, artigianato, agricoltura per attività coerenti con quelle oggetto della presente procedura di gara ovvero nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato ovvero, ai sensi dell’art. 83, comma 3 del D.Lgs. n. 50/2016, presso i competenti ordini professionali; (per gli operatori economici non residenti in ITALIA, è richiesta la prova dell’iscrizione in uno dei corrispondenti registri professionali o commerciali dello stato in cui hanno sede legale, mediante dichiarazione giurata o secondo le modalità vigenti nello stato membro nel quale è stabilito (art. 83, comma 3 del D.Lgs. n. 50/2016);

2) insussistenza delle cause di esclusione di cui all’art. 80 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i.;

3) assenza di partecipazione plurima ex artt. 45 e 48, comma 7 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i.;

4) insussistenza di situazioni di incompatibilità di cui all'art. 24, comma 7 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i., secondo quanto meglio specificato nelle norme integrative del bando di gara;

5) inesistenza delle condizioni di cui all'art. 53, comma 16-ter del D.Lgs. n. 165/2001 e s.m.i. o di ulteriori divieti a contrattare con la pubblica amministrazione.

I soggetti che assumono le prestazioni indicate dall’art. 1, comma 53 della L. n. 190/2012 devono essere iscritti, secondo quanto previsto dall’art. 1, comma 52 della L. n. 190/2012, alla white list istituita presso la prefettura dell’ufficio territoriale in cui l’operatore economico ha la propria sede ovvero devono aver presentato la domanda di iscrizione al predetto elenco.

III.1.2)Capacità economica e finanziaria
III.1.3)Capacità professionale e tecnica
Elenco e breve descrizione dei criteri di selezione:

Attestazione rilasciata da SOA, regolarmente autorizzata e in corso di validità, attestante la qualificazione per l’esecuzione delle seguenti categorie di lavorazioni e relative classifiche, così come indicate nell'allegato A del D.P.R. n. 207/2010 e secondo quanto previsto dall'art. 216, comma 14 del D.Lgs. n. 50/2016: categoria OG1, prevalente, importo lavori a base di gara 5 349 981,79 EUR, classifica VI; categoria OS18-B, super-specialistica scorporabile, importo lavori a base di gara 3 681 887,46 EUR, classifica V; categoria OS18-A, super-specialistica scorporabile, importo lavori a base di gara 1 851 947,30 EUR, classifica IV, categoria OS4, scorporabile, importo lavori a base di gara 1 424 769,11 EUR, classifica III-bis; categoria OG3, scorporabile, importo lavori a base di gara 985 864,89 EUR, classifica III; categoria OS30, scorporabile, importo lavori a base di gara 964 060,61 EUR, classifica III; categoria OS28, scorporabile, importo lavori a base di gara 211 785,70 EUR, classifica I; categoria OS3, scorporabile, importo lavori a base di gara 203 506,77 EUR, classifica I.

Ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli artt. 114, comma 8, e 105 del D.Lgs. n. 50/2016 le categorie di lavorazione OG1, OS4, OG3, OS30, OS28, OS3 possono essere subappaltate entro il limite massimo del 40 % dell’importo complessivo del contratto. Tale limite, individuato dalla stazione appaltante in considerazione dell’entità, complessità e peculiarità dell’opera — che prevede anche lavorazioni specialistiche, consente all'appaltatore un’adeguata flessibilità nella fase realizzativa ed assicura contestualmente la qualità tecnica delle lavorazioni specialistiche, escludendo al contempo l’eccessiva parcellizzazione dell’appalto, con l’obiettivo di una più efficiente e veloce esecuzione dell’opera.

Ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli artt. 114, comma 8, 105, comma 5 del D.Lgs. n. 50/2016, e 1, comma 2 del D.M. n. 248/2016, l’eventuale subappalto delle categorie di lavorazione OS18-B e OS18-A non può superare il 30 % dell’importo delle relative opere. Tale limite di subappalto è, in ogni caso, giustificato da una valutazione della stazione appaltante circa la rilevante complessità tecnica delle prestazioni di cui si compongono le relative categorie di lavorazione (OS18-B e OS18-A) che ne sconsiglia l’eccessiva parcellizzazione in fase esecutiva.

Tale limite non è computato ai fini del raggiungimento del suddetto limite del 40 % dell’importo complessivo del contratto.

In caso di raggruppamento temporaneo di concorrenti, i requisiti di cui al presente punto III.1.3) devono essere posseduti cumulativamente dal raggruppamento. La mandataria, in ogni caso, deve possedere i predetti requisiti secondo quanto stabilito dal combinato disposto degli artt. 48, comma 6 del D.Lgs. n. 50/2016, e 92 del D.P.R. n. 207/2010.

In particolare, ai sensi dell’art. 92, comma 2 del D.P.R. n. 207/2010, i requisiti di capacità tecnico-professionale di cui al presente punto devono essere posseduti dalla mandataria nella misura minima del 40 % e la restante percentuale cumulativamente dalle mandanti ciascuna nella misura minima del 10 %. Nell'ambito dei propri requisiti posseduti, la mandataria in ogni caso assume, in sede di offerta, i requisiti in misura percentuale superiore rispetto a ciascuna delle mandanti. In caso di RTI misto, le medesime disposizioni si applicano a ciascuna delle sub-associazioni orizzontali.

III.1.4)Norme e criteri oggettivi di partecipazione
III.1.5)Informazioni concernenti contratti d'appalto riservati
III.1.6)Cauzioni e garanzie richieste:

L'aggiudicatario sarà tenuto a produrre:

i) garanzia di adempimento e garanzie vizi secondo i termini e le modalità indicati nelle Norme integrative del bando di gara, nella lettera di invito e nello schema di contratto;

ii) polizze assicurative secondo i termini e le modalità indicati nelle norme integrative del bando di gara, nella lettera di invito e nello schema di contratto.

III.1.7)Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:

Il presente appalto è finanziato con fondi privati.

Il corrispettivo è determinato a corpo.

III.1.8)Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto:
III.2)Condizioni relative al contratto d'appalto
III.2.2)Condizioni di esecuzione del contratto d'appalto:

Il termine complessivo di esecuzione dell’appalto è pari a 774 giorni, naturali e consecutivi, decorrenti dalla data di sottoscrizione del contratto di appalto.

III.2.3)Informazioni relative al personale responsabile dell'esecuzione del contratto d'appalto
Obbligo di indicare i nomi e le qualifiche professionali del personale incaricato dell'esecuzione del contratto d'appalto

Sezione IV: Procedura

IV.1)Descrizione
IV.1.1)Tipo di procedura
Procedura ristretta
IV.1.3)Informazioni su un accordo quadro o un sistema dinamico di acquisizione
IV.1.4)Informazioni relative alla riduzione del numero di soluzioni o di offerte durante la negoziazione o il dialogo
IV.1.6)Informazioni sull'asta elettronica
IV.1.8)Informazioni relative all'accordo sugli appalti pubblici (AAP)
L'appalto è disciplinato dall'accordo sugli appalti pubblici: no
IV.2)Informazioni di carattere amministrativo
IV.2.1)Pubblicazione precedente relativa alla stessa procedura
IV.2.2)Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione
Data: 03/08/2020
Ora locale: 12:00
IV.2.3)Data stimata di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare
IV.2.4)Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione:
Italiano
IV.2.6)Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta
Durata in mesi: 12 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte)
IV.2.7)Modalità di apertura delle offerte

Sezione VI: Altre informazioni

VI.1)Informazioni relative alla rinnovabilità
Si tratta di un appalto rinnovabile: no
VI.2)Informazioni relative ai flussi di lavoro elettronici
VI.3)Informazioni complementari:

CIG: 8370820B2E.

CUP: F41I20000030007.

Responsabile unico del procedimento: arch. Simona Trapletti.

La procedura di gara viene gestita interamente in modalità telematica sul portale Milanosesto, raggiungibile all’indirizzo Internet: https://milanosesto.app.jaggaer.com/

L'appalto è finanziato con fondi privati.

Il documento «Norme integrative del bando di gara» e i relativi allegati costituiscono parte integrante e sostanziale degli atti di gara.

I concorrenti dichiarano di conoscere, di accettare e di rispettare:

i) il codice etico comportamentale di Milanosesto SpA di cui all'allegato 1 del modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. n. 231/2001, approvato dal CdA il 17.5.2017;

ii) il protocollo di legalità di cui alla D.G.C. del Comune di Sesto San Giovanni n. 300 del 13.11.2012;

iii) il patto di integrità del Comune di Sesto San Giovanni approvato con D.G.C. n. 277 dell'11.10.2016 e il codice di comportamento dei dipendenti del Comune di Sesto San Giovanni ivi richiamato e approvato con D.G.C. n. 103 dell’8.4.2014.

Ai sensi dell’art. 135, comma 3 del D.Lgs. n. 50/2016, è ammesso l'avvalimento nel rispetto di quanto previsto dall'art. 89 del D.Lgs. n. 50/2016. Non è ammesso il ricorso all'istituto dell'avvalimento nelle ipotesi di cui all’art. 89, comma 11 del D.Lgs. n. 50/2016 e di cui al D.M. n. 248/2016. Non è consentito il ricorso all'istituto dell’avvalimento per la dimostrazione del possesso dei requisiti di carattere generale di cui all’art. 80 del D.Lgs. n. 50/2016.

È ammesso il ricorso all'istituto del subappalto ai sensi degli artt. 114, comma 8, e 105 del D.Lgs. n. 50/2016, e dal D.M. n. 248/2016, nel rispetto del limite massimo di cui al punto III.1.3).

È richiesto il «PassOE» ex art. 2, comma 3, lett. b) della delib. ANAC n. 157/2016.

Il Progetto esecutivo è stato validato in data 13.7.2020.

L’aggiudicazione avviene utilizzando il criterio dell’OEPV ex artt. 133, commi 1 e 6, e 95, comma 2 del D.Lgs. n. 50/2016, alle condizioni e nel rispetto delle modalità previste nella lettera di invito.

La SA si riserva la facoltà di non procedere all'aggiudicazione, nell'ipotesi in cui nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all'oggetto del contratto.

L’aggiudicazione è possibile anche in presenza di una sola offerta valida, sempre che sia ritenuta idonea, conveniente e congrua dalla SA.

La SA si riserva il diritto di chiedere all'appaltatore la consegna anticipata dell’opera o di una sua parte, in forza di quanto previsto nello schema di contratto.

L'aggiudicatario sarà tenuto a produrre:

i) la garanzia di adempimento e le garanzie vizi secondo i termini e le modalità indicati nelle norme integrative, nella lettera di invito e nello schema di contratto;

ii) le polizze assicurative secondo i termini e le modalità indicati nelle norme integrative, nella lettera di invito e nello schema di contratto.

L’offerta deve essere corredata dalla garanzia provvisoria e dalla dichiarazione di impegno a rilasciare la garanzia fideiussoria per l’esecuzione del contratto in conformità all’art. 93 del D.Lgs. n. 50/2016 e all’art. 11 delle norme integrative.

Ai sensi dell’art. 83, comma 9 del D.Lgs. n. 50/2016, le carenze di qualsiasi elemento formale della domanda di partecipazione possono essere sanate attraverso la procedura di soccorso.

Le spese di pubblicazione del bando e dell’avviso sui risultati della procedura di affidamento, ad esclusione dei costi del concessionario di pubblicità, ai sensi dell’art. 216, comma 11 del D.Lgs. n. 50/2016, e del D.M. del 2.12.2016, sono a carico dell’aggiudicatario e saranno rimborsate alla SA nel termine di 60 giorni dall'aggiudicazione.

Le controversie relative all'esecuzione del contratto sono deferite alla competenza del terzo arbitratore e all’arbitrato rituale nel rispetto delle previsioni di cui allo schema di contratto.

La SA si riserva la facoltà di sospendere, annullare e revocare la procedura di gara, senza incorrere in alcun tipo di responsabilità, né precontrattuale, né contrattuale, né extracontrattuale.

VI.4)Procedure di ricorso
VI.4.1)Organismo responsabile delle procedure di ricorso
Denominazione ufficiale: Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia
Indirizzo postale: via Corridoni 39
Città: Milano
Codice postale: 20122
Paese: Italia
Tel.: +39 027605321
Fax: +39 0276053246
VI.4.2)Organismo responsabile delle procedure di mediazione
VI.4.3)Procedure di ricorso
Informazioni dettagliate sui termini di presentazione dei ricorsi:

Avverso il presente bando di gara è ammesso ricorso entro 30 giorni dalla pubblicazione del bando in GURI; avverso gli ulteriori provvedimenti, è ammesso ricorso ai sensi dell’art. 120 del D.Lgs. n. 104/2010.

VI.4.4)Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulle procedure di ricorso
VI.5)Data di spedizione del presente avviso:
14/07/2020